Spacciatore nigeriano arrestato a Prato

E' il terzo arresto nel giro di poche settimane ad opera degli agenti della Polizia Municipale. Denunciato 28enne marocchino per possesso di stupefacenti a Licciana Nardi (MS). Altra denuncia in Valdarno


Ancora un arresto effettuato dalla Polizia Municipale di Prato nel’ambito dell’attività di contrasto allo spaccio di droga sul territorio. Ieri pomeriggio gli agenti del Nucleo Sicurezza Urbana e della Unità Cinofili sono intervenuti arrestando in flagranza un nigeriano (E.A. di 19 anni) sorpreso a vendere eroina in via Filzi. Gli agenti hanno fermato anche l’acquirente cui sono stati sequestrate le tre dosi che aveva appena acquistato e per lui è partita la segnalazione in Prefettura come consumatore di stupefacenti. Il nigeriano è stato portato al Comando e successivamente presso l’ospedale per verificare l’ipotesi che, vistosi scoperto, avesse ingurgitato le dosi in suo possesso. L’accertamento sanitario è stato positivo ed al termine di una nottata di piantonamento sono stati sequestri altri 13 ovuli per un totale di circa 7 grammi. All’esito dell’attività, sentito il magistrato di turno e vista la quantità di ovuli sequestrati, il nigeriano è stato portato in carcere dove domattina si terrà l’udienza di convalida dell’arresto. E’ il terzo arresto nel giro di poche settimane compiuto dagli agenti di Piazza Macelli, sia autonomamente che in collaborazione con i Carabinieri di Prato, a testimonianza dell’enorme impegno in questo campo messo in atto da tutte le forze dell’ordine sul territorio.

I Carabinieri della Stazione di Terranuova Bracciolini, nel corso di un posto di controllo svolto in orario notturno, hanno deferito in stato di libertà per porto abusivo di oggetti atti ad offendere un giovane albanese, classe 1990, trovato in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza complessiva di cm. 18 e di gr. 1 di sostanza stupefacente del tipo hashish, per uso personale. Il ragazzo, che non ha dato spiegazioni plausibili circa un giustificato motivo per avere a seguito il coltello è stato segnalato amministrativamente alla Prefettura di Arezzo anche quale assuntore di stupefacente.

Alla vista della pattuglia dei Carabinieri ha cercato di cambiare direzione imboccando la prima svolta; la manovra sospetta, tuttavia, non è sfuggita alla pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Licciana Nardi, che ieri mattina stava perlustrando la località Terrarossa. I militari dell’Arma lo hanno raggiunto, fermato e sottoposto a controllo trovando, ben nascoste nella sua autovettura, 3 dosi di cocaina. È quanto successo ad un marocchino 28enne del posto, con piccoli precedenti, che i Carabinieri i hanno denunciato per “Detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente”. L’uomo ha immediatamente dichiarato che la droga era destinata esclusivamente all’uso personale ma i militari hanno effettuato ulteriori accertamenti. Così è stata effettuata anche una perquisizione domiciliare a casa dell’extracomunitario che ha portato al ritrovamento della somma in contanti di 750 euro, tutti in banconote di piccolo taglio; l’uomo non ha saputo fornire spiegazioni circa la provenienza del denaro e così la somma è stata sequestrata. Anche la droga è stata sequestrata e verrà nei prossimi giorni analizzata. Proseguono le indagini dei Carabinieri per individuare i canali di rifornimento.

Redazione Nove da Firenze