Sentenza Toremar: quali effetti sul servizio di trasporto pubblico?

La Uil Toscana esprime preoccupazioni per la salvaguardia dei posti di lavoro


FIRENZE- Il Tribunale amministrativo di secondo grado, ribaltando la sentenza di primo grado del Tar, ha accolto il ricorso di Toscana Navigazione, condannando l'amministrazione - come si legge nel dispositivo - a disporre l'aggiudicazione della gara, alle condizioni in motivazione esposte, in favore dell'appellante, previo il necessario controllo dei requisiti soggettivi.


"La sentenza del Consiglio di Stato giunge del tutto inaspettata, ma dobbiamo prenderne atto e non mi sembra utile, in questo momento, commentarla". Si apre con queste parole la dichiarazione dell'assessore ai trasporti della Regione Toscana, Vincenzo Ceccarelli, alla luce della decisione "Quello che dobbiamo subito dire ai cittadini - ha sottolineato Ceccarelli - é che questa sentenza in nessun modo potrà incidere sulla continuità del rapporto contrattuale tra Toremar e Regione in relazione al servizio pubblico che la compagnia svolge e continuerà a svolgere. Ciò chiarito, i nostri uffici stanno già approfondendo il contenuto della sentenza per capire come applicarla al meglio".


La Uil Toscana, in merito alla sentenza del Consiglio di Stato sulla privatizzazione della Toremar, esprime grande preoccupazione per la salvaguardia dei posti di lavoro e la garanzia della continuità del servizio pubblico che la compagnia è chiamata a svolgere. Ancora una volta il prezzo della privatizzazione ricade sui lavoratori e sui cittadini.

Redazione Nove da Firenze