Tramvia, parola ai passeggeri: una estate in prova da Scandicci a Firenze - Careggi

Correzioni in corsa per la Tramvia: dalle corse alle frequenze, ma qualcosa si muove anche a bordo


Una calda estate per la Tramvia che dopo aver prolungato il percorso, si trova adesso alla prova dei passeggeri.
Numerose le segnalazioni alle quali risponde prontamente il customer care di Gest, tra queste si lamentano orari notturni che non sarebbero consoni ad una città turistica, ritardi nei passaggi del Sirio, soprattutto alle fermate della Linea 1, ed una eccessiva presenza di passeggeri a bordo.
La regolarità raggiunta dal servizio sulla prima Linea Scandicci - Santa Maria Novella, sarebbe stata compromessa dall'apertura della T1 Leonardo.

Il servizio sulla sola Linea 3 sarà gratuito fino a fine luglio, dopo i passeggeri dovranno munirsi del nuovo tagliando maggiorato da inizio luglio ad 1,50 Euro ogni 90 minuti di corsa. Basterà questo a ridurre il flusso dei passeggeri? Ma in realtà l'obbiettivo è un altro: incrementare i passeggeri.
 A chi contatta i gestori del trasporto locale, Bus e Tram, viene risposto che il periodo estivo coincide con l'orario non scolastico applicato ai mezzi pubblici, e poco sembra valere la replica che "Una città turistica non si ferma in estate".
 
I lettori hanno segnalato a Nove da Firenze alcune difficoltà sopraggiunte con l'ampliamento dell'infrastruttura.
In realtà un primo campanello di allarme sarebbe suonato con la creazione del Parcheggio Scambiatore "A Villa Costanza salgono non solo i pendolari diretti a lavoro - spiegano gli utenti del servizio - ma anche i passeggeri dei pullman interregionali ed internazionali che salgono sul tram con il bagaglio a mano e non ci sono spazi predisposti, come ve ne sono ad esempio sulla navetta per l'Aeroporto". Un problema che potrebbe ripresentarsi proprio all'Aeroporto sulla Linea 2 che raccoglierà i bagagli dei passeggeri sbarcati all'Amerigo Vespucci.

Le fermate intermedie "Spesso per evitare di dover attendere un mezzo capiente e trovare posto capita - raccontano i viaggiatori - di dover prendere un tram in direzione opposta, ad esempio a Batoni andare verso Foggini, per poi attendere il tram nella giusta direzione ed evitare così le fermate di massima concentrazione".

Le frequenze "I tempi di attesa sono aumentati - lamentano i pendolari - e questo poteva essere previsto con l'allungamento del tragitto e l'aumento dei passeggeri, adesso dovrebbero essere aumentati i mezzi che viaggiano sui binari. Abbiamo segnalato l'inconveniente e ci è stato risposto che sono in corso delle correzioni, ma i reali problemi potrebbero insorgere in futuro con il tratto Alamanni - Stazione che sarà promiscuo tra Linea 1 e Linea 2".

A bordo "La Tramvia nasce con i posti a sedere - spiegano alcuni utilizzatori giornalieri - e non sono previsti abbastanza appigli per chi resta in piedi. Abbiamo segnalato a Gest la situazione e ci è stato risposto che il gestore ha preso in carico l'emergenza prevedendo di inserire nuovi ganci sui Sirio".

Nelle ultime ore ha creato disagi la sospensione del servizio feriale di Gest in anticipo rispetto all'orario dei Bus di Ataf, per questo motivo Palazzo Vecchio comunica che saranno allungati gli orari notturni: da stasera l’ultima corsa dal capolinea di Careggi sarà alle 24.10, in modo da consentire l’interscambio con le linee 2, 28, 8 e 14 dei bus.
L’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti, spiega “Abbiamo raccolto alcune segnalazioni dei cittadini che lamentavano l’interruzione della Tramvia troppo presto. Con questa soluzione riusciamo a garantire la possibilità di interscambio con le nuove linee di autobus, modificate lo scorso sabato. Tutto questo non vale il venerdì e il sabato, quando già adesso le corse terminano ben più tardi: da Careggi l’ultima corsa parte infatti alle 01.40, e dalla Stazione verso Careggi alle 01.20. Stiamo lavorando per allungare ulteriormente gli orari e avere due nuove corse verso Careggi: adesso l’ultima da Santa Maria Novella è alle 23.50, ma vogliamo averne altre due alle 24.10 e alle 24.30, che arriveranno a Careggi rispettivamente alle 24.30 e 24.50. Per ottenere questo risultato, però, dovrà essere attivato un servizio di guardiania a Careggi e Gest ha chiesto una settimana di tempo per approfondire la proposta. Siamo già al lavoro – ha concluso Giorgetti – per cambiare l’attuale sistema e aumentare le corse dei bus di notte, in base alla positiva esperienza in atto della ztl estiva”.

I disagi proseguono per l'interscambio ferro - gomma come segnalato dai sindacati degli autisti e per il traffico privato rallentato alle intersezioni semaforiche che riconoscono la precedenza al mezzo pubblico.

Redazione Nove da Firenze