Turismo: è online il portale 'Firenze Welcome Card'

SUl web tutte le attività che propongono sconti per chi arriva in città e nell'area metropolitana. L'assessore Del Re: "Un'ottima partenza per un'esperienza pilota rilanciata anche dalle tv estere". È ancora possibile aderire al circuito. Triberti: "Abbiamo tutte le carte in regola per uscire dalla crisi". The Student Hotel spalanca le sue porte alle università di tutta Europa per estendere la capacità del campus in base alle regole di distanziamento sociale


È online da oggi il portale della Firenze Welcome Card che raccoglie le offerte di piccole e medie imprese del territorio, con sconti su prodotti e servizi per chi arriva in città e nell'area metropolitana. La piattaforma è l'interfaccia del nuovo strumento messo in campo dall'assessorato al Turismo per rilanciare un settore economico duramente colpito dall'emergenza sanitaria, attraverso una rete di offerte che rappresentano un benvenuto per il visitatore e uno strumento di promozione per le attività aderenti: dagli artigiani alle attività di ristorazione, dal settore degli eventi culturali a quello delle visite guidate, dei musei privati e dei mezzi di trasporto. L'avviso pubblico per la raccolta di offerte da inserire nel circuito Florence Welcome Card è on line sulla rete civica del Comune. Possono partecipare strutture ricettive, bar, ristoranti, trattorie e degustazioni, attività di commercio e artigianato, noleggio mezzi di trasporto, visite turistiche ed escursioni, sport e benessere, spettacoli e attività culturali, cinema e teatri, musei privati ed enti fieristici che offrano uno sconto di almeno il 10%.

"Un'ottima partenza per questo nuovo strumento - ha detto l'assessore Del Re -, che ha suscitato fin da subito l'interesse degli operatori economici del territorio e non solo. Un'esperienza pilota che è già stata raccontata in Europa da tv estere come France 2, a conferma del legame con la nostra città e della voglia di tanti viaggiatori europei di tornare nel nostro territorio in sicurezza. Una forma di benvenuto per dare al turista un'accoglienza ancora più speciale in questo periodo, con offerte che saranno valide fino al 31 gennaio 2021 e una gestione interamente digitale. Un nuovo strumento agile che mettiamo dunque a disposizione degli operatori fiorentini per contribuire a rilanciare il settore colpito dalle ricadute della pandemia. Una Card gratuita per il cliente che alloggerà nelle strutture ricettive o che visiterà la città e il suo ambito turistico e che potrà rappresentare per gli operatori economici uno strumento di attrazione e fidelizzazione".

"Reagiamo con forza e determinazione alla crisi suscitata dall'emergenza sanitaria - dichiara Tommaso Triberti, consigliere della Città Metropolitana delegato al Turismo - Abbiamo tutte le carte in regola, e la Welcome Card è sicuramente una di queste, per uscirne fuori insieme e venire incontro al desiderio di Firenze e dei gioielli del suo territorio che c'è in Europa e nel mondo. Stiamo promuovendo su tutti i nostri canali questo strumento, contattando direttamente le strutture ricettive, alberghiere ed extralberghiere, per rendere ancora più attrattiva l'offerta e provocare un incremento della domanda. La dimensione metropolitana di Firenze è vincente".

La Card è gratuita per il cliente e prevede sconti di almeno il 10% sui prodotti e servizi offerti dagli operatori economici che intenderanno aderire, partecipando a un apposito avviso pubblico. Le agevolazioni sono riservate ai turisti che pernottano in una struttura ricettiva del territorio o comunque, per promuovere il turismo di prossimità, ai visitatori non residenti nel territorio dell'area metropolitana fiorentina. I punti di rilascio della card virtuale sono le strutture ricettive accreditate e l'Infopoint turistico di piazza Stazione.

Il Gruppo The Student Hotel

Le università europee potrebbero dover ridurre tra il 50% e l'80% il numero di studenti che frequentano i loro corsi principali per conformarsi alle regole governative di distanziamento sociale dovute a Covid-19 dall'inizio di settembre dell'anno accademico 2020/21. Ci si aspetta che il passaggio all'apprendimento ibrido offline e online colpirà più duramente gli studenti universitari del primo anno e gli iscritti ai corsi di specializzazione. The Student Hotel si trova in 16 principali città studentesche europee e conta 6.695 camere, ampie aree comuni e numerosi e versatili uffici Collab, grazie al modello ibrido di coliving e coworking. Gli hotel, rimasti aperti durante la pandemia, sono stati adattati per conformarsi ai più alti standard relativi alle norme nazionali di sicurezza in contrasto a Covid-19 e per fornire spazi di apprendimento sociale per gli studenti e i loro insegnanti. Questi servizi, abbinati ad un’esperienza da Campus, sono attualmente disponibili per i partner universitari nei Paesi Bassi, Germania, Spagna, Italia, Austria e Francia. Gli spazi comuni di TSH coprono 22.660 mq con 4.618 postazioni per studio e lavoro.

Redazione Nove da Firenze