Protesta municipale a Firenze, solidarietà bipartisan

Movimento 5 Stelle, Prc e Lega hanno dimostrato vicinanza ai lavoratori che chiedono maggiori tutele

Redazione Nove da Firenze
Redazione Nove da Firenze
09 aprile 2021 18:07
Protesta municipale a Firenze, solidarietà bipartisan

La protesta non si placa dopo l’avvio della mobilitazione del 17 febbraio scorso, per i servizi notturni: la Polizia municipale di Firenze, equiparata alle forze di Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza impegnata nel presidio del territorio per far rispettare le ordinanze del Sindaco, ma con scarsi riconoscimenti nei termini della loro sicurezza.

“Il Comune è il loro datore di lavoro – sostiene Roberto De Blasi consigliere comunale del Movimento 5 Stelle – e ha l’obbligo di porre rimedio al grave problema di salute e sicurezza per i servizi notturni della Polizia Municipale, “lo ha fatto peggiorando la situazione con una nuova organizzazione del servizio comunicata lo scorso dicembre” così come comunicato dalle associazioni di categoria”.

Lo stesso De Blasi e Lorenzo Masi chiedono se i tavoli tecnici promessi nell’incontro sindacale del 26 marzo siano stati istituiti e a che punto sia la discussione riguardo la modifica ai servizi notturni.

Approfondimenti

“Gli agenti non chiedono più soldi – continua De Blasi – ma maggiori tutele che possano consentire loro lo svolgimento del servizio in sicurezza, indispensabile per la cittadinanza”.

“Per l’impegno dimostrato sin dall’inizio della pandemia e non solo – prosegue Masi – l’amministrazione ha l’obbligo di realizzare le richieste così da mitigare le problematiche per la salute e la sicurezza degli agenti, ricordando che durante l’emergenza sanitaria il personale della Polizia Municipale ha costantemente lavorato in presenza, garantendo come sempre il proprio impegno istituzionale; impegno che ci aspettiamo anche da chi amministra questa città nel garantire la salute e la sicurezza dei propri dipendenti”.

“Onorevole inoltre – concludono De Blasi e Masi – l’iniziativa di raccolta fondi degli agenti di Polizia municipale, lanciata sempre il 17 febbraio: i lavoratori e le lavoratrici della Polizia municipale, tramite la Rsu, hanno raccolto 6mila euro che saranno donati al teatro L’Affratellamento, ciò anche a dimostrazione del fatto che i vigili non chiedono maggiori soldi, dimostrando come in questo caso di saper aiutare concretamente chi ora è in difficoltà”.

SINISTRA PROGETTO COMUNE - “La RSU del Comune, con Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Casa, Dicapp, è tornata oggi sotto Palazzo Vecchio.

Le condizioni di lavoro all’interno della Polizia Municipale – sottolineano i consiglieri di Sinistra Progetto Comune Dmitrij Palagi e Antonella Bundu – peggiorano di anno in anno. In piena pandemia il governo locale ha scelto di rifiutare un dovuto confronto.

Prima si sono mandati le agenti e gli agenti senza mascherina per strada, perché avrebbero spaventato la cittadinanza, poi si è sottoposto il Corpo alle paure della cittadinanza, con numerosi episodi di tensione per via degli interventi su persone che si trovavano all'aperto senza mascherine.

Nel frattempo si è scelto di peggiorare ulteriormente le condizioni in tema di servizi notturni.

A ogni tentativo di confronto e alle richieste delle parti sindacali, la Giunta ha scelto usando la Rete Civica per screditare la protesta.

Tutto questo è inaccettabile. Attendiamo che possa essere discussa a breve una mozione con cui chiederemo al governo della città – concludono Palagi e Bundu – di fare un passo indietro sui turni, oltre a prevedere un inquadramento che riconosca la peculiarità della Polizia Municipale, a cui oggi si riconoscono doveri simili a quelle delle forze di pubblica sicurezza, mentre si disconoscono diritti e benessere”.

MONTELATICI (LEGA SALVINI) - “Questa mattina sono andato a manifestare la mia solidarietà alle donne e agli uomini della polizia municipale, che protestavano davanti a Palazzo Vecchio.

La loro è una protesta pacifica e, diciamolo, non economica: chiedono, infatti, migliori condizioni lavorative - per la propria salute e per la miglior salvaguardia della Città - e più considerazione da parte dell’amministrazione.

La nostra polizia municipale è da sempre vicina ai cittadini di Firenze e lo ha dimostrato anche in questa occasione, donando una grande somma di denaro, per l’esattezza 6000 euro, al mondo dello spettacolo, a dimostrazione del fatto che ci sono lavoratori meno fortunati, che da oltre un anno non percepiscono alcuno stipendio.

Un grande gesto da parte di tutte le lavoratrici e di tutti i lavoratori della polizia municipale, che ancora una volta hanno dimostrato di essere vicini ai cittadini”.

Questo l’intervento del presidente della commissione Controllo Antonio Montelatici (Lega Salvini per Firenze)

In evidenza