Pitti Uomo: tanta moda e cocktail party

Fotografie di 9_emma-gn

Si chiude domani la 94^ edizione. Numerosi i marchi toscani presenti alla prestigiosa kermesse. Mercoledì Proraso e Tenax al Blues Barber. Tanti ospiti per l’evento del Consorzio Cuoio di Toscana. Stasera protagonista Montblanc. Il Polimoda Fashion Show alla Manifattura Tabacchi


Termina domani la settimana fiorentina dedicata alla moda uomo, dove forte è la presenza di aziende toscane, eccellenze manifatturiere simbolo del Made in Italy.

Presente a Pitti Immagine Uomo anche il marchio grossetano Roberto Ricci Designs, della grossetana Montecristo S.r.l., azienda specializzata in abbigliamento sportivo che sta conquistando i mercati internazionali. RRD, che da oltre venticinque anni realizza mute da surf in Lycra, ha presentato la nuova collezione: “La Lycra è un tessuto in costante evoluzione ed è diventato la cifra stilistica della nostra azienda” commenta Roberto Bardini, CEO di Montecristo S.r.l. e Vice Presidente della Sezione Moda di Confindustria Toscana Sud. Grazie alla costante ricerca, RRD ha saputo unire esperienza ed innovazione, realizzando capi estremamente leggeri e ripiegabili, perfetti da trasportare in valigia, attraverso una speciale tecnologia, ideata dal settore ricerca dell’azienda: si tratta della Holistic Technology, la ricerca di sovrapposizione di materiali a più strati. Attraverso il processo di unione della Lycra ad una gomma a cellula aperta in grado di far traspirare la pelle è stato possibile ottenere un tessuto di altissima qualità, capace di affrontare ogni stagione e perfetto per interpretare lo stile tecnico-sartoriale che contraddistingue questa come tutte le altre collezioni di RRD. “Con impegno e passione si possono creare prodotti sempre nuovi e migliori: io stesso ho iniziato questo mestiere seguendo la mia passione per gli sport riuscendo a farne una professione, avvicinandomi al mondo della moda, producendo capi di abbigliamento per attività sportive acquatiche ed invernali. La nostra Sezione all’interno di Confindustria Toscana Sud sta puntando molto sull’internazionalizzazione” conclude Bardini “gli ultimi dati sull’export del nostro settore sono estremamente positivi, e dobbiamo investire tutte le nostre energie per continuare in questa direzione con lo scopo di fungere da traino anche per l’economia degli altri settori.”

Tanti eventi a margine delle manifestazioni organizzate in città in occasione di Pitti Immagine Uomo. Le foto di 9_emma-gn si riferiscono al Cocktail Party che Montblanc ha organizzato stasera alla Limonaia di Palazzo Corsini.

Alla Manifattura Tabacchi in questi giorni, i migliori talenti di Polimoda hanno portato in passerella l’evoluzione del concetto disustainable fashion davanti a una giuria di grandi nomi della moda, tra cui l’attore e designer Waris Ahluwalia, il presidente di CFDA Steven Kolb e le due menti creative dietro al fenomeno Instagram Diet Prada. Con Separate Collection Polimoda presenta le collezioni di ventuno fashion designer emergenti, pronti a cambiare il mondo grazie ad una nuova consapevolezza dell’impatto ambientale e sociale della moda

Il regista Stefano Lodovichi, l’attrice Camilla Filippi, Sergio Muniz, in versione intervistatore per GQ, l’artigiano Roberto Ugolini e i rappresentati dei brand della moda internazionale: sono solo alcuni degli ospiti presenti ieri in Fortezza da Basso per #Leathersolerocks party, evento organizzato da Cuoio di Toscana, tenutosi nella P.O.P. Arena, l’area relax ed eventi in optical technicolor di Pitti Immagine Uomo 94. Durante l’evento, sono stati svelati nuovi particolari del prossimo progetto firmato dal cuoio più amato dalla griffe internazionali, uno short film che avrà come protagonista la musica, linguaggio trasversale, col compito di avvicinare i più giovani al mondo tradizionale e artigianale del cuoio. Sarà proprio Lodovichi, co-sceneggiatore e regista de Il Cacciatore (puntate 1 - 6), serie tv andata in onda in prima serata su Rai Due prodotta da Cross Productions, Rai Fiction e Beta Cinema, recentemente premiata a Canneseries, che firmerà la regia del nuovo lavoro, caratterizzata da un montaggio inedito, “musicale”. Da un’idea di Michele Pecchioli di Aria Advertising, nel nuovo film (il terzo prodotto dal Consorzio, leader nella produzione di cuoio da suola, con quote di mercato pari al 98% della produzione italiana e oltre l’80% di quella europea), un artigiano del cuoio (Roberto Ugolini), un produttore di vino emblematico della Toscana, un liutaio che lavora il legno delle botti esauste (Fabrizio Paoletti), un’icona del rock (che sarà svelata prossimamente) saranno le tessere di un mosaico che parlerà dei diversi volti del Made in Italy. Le storie e le gestualità dei personaggi si intrecceranno, dando vita a un misterioso oggetto: una chitarra fatta a mano, un pezzo unico destinato a finire tra le mani di una rockstar. Ma lo capiremo solo dopo un viaggio tra le eccellenze della manifattura italiana. Il progetto sarà sviluppato nei prossimi mesi parallelamente a una capsule collection ispirata all’immaginario rock. A dimostrazione del dialogo continuo tra moda, alto artigianato, musica e arte. Durante l’evento di ieri, sono stati premiati dal presidente di Cuoio di Toscana Antonio Quirici e da Claudio Marenco Mores (Head of Education Fashion Design & Design Management di Polimoda) 5 progetti finali degli studenti Polimoda del corso in Footwear and Accessories Design. Nel progetto dal titolo #MillennialSole, i futuri stilisti hanno potuto apprendere la storia e il know how di Cuoio di Toscana, attingendo alla tradizione ma riadattandola in chiave contemporanea, ideando e realizzando cinque modelli di scarpa innovativi, che coniugano il cuoio con lo spirito del tempo, tra materiali e forme non convenzionali. Le cinque calzature sono “1.5 couples” di Zixin Yang; “Proxemicsdi Judith Florian; “White Noise” di Zinye Dai; “Mus.cled In for the active traveler” di Evon Raj, e “Pellens divina” di Alessia Messina.

Sempre mercoledì, il Blues Barber ha animato la notte fiorentina con un party tra bici, musica e ospiti selezionati. Grande successo per la serata, che ha visto come madrina d’eccezione, Justine Mattera. Il tutto si è svolto in una location d’eccezione: il Blues Barber, rinomata barberia fiorentina di Via Cimabue, 36. Un ambiente d’altri tempi con un partner unico: Proraso. Lo storico brand toscano ha infatti aiutato Valerio Imperiale, il fondatore, a trovare l’arredamento adatto per la sua barberia e a farne anche un punto di ritrovo dove si ascolta buona musica mentre si chiacchiera di calcio e soprattutto dove, attraverso la storia dei tagli di capelli si raccontano altre storie, quelle dei Teddy Boys, dei Mods, dei Rockabilly, dei Rude Boys, circondati da arredi originali di una barberia anni ’20 di Manhattan che in origine si trovava in Inghilterra. In questo luogo d’incontro Proraso Tenax e White Roads, hanno offerto agli ospiti un’esperienza assolutamente imperdibile: l’opportunità di provare sulla propria pelle l’emozione di una rasatura old style e un grooming tutto all’italiana.

Redazione Nove da Firenze