Viadotto della tramvia in memoria di Margherita Hack

foto Agenzia Dire

Stamani l'intitolazione: è quello che comincia alla confluenza tra via Mariti e viale Redi, prosegue sopraelevato lungo viale Francesco Redi e via di Novoli, attraversa i torrenti Terzolle e Mugnone e termina in via di Novoli, all’altezza della fermata della tramvia San Donato – Università


Cerimonia di intitolazione, questa mattina, del viadotto della tramvia di San Donato all'astrofisica Margherita Hack. Al taglio del nastro erano presenti, tra gli altri, la vicesindaca, l'assessore alla mobilità Cristina Giachi e il presidente del Quartiere 5 Cristiano Balli. 

Si tratta del viadotto che comincia alla confluenza tra via Mariti e viale Redi, prosegue sopraelevato lungo viale Francesco Redi e via di Novoli, attraversa i torrenti Terzolle e Mugnone e termina in via di Novoli, all’altezza della fermata della tramvia San Donato – Università.

Margherita Hack (Firenze, 12 giugno 1922 – Trieste, 29 giugno 2013) è stata astrofisica, accademica e divulgatrice scientifica italiana, direttrice per molti anni del dipartimento di astronomia dell'Università di Trieste, membro delle più prestigiose società fisiche e astronomiche, dell'Accademia nazionale dei Lincei e dei gruppi di lavoro dell'Esa e della Nasa, nonché impegnata in numerose attività sociali e politiche a difesa dei diritti civili.

Redazione Nove da Firenze