Rubrica — Spettacolo

S. Casciano: "A cena con Leonardo" in prima nazionale

Spettacolo-cena sul palco del Teatro Niccolini il 5, 6 e 7 dicembre


Jack and Joe Theatre In collaborazione con il Comune di San  Casciano Val di Pesa con il sostegno della Regione Toscana presenta in prima nazionale, in occasione delle celebrazioni dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci

Giovedì 5 Venerdì 6 sabato 7 dicembre alleore 20,30 al Teatro Comunale Niccolini - San Casciano Val di Pesa lo spettacolo "A Cena con Leonardo - seduti a tavola sul palcoscenico del Teatro", di e con Adriano Miliani.

Con la partecipazione di:

Marco Borgheresi, Samuel Osman, Alessandro Picchianti

Video: Francesco Margarolo

Audio e luci: Marco Falai

Organizzazione: Mirella Lampertico.

LO SPETTACOLO. In gioventù Leonardo fu veramente locandiere. Aprendo un’Osteria insieme a Sandro Botticelli chiamata le Tre Rane, vicino al Ponte Vecchio, diede un contributo creativo anche nel campo della ristorazione, progettando vari attrezzi e macchinerie. Un’esperienza che la ‘leggenda’ vuole sia stata di breve durata ma significativa. E come potrebbe essere altrimenti?

Durante la cena i commensali-spettatori seduti a tavola sul palcoscenico del Teatro Niccolini di San Casciano V.P, saranno intrattenuti dal padrone di casa che racconterà particolari aneddoti della sua vita pubblica e soprattutto privata. La nascita della sua passione per il volo, la storia del cavallo sforzesco, il suo rapporto con Niccolò Machiavelli, in una serata dove non mancheranno piccoli giochi di manualità, rebus e danze rinascimentali.

Dice Andiano Miliani: “La creazione di questo spettacolo prende spunto dalla leggenda che vede Leonardo oste a Firenze insieme a Sandro Botticelli. Un buon contenitore che mi ha dato la possibilità di mettere in evidenza l’aspetto umano del grande artista. Una forma diretta e semplice, alla portata di tutti. Leonardo si racconta, narra la sua infanzia, i suoi interessi privati, i suoi vizi artistici, la sua passione per la libertà, il grande amore per la natura e gli animali. Il nostro intento è quello di restituire forma umana al mito universale. Con l’intervento dei camerieri/clown, creiamo un’atmosfera conviviale, di gioco, di festa, temi molto cari a Leonardo che ha passato anni alla corte Sforzesca anche in veste di organizzatore di feste e spettacoli teatrali. Sarà stata la sua natura ‘infantile’ a dargli tanti spunti festaioli? ”

Scriveva di lui il dottor Freud nel 1910 : “Il grande Leonardo, a ben vedere, rimase tutta la vita per più versi infantile; si dice che tutti i grandi uomini conservino qualcosa di infantile. Continuò a giocare ancora in età adulta e anche per questo apparve talora inquietante e incomprensibile agli occhi dei suoi contemporanei”.

Insomma un lavoro propedeutico questo di Miliani, che fornisce una serie di suggerimenti sugli aspetti meno noti del genio per eccellenza, di curiosità che, speriamo stimolino gli spettatori-ospiti-commensali, ad approfondirne la conoscenza.Un allestimento particolare, sostenuto da un disegno luci suggestivo e da una serie di proiezioni video creati ad hoc, che li accompagneranno in un viaggio fantastico del mondo Leonardesco.

Posto unico 27 euro (compresa cena e bevande)

Posti limitati sul palcoscenico del Teatro (35/40 persone)

Info e prenotazioni 055-8256388 email segreteria@teatroniccolini.it

Redazione Nove da Firenze