Tramvia di Firenze: ecco la nuova Linea Scandicci - Careggi via Santa Maria Novella

🚀 DRONE - Volo sulla T1 Leonardo

Inaugurazione il 16 luglio 2018. Per due settimane viaggio gratuito sul tratto SMN - Careggi


Voliamo con Florence TV sull'intero tracciato della Linea T1 , dedicata a Leonardo da Vinci, della Tramvia di Firenze "T1: Villa Costanza - Careggi" grazie al lavoro dei colleghi Agnese Fedeli e Leonardo Conti che hanno inviato un Drone in anteprima.

La nuova Linea aprirà le porte sul tratto Santa Maria Novella - Careggi da  lunedì alle 9.30 al capolinea di Careggi. Per le prime due settimane, il servizio nel tratto Stazione-Careggi sarà gratuito.

Dal 21 luglio significativi cambiamenti delle linee Ataf dell’area. Lo ha annunciato il sindaco Dario Nardella, in una conferenza stampa alla presenza dell’assessore comunale alla mobilità Stefano Giorgetti, di quello regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli, dell’ad di Gest spa Jean-Luc Laugaa, e di Stefano Bonora amministratore delegato di Ataf Gestioni.

La linea T1 Leonardo collegherà Villa Costanza a Careggi Ospedale con un tempo di percorrenza di 40 minuti. I chilometri della linea sono 11,5 e le fermate 26. La frequenza sarà di 4 minuti e 20 secondi e le corse 500 al giorno. Si stimano 20 milioni di passeggeri all’anno, una riduzione di CO2 pari a 12.500 tonnellate all’anno e 9.300 auto in meno in strada ogni giorno.

“Ce l’abbiamo fatta – ha affermato il sindaco Nardella -. È un traguardo straordinario ed è merito prima di tutto della città che ha avuto fiducia, pazienza e ha creduto e continua credere nella tramvia, avendo visto i bei risultati della linea precedente. Alla fine abbiamo impiegato 4 anni, da giugno 2014 a giugno 2018, in linea con i tempi europei per realizzare opere di questo tipo e di questa complessità. Adesso contiamo le ore che ci separano da lunedì, il giorno della svolta perché con la nuova linea Leonardo cambierà gran parte del sistema di tutto il trasporto pubblico locale. Complessivamente il sistema del trasporto pubblico a Firenze e nell’are metropolitana migliorerà in modo molto visibile con vantaggi incredibili dal punto di vista della riduzione del traffico. Quindi meno inquinamento, meno traffico, meno costi e meno tempi di attesa”. “Credo che in un Paese come l’Italia, dove le opere pubbliche sono quasi un miracolo, iniziare e finire un’opera pubblica è un’impresa incredibile – ha aggiunto -. Firenze riesce a dimostrare che con la tenacia e la pazienza le cose si possono fare e io sono orgoglioso che possiamo essere da esempio anche per tutta l’Italia”.

Importanti modifiche al trasporto pubblico locale su gomma gestito da Ataf&Li-nea con l’obiettivo di diminuire i tempi di percorrenza e potenziare il servizio. In particolare nascono 4 nuove linee (33-51-55-C4), altre cambiano percorso (2-8-13-14-17-20-23-24-28-40-43-48-49-59) e altre ancora vengono soppresse perché migliorate e ampliate o sostituite dalla tramvia (4-19-54-60-81-85-D-R). Tutte le altre linee rimangono invariate. La riorganizzazione della rete entrerà in esercizio da sabato 21 luglio. Tutte le informazioni dettagliate sul servizio saranno a disposizione sul sito web www.ataf.net che sarà aggiornato in tempo reale.

“I chilometri di linee dell’autobus non vengono tagliati – ha detto l’assessore Giorgetti – ma mantenuti o in adduzione alla tramvia, o aumentati nei quartieri dove la tramvia non c’è o usati per dedicare servizi nei festivi. Nasceranno anche nuove linee, dalla navetta 33 che servirà dalla stazione di Rifredi fino al Meyer passando per il polo ospedaliero di Careggi, o la 57 che da piazza Puccini riunirà il polo universitario di Novoli con quello di Sesto e Calenzano. Avremo mezzi più puntuali e un’organizzazione più moderna del servizio. Inoltre le modifiche saranno testate per sei mesi: dopo valuteremo se apporre correttivi o miglioramenti, anche con l’aiuto dei suggerimenti dei cittadini”.

Il Comune spedirà a casa di ogni famiglia fiorentina, circa 190 mila, un opuscolo con tutte le informazioni; ci saranno flyer distribuiti da Gest e da Ataf alle fermate della tramvia e ai principali interscambi dei bus; 30, 40 persone al giorno della Protezione Civile saranno alle fermate per informare sulle modifiche; i call center di Ataf e Gest saranno potenziati; ci saranno poi affissioni in tutta la città, dalla stazione alle principali arterie di ingresso, nelle vetrine del centro, i manifesti e i canali digital del Comune di Firenze.
Previsto anche un alert System, con telefonata del sindaco Dario Nardella a casa dei cittadini e degli abbonati al servizio.

"I nostri uffici rilasceranno oggi le ultime autorizzazioni e lunedì 16 luglio la nuova linea enterà in servizio", ha detto l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli intervenendo alla presentazione del completamento della linea Villa Costanza-Careggi della tramvia fiorentina che si è tenuta a Palazzo Vecchio.

"Da lunedì Firenze e tutta la Toscana, perchè sono moltissime le persone che da tutta la Toscana ogni giorno arrivano a Firenze, vivranno un grande cambiamento - ha aggiunto l'assessore - Abbiamo visto il grande successo della linea 1, per questo ci aspettiamo molto anche dalla nuova tratta. La priorità della Regione è una mobilità sostenibile, per questo stiamo lavorando sempre di più per l'uso del trasporto sul ferro e per l'uso del mezzo pubblico. Con l'obiettivo di abbattere il numero di auto private che ogni giorno entrano in città".

"Stiamo lavorando per una sempre maggiore integrazione tra ferro e gomma - ha poi aggiunto Ceccarelli - ed in questo senso ho apprezzato la scelta del Comune di Firenze di reinvestire le risorse fino ad ora utilizzate per le linee bus rese superflue dall'entrata in servizio della tramvia 'splamandole' sul potenziamento di altre linee in aree della città fino ad oggi meno servite".

Clicca qui per vedere la nuova mappa dei trasporti fiorentini

Riguardo allo stop dei lavori per la linea 2, Ceccarelli ha ricordato che "l'opera è già realizzata al 90%; per quanto sia difficile in questo Paese realizzare lavori pubblici auspico e mi auguro che si trovi in tempi brevi il modo di portare a termine l'infrastruttura. Il sistema tramviario di Firenze è composto dalla linea 2, oltre che dalla 1 già esistente e dalla 3 che verrà inaugurata lunedì. Stiamo già lavorando alla progettazione delle estenzioni verso Sesto e Le Piagge, con code progettuali che riguardano Scandicci e Bagno a Ripoli. Purtroppo ci sino casi che non dipendono dalla volontà di chi ha appaltato i lavori, ma la Regione e tutti gli altri soggetti coinvolti stanno lavorando per far in modo che anche la linea 2 possa partire al più presto".

Per viaggiare sulla Tramvia di Firenze è necessario utilizzare i titoli di viaggio Ataf e Li-nea. Sia gli abbonamenti che i biglietti, acquistabili secondo le modalità precisate da Ataf e Li-nea, sono validi nei limiti della loro durata. I biglietti non sono disponibili a bordo della Tramvia ma possono essere acquistati ad ogni fermata utilizzando le biglietterie automatiche presenti su ogni banchina. Per informazioni consultare il sito web di Ataf e Li-nea

UNICA TOSCANA
Unica Toscana è una tessera personale che permette di spostarsi nell’area metropolitana di Firenze con autobus urbani Ataf & Li-nea e tram e, in tutta la Toscana, sui servizi regionali Trenitalia. Su Unica Toscana è possibile caricare abbonamenti e carnet 10 corse oltre che abbonamenti regionali e sovraregionali Trenitalia. Per richiederla, ricaricarla e utilizzarla info e dettagli su www.ataf.net

Sono 12 le nuove fermate Fermata 1: Careggi - Ospedale Fermata 2: Morgagni – Università (Don Facibeni) Fermata 3: Dalmazia (direzione Stazione, piazza Dalmazia) Fermata 3bis: Vittorio Emanuele II (direzione Careggi, via Vittorio Emanuele II) – (Teatro di Rifredi) Fermata 4: Pisacane (direzione Stazione, via Carlo Pisacane) Fermata 4bis: Poggetto (direzione Careggi, via Vittorio Emanuele II altezza via Angiolo Tavanti) Fermata 5: Leopoldo (Stibbert) Fermata 6: Muratori – Stazione Statuto Fermata 7: Statuto Fermata 8: Strozzi - Fallaci Fermata 9: Fortezza (Fiere e Congressi) Fermata 10: Valfonda – Stazione Santa Maria Novella

Redazione Nove da Firenze