Rubrica — Editoria Toscana

Il tour nazionale del film Digitalife nei cinema toscani

DigitaLife - Il Film: il TRAILER

Un “mosaico” di oltre 50 storie su come internet e il digitale hanno cambiato la vita. Martedì 29 gennaio 2018, al Cinema La Compagnia, in via Cavour 50/r, alle ore 20:30, la proiezione fiorentina


Inizia il tour nei cinema per il film Digitalife. Le prime tre proiezioni ufficiali, alla presenza di autori e protagonisti, si svolgeranno a Milano il 16 gennaio, a Roma il 22 gennaio e a Varese il 23 gennaio. Ma non solo: sono in programma, per le settimane successive, altre 15 date che vedranno proiezioni a Gallipoli, a Borgo San Lorenzo il 28 gennaio, a Firenze il 29 gennaio, il 30 a Grosseto, Viterbo, e molte altre città d’Italia, per un tour che andrà avanti fino al mese di aprile.

Martedì 29 gennaio, al Cinema La Compagnia, in via Cavour 50/r, alle ore 20:30, la proiezione fiorentina del film verrà preceduta da una breve presentazione con Marco Giovannelli, direttore di VareseNews, e varrà come evento formativo Odg Toscana (tre crediti).

Digitalife, prodotto da Varese Web in collaborazione con Rai Cinema e Fondazione Ente dello Spettacolo, è diretto dal regista Francesco Raganato e si avvale delle musiche originali composte da Vittorio Cosma. Il docufilm arriva nei cinema dopo quasi due anni di lavorazione. Un percorso lungo a cui hanno contribuito centinaia di cittadini invitando i propri video. Tra questi racconti di cambiamento sono state selezionate oltre 50 storie che sono andate a comporre il “mosaico” Digitalife.

«Finalmente DigitaLife approda in sala, la sua destinazione naturale. - È il commento del regista Francesco Raganato - La sala non è una velleità: un film che parla di come internet ci ha cambiato la vita e di condivisioni va visto condividendo uno spazio e del tempo. Perché i cambiamenti non accadono quando siamo da soli, ma accadono in virtù ed in funzione di chi ci sta accanto. Per questo DigitaLife ha bisogno di un respiro unico e di una visione condivisa. Perché quello che accade sullo schermo ci riguarda, parla di noi, di quello che siamo di diventati, non come più come singoli, ma come comunità».

Redazione Nove da Firenze