Si è aperto l'anno accademico 2019/2020 della Libera Accademia di Belle Arti di Firenze

Nel corso della mattinata sono stati svelati anche i nomi di altri sette allievi di Design, vincitori del workshop con l'azienda Mechini: i loro progetti saranno messi sul mercato. Gli autori ricevono un premio in denaro e le royalty sui prototipi


FIRENZE, 9 NOVEMBRE 2019– La tradizionale cerimonia si è tenuta questa mattina nell’Aula Magna della Laba, alla presenza delle aziende partner e delle istituzioni. I nuovi allievi (iscritti ai 5 dipartimenti di studio: Fotografia, Moda, Grafica, Pittura e Design) sono stati accolti dal direttore Mauro Manetti e dal vicedirettore Mimmo Cafasso, insieme allo staff e ad alcuni docenti. All'evento hanno partecipato anche il presidente del Quartiere 3 di Firenze Serena Perini, il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini, il responsabile Pianificazione Strategica e Attuazione del Programma del Comune di Firenze Alfredo Esposito e il sindaco di Sequals Enrico Odorico, anche esponente del CRAF di Spilimbergo di lui la Laba è socia.

NUOVI SPAZI PER GLI ISCRITTI

 Sono circa 180 gli iscritti al primo anno e oltre 600 gli studenti - italiani e stranieri - che complessivamente frequentano la Laba di Firenze. Un universo di esperienze e culture che quest'anno potrà contare su nuovi spazi. In occasione dell'apertura dell'anno accademico è stato infatti presentato il progetto di ampliamento della struttura di piazza di Badia a Ripoli, in fase di ultimazione. E' praticamente pronto il padiglione al piano terra mentre saranno completati a breve gli interventi al piano superiore: qui nascerà una terrazza (in parte coperta, in parte scoperta) e nuovi ambienti comuni per gli allievi. Si tratta, in totale, di circa 300 metri quadri di nuovi spazi per un investimento complessivo superiore a 350 mila euro.

UN NUOVO SITO

 Innovazione è una delle parole chiave della Laba di Firenze: una didattica basata sull’apprendimento digitale e sull’uso di mezzi tecnologici di ultima generazione. La filosofia dell’istituto si riflette anche nel nuovo sito Internet della Laba di Firenze, online da un paio di giorni. Una piattaforma intuitiva e accattivante, che guida l’utente attraverso l’offerta del mondo Laba ma anche gli eventi organizzati dalla Libera Accademia e le storie degli ex allievi, oggi affermati professionisti. Grafica pulita e lineare rendono la consultazione del sito facile e veloce. Il blog riparte, allo stesso modo, da una formula che guarda al passato e al futuro, con il racconto della vita interna ed esterna alla Laba degli studenti, vero “motore” della Libera Accademia. Altra novità, la sezione dedicata al Job Placement (per il contatto tra domanda e offerta di lavoro) e il canale WhatsApp con la segreteria. A disposizione dei ragazzi, interessati a ricevere informazioni e chiarimenti, anche uno spazio per richiedere direttamente appuntamenti e colloqui conoscitivi, attraverso il calendario inserito nella sezione “orientamento” del sito.

LABA PLASTIC "FREE"

La Laba anche quest'anno ha deciso di puntare con convinzione sulla campagna "plastic free", distribuendo ai propri allievi e docenti borracce in alluminio per limitare al massimo il consumo di plastica. Nei prossimi giorni saranno inoltre installati, all'interno dell'Accademia, tre distributori di acqua in modo da facilitare ulteriormente il rifornimento di acqua per i ragazzi.

ALLIEVI ECCELLENTI E NUOVE COLLABORAZIONI E PUBBLICAZIONI

Durante la cerimonia di questa mattina, sono state premiate tre studentesse eccellenti che hanno completato il ciclo di studi lo scorso anno, presentando tesi di particolare merito: si tratta di Clarissa Capula, Sara Corsi e Magdalena Vantsch. La mattinata ha permesso di svelare anche la prima pubblicazione della collana di tesi eccellenti della Laba, edita da Polistampa, e illustrata da Antonio Pagliai. Il libro, dal titolo "Coscienza Tattile", racchiude la tesi di laurea dell'allieva Angela Nunzella, laureata alla Laba di Firenze nel febbraio 2018 in Pittura e Arti Visive. Il volume sarà riproposto ogni anno e conterrà le tesi eccellenti stabilite dal Consiglio accademico della Laba.

Grande soddisfazione, infine, per altri 7 allievi Laba: Luca Costa, Nunziana Fortunato, Emiliano Galimberti, Gaia Gorelli, Giulia Maionchi, Camilla Mucci ed Elena Romoli. I ragazzi di Design hanno partecipato (insieme ad altri 21) al workshop con Mechini, azienda di Bagno a Ripoli specializzata prodotti illuminotecnici altamente decorativi. I loro progetti sono stati giudicati positivamente dal brand, che ha deciso di metterli in produzione e soprattutto di riconoscere, oltre ad un premio in denaro, anche le royalty ai rispettivi autori. 

Redazione Nove da Firenze