Rubrica — Spettacolo

Rock Contest: meno di un mese per partecipare all'edizione 2019

Torna il concorso nazionale per band emergenti, aperta ai musicisti under 35, è organizzata da Controradio e Controradio Club, in collaborazione con Comune di Firenze, Regione Toscana e SIAE. In palio complessivamente oltre 10.000 euro e tante opportunità per produrre il proprio progetto artistico con i premi Rock Contest, SIAE, Ernesto De Pascale e Fondo Sociale Europeo/Giovanisì. Al Flower il docufilm del Rock Contest


Meno di un mese per iscriversi all’edizione 2019 del Rock Contest, il più longevo concorso nazionale per musicisti emergenti che con la scorsa edizione ha superato il giro di boa dei 30 anni. Storico trampolino di lancio per formazioni che si sono affermate nell’universo rock italiano, il contest fornisce una panoramica sempre attuale delle nuove tendenze musicali in Italia. La manifestazione è rivolta ai giovani musicisti italiani under 35 ed è organizzata da Controradio e Controradio Club in collaborazione con Comune di Firenze e SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, e Regione Toscana. E ancora, il contributo di Audioglobe, la partnership di Woodworm Label e Locusta Booking. Le iscrizioni sono aperte fino al 4 ottobre 2019 sul sito www.rockcontest.it.

Numerose le opportunità per i partecipanti grazie ai molti premi in palio. Il Rock Contest promuoverà i vincitori delle selezioni live con un supporto produttivo alla loro attività con premi in denaro (primo premio 2.000 euro) da investire nell’attività musicale ed in giorni di studio di registrazione (secondo premio: 5 giorni presso il SAM Recordings). Società Italiana degli Autori ed Editori sosterrà i nuovi autori con un premio di 2.000 euro alla miglior composizione musicale presentata da artisti iscritti SIAE tra i 30 selezionati per il concorso (per gli under 31 l’iscrizione è gratuita). Alla canzone italiana che meglio descriverà la condizione giovanile andrà, invece, il Premio Fondo Sociale Europeo/Giovanisì, dell’importo di 3.000 euro. Il riconoscimento è istituito nell’ambito della campagna di informazione sugli interventi del FSE dedicati ai giovani e sulle altre opportunità di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani. Si conferma anche lo speciale Premio Ernesto de Pascale, dedicato alla memoria del conduttore radiofonico (RAI Stereonotte), giornalista, musicista e storico presidente di giuria del Rock Contest, prematuramente scomparso; al vincitore la registrazione del brano in studio. Per il primo classificato anche la realizzazione di una live session in video dal Blue Moon Studio con riprese curate dai Blanket Studio.

Per partecipare al concorso, ed essere uno dei 30 artisti selezionati a esibirsi di fronte a una platea di esperti del settore e musicisti, questo il premio “sussidiario” quasi più importante dei premi in denaro, occorre avere meno di 35 anni (per le band la cifra di 35 è da intendersi come l'età media massima). Fino al 4 ottobre, sarà possibile iscriversi sul sito www.rockcontest.it, compilando il modulo di preselezione, caricando sull'apposita pagina 3 brani originali (sono escluse le cover version), una o più foto della band o dell'artista, una scheda biografica e uno stage plan (scheda tecnica live). Per gli artisti provenienti da fuori Toscana è previsto un rimborso spese di trasferta relative alle serate della loro esibizione (sono previste agevolazioni per gli eventuali pernottamenti).

Novità di questa edizione, l’immagine che accompagnerà il concorso è una rielaborazione di un dettaglio di San Benedetto e il diavolo di Neroccio de’ Landi (1471), realizzata da Alessandro Baronciani, uno dei fumettisti ed illustratori emergenti italiani più apprezzati, che ha firmato il manifesto del Premio Strega 2019, già autore di copertine di band come Baustelle, Tre Allegri Ragazzi Morti, Sick Tamburo, Perturbazione, e illustratore del libro per ragazzi Nello spazio con Samantha, scritto dall’astronauta Samantha Cristoforetti.

Anche quest’anno, Rock Contest, concorso che ha visto gli esordi di Offlaga Disco Pax, Manitoba, King Of The Opera, Ros, The Street Clerks, Lo Straniero e moltissimi altri, darà ai giovani artisti e gruppi musicali, assieme ai corposi premi, le migliori condizioni di visibilità e di relazione con la stampa specializzata e le realtà discografiche italiane, al fine di facilitare lo sviluppo di un percorso artistico e professionale. I migliori gruppi realizzeranno poi progetti musicali, partecipando a importanti festival nazionali o internazionali e faranno tournée, grazie alle collaborazioni con promoter, direttori artistici e manager di locali di tutta Italia. Anche quest’anno SIAE conferma il supporto come sponsor del Rock Contest, un riconoscimento al concorso che da sempre si batte per la crescita e la tutela di gruppi e singoli artisti che suonano musica originale. Si conferma anche la collaborazione con Audioglobe, una delle più consolidate realtà produttive e distributive in Italia.

Lunedì 16 settembre alle ore 19 la settimana del Flower, spazio estivo al piazzale Michelangelo, si apre con la proiezione del documentario “30 anni del Rock Contest”, il più importante concorso per emergenti indie d’Italia, inserito negli eventi di Controradio Talk (Radio) Show. Il documentario ha la regia di Giangiacomo De Stefano, già autore di numerosi filmati a tema musicale per Sky e Rai 5. Prodotto da Controradio e Controradio Club con Sonne Film, in collaborazione con Regione Toscana – FSE / Giovanisì, Comune di Firenze e Società Italiana degli Autori ed Editori, il film ripercorre, in poco più di quaranta minuti, tre decenni di musica italiana che si intrecciano con la storia di Firenze, attraverso le testimonianze di big come Manuel Agnelli, Dario Brunori, Piero Pelù, Lodo Guenzi e i Subsonica. Dalla nascita della radio nel 1977 “con un budget di centomila lire”, come raccontano gli organizzatori, alla prima edizione del concorso nel 1984, gli anni del Banana Moon, del Tenax, della new wave e di una scena musicale fiorentina che vantava band che sarebbero diventate iconiche, come i Litfiba o i Diaframma.

Redazione Nove da Firenze