​UFO avvistati su Firenze: si cercano altri testimoni

Foto dall'Associazione ricerca italiana aliena

Reso noto un avvistamento, avvenuto lo scorso mercoledì 27 giugno


La sezione toscana del Centro Ufologico Nazionale, associazione italiana con più di 50 anni di esperienza nel settore ufologico, rende noto un clamoroso avvistamento, avvenuto lo scorso mercoledì 27 giugno intorno alle ore 10,15 del mattino. Due testimoni che l'associazione ritiene attendibili hanno dichiarato di aver osservato ben due oggetti volanti non identificati, di forma cilindrica e di colore alluminio, presenti proprio nel cielo di Firenze.

 "I due che stavano percorrendo la statale SS 67 provenendo da Pontassieve per recarsi a Firenze, una volta giunti all'altezza del semaforo situato in via Pian di Ripoli, notavano il primo oggetto presente nel cielo, grosso modo in prospettiva sopra la collina di Pian dei Giullari, incuriositi se non stupefatti, continuavano la loro marcia sperando di avvicinarsi ulteriormente per vedere meglio lo strano fenomeno. Così raggiunto il ponte intitolato a Giovanni Falcone sulla via Marco Polo, proprio nel momento in cui si trovavano a passare sopra l'Arno, notavano anche il secondo oggetto, molto più grande del primo, sempre con la stessa forma e colore. Questo oggetto si spostava lentamente scendendo verso terra, sempre in prospettiva grosso modo nella zona di Castello, ad un certo punto, lo strano ordigno è sembrato come scendere anche sotto il livello dei tetti delle case, per poi risalire più velocemente e in poco tempo scomparire in alto fino a divenire un piccolo puntino di colore bianco". 

L'avvistamento viene considerato "davvero eclatante, soprattutto se si considera che si è verificato sopra un'area urbana come quella di Firenze, con migliaia di potenziali testimoni che potrebbero aver visto le stesse cose, magari anche fotografando o riprendendo in video il fenomeno".

Il Centro Ufologico Nazionale si è subito attivato per cercare di capire l'eventuale origine degli oggetti e l'inchiesta è tutt'ora in corso. Ha però deciso di rendere pubblico il fatto per cercare di capire se altri abbiano visto, pregandoli di farsi vivi  con il cunmorenotambellini@gmail.com per raccontare nella più assoluta riservatezza la loro eventuale esperienza. 

Redazione Nove da Firenze