​Riparte Tecnol nel Mugello ed assume operai

Sindaco e presidente Unione Comuni: buona notizia per il territorio


La Tecnol di Barberino di Mugello riparte con una nuova proprietà, la Gilardoni di Lecco, e come recita una nota della Cgil, è prevista, al momento, la riassunzione di 24 lavoratori a tempo indeterminato.

Esprime soddisfazione il sindaco di Barberino Giampiero Mongatti: “È con grande soddisfazione che apprendiamo la notizia, e ci congratuliamo con la FIOM e con la nuova proprietà - afferma - per la velocità e la serietà con la quale stanno procedendo. Già avevamo salutato con grande favore l’aggiudicazione dell’asta fallimentare alla Gilardoni perché ciò significava il mantenimento sul nostro territorio di una grande eccellenza produttiva. La sottoscrizione di questo accordo - aggiunge il sindaco Mongatti - dimostra che si sta partendo col piede giusto e che il costante lavoro di squadra fatto dai lavoratori, dal sindacato è dalle istituzioni sta dando frutti concreti e tangibili”.

E anche dall’Unione dei Comuni Mugello viene espressa soddisfazione:“La ripartenza delle attività alla Tecnol è una bella notizia, per i lavoratori e le famiglie ovviamente ma anche per il territorio perché va a risolversi positivamente una vicenda che si trascinava da lungo tempo, e come istituzioni non possiamo che esprime soddisfazione - sottolinea il presidente dell’Unione montana dei Comuni del Mugello Federico Ignesti insieme all’assessore alle Attività Produttive Paolo Omoboni -. Speriamo che la ripresa attesa, come a livello nazionale si preannuncia, possa portare una nuova boccata d’ossigeno anche per altre situazioni e l’economia locale”.

Redazione Nove da Firenze