Villa Camerata in vendita: appartenne agli Alighieri ed è nota per il "fantasma"

Tra i 93 immobili nei bandi pubblicati dall'agenzia del Demanio c'è anche l'antica dimora di villeggiatura di Dante giovane. Base d'asta, circa 7,5 milioni di euro. Da dismettere anche tre locali di Palazzo Piccolomini a Siena


La base d'asta è di circa 7,5 milioni di euro ma non è una villa qualunque: appartenne, lo dice anche il Carocci, alla famiglia di Dante, gli Alighieri, ed è nota in giro per Firenze per un fantasma che si aggirerebbe per quelle stanze. Villa Camerata, detta anche "Villa del Garofano", nel Comune di Firenze alle pendici di Fiesole, di proprietà dello Stato, è in vendita.

L'agenzia del Demanio ha pubblicato tre bandi per la vendita in tutta Italia di 93 dei 420 immobili pubblici inseriti nella lista allegata al decreto del ministero dell'Economia dei beni destinati alla dismissione. In questi 93 immobili rientra Villa Camerata, che pare sia stata il luogo di villeggiatura di Dante giovane, poi quando cadde in disgrazia e fu spedito in esilio la splendida dimora venne confiscata dalla Repubblica. Il fantasma di cui si vocifera sarebbe invece quello di una vecchia donna morta per mano violenta. 

Da gennaio l'agenzia sta pubblicando bandi regionali per la cessione degli immobili di minor valore, il portafoglio proposto adesso invece si riferisce a beni di maggior pregio il cui valore complessivo si aggira, a base d'asta, attorno ai 145 milioni. 

In Toscana vengono messi in vendita oltre a Villa Camerata un ristorante in piazza San Pancrazio sempre a Firenze, tre locali di palazzo Piccolomini a Siena, e l'ex sede dell'Ute a Vico Alto, nel senese. Spostandosi sulla costa la lista dei beni in vendita include una unità immobiliare del palazzo del provveditorato delle opere pubbliche di Grosseto, un immobile in via Menini a Viareggio, un capannone a Massa e un terreno nella zona adibita a pineta e campeggio a Pisa in località Bigattiera.

Redazione Nove da Firenze