Vaccine Day, ma solo per pochi

L'arrivo dei vaccini anti Covid al Careggi di Firenze previsto per le ore 8:00 di domenica 27 dicembre alla Farmacia della Piastra. Saranno consegnati dal personale dell’Esercito, Divisione Vittorio Veneto. Passerella del governo regionale negli ospedali toscani


FOTOGRAFIE — L'Unione Europea con il Vax Day inizia da domenica 27 dicembre a vaccinare i primi cittadini. E’ fissato infatti alle 8:00 di domani, il primo atto del "Vaccine Day" in Toscana. A quell’ora è previsto l’arrivo delle prime dosi anti Covid, consegnate dall'Esercito alla farmacia di Careggi. Alle ore 8.15 comincerà la preparazione e il confezionamento delle dosi per gli 11 ospedali hub segnalati alla struttura commissariale di Domenico Arcuri e per l’Rsa di Montedomini. Per il trasporto si utilizzeranno 12 autovetture GSV - ovvero vettori specializzati in trasporti con il rispetto della catena del freddo. La Questura dedicherà una pattuglia per ogni direttrice di consegna con specifica staffetta autostradale.

I vaccini anti Covid saranno portati dal personale dell’Esercito della Divisione Vittorio Veneto alla Farmacia dell’Ospedale Careggi di Firenze padiglione 15, nel piazzale interrato utilizzato per lo scarico delle merci. Successivamente, completate le operazioni di preparazione delle dosi, le fiale di vaccino saranno portate al CTO padiglione 25 per le prime somministrazioni ad un gruppo selezionato di operatori. In realtà solo pochi sanitari lo riceveranno, considerando che sono oltre 9 mila le adesioni registrate a Careggi nel sondaggio per la promozione della vaccinazione anti Covid attivato dalla Regione Toscana.

“Un numero notevole – commenta il direttore generale Rocco Damone – che supera i circa 6 mila dipendenti dell’Azienda ospedaliero universitaria fiorentina, che ha potuto estendere l’iniziativa agli studenti delle facoltà di medicina e scienze infermieristiche e al personale delle ditte esterne”.

“A sostegno della promozione del senso di responsabilità per la massima adesione possibile alla campana vaccinale – dichiara Lucia Tusco direttrice sanitaria di Careggi – è stata sottoscritta da 118 dirigenti medici dell’Ospedale fiorentino una carta di intenti che testimonia ufficialmente alla pubblica opinione l’adesione personale alla vaccinazione”.

La Carta impegna i firmatari al sostegno morale e professionale di 5 punti a fondamento di una cultura della vaccinazione sempre più necessaria in epoca Covid:

1. Il diritto alla prevenzione, essere protetto è un diritto di ogni singolo individuo
2. Il dovere della prevenzione come responsabilità sociale
3. L’informazione e il contrasto alla disinformazione, trasparenza
4. La qualità del processo di vaccinazione, rispetto dei requisiti
5. La qualità della comunicazione, comunicare tra pari

“All’impegno istituzionale – aggiunge Damone – si affianca una campagna informativa interna ed esterna all’Azienda Careggi con videoconferenze, formazione dedicata, iniziative di aggiornamento professionale e la diffusione di un logo dedicato che diventerà un distintivo per la promozione di una coscienza civica della vaccinazione anti Covid”.

Per quanto riguarda le prime somministrazioni si inizierà a Careggi CTO alle ore 8.40, a Montedomini alle ore 10 e in tutti gli altri ospedali alle ore 11:00.

Ma per dare un'idea di quante poche siano le dosi distribuite in Italia domani, basti dire che all'ospedale san Donato di Arezzo verranno vaccinati 45 operatori che rappresentano le diverse professionalità e i cui nomi sono stati estratti dagli elenchi delle varie categorie che si erano prenotate. Le vaccinazioni inizieranno alle ore 12:00, al quarto piano della struttura.

Il normale ritmo di vaccinazioni scatterà nei primissimi giorni di gennaio 2021.

Tuttavia il governo regionale, con presidente della Regione Toscana Eugenio Giani e l’assessore alla sanità Simone Bezzini sarà presente a Careggi e  anche in tutti i luoghi di inizio della campagna di vaccinazione: a Torregalli con Stefania Saccardi, a Montedomini col presidente Giani e Serena Spinelli, a Siena e Arezzo con Simone Bezzini, a Grosseto con Leonardo Marras, a Massa col consigliere speciale del presidente Giacomo Bugliani e col consigliere del presidente per le vaccinazioni Angelo Zubbani, a Prato con Stefano Ciuoffo, a Pistoia e Livorno col presidente Giani, a Lucca con Stefano Baccelli, a Empoli col presidente della commissione sanità Enrico Sostegni, a Pisa col presidente del consiglio regionale Antonio Mazzeo

Redazione Nove da Firenze