Rubrica — In cucina

“Petti Rosso di Manciano”: Pecorino Toscano DOP con tris di gusto

Il nuovo prodotto del Caseificio Sociale Manciano trattato in crosta con il doppio concentrato di pomodoro toscano del Gruppo Petti e l’olio extravergine di oliva toscano IGP


Parla 100 per cento toscano il “Petti Rosso di Manciano”, il nuovo Pecorino Toscano DOP del Caseificio Sociale Manciano nato dall’incontro con il Gruppo Petti e OL.MA Collegio Toscano degli Olivicoltori. Il nuovo formaggio porta avanti la tradizione casearia del Caseificio Sociale Manciano, nato nel 1961 in Maremma e da sempre attento a innovazione e qualità, e conta, per il trattamento in crosta, sul doppio concentrato di pomodoro toscano fornito dal Gruppo Petti, leader in Italia nella lavorazione del pomodoro, e sull’olio extravergine di oliva toscano IGP messo a disposizione da OL.MA Collegio Toscano degli Olivicoltori.

“Petti Rosso di Manciano” è stato presentato oggi, mercoledì 27 marzo nella sede di OL.MA Collegio Toscano degli Olivicoltori, a Braccagni, alla presenza dei rappresentanti dei soggetti coinvolti - Carlo Santarelli, presidente del Caseificio Sociale Manciano; Bruno Tuccio, vicepresidente OL.MA. Collegio Toscano degli Olivicoltori e Pasquale Petti, amministratore delegato del Gruppo Petti - Italian Food S.p.A. - prima di lasciare spazio alla degustazione del nuovo Pecorino Toscano DOP prodotto dal Caseificio Sociale Manciano, formaggio a pasta tenera che è possibile conoscere da vicino anche sul sito www.caseificiomanciano.it.

“Il Pecorino Toscano DOP ‘Petti Rosso di Manciano’ - ha detto Carlo Santarelli, presidente del Caseificio Sociale Manciano - nasce per rafforzare il nostro legame con il territorio toscano e porta sul mercato un prodotto 100 per cento naturale, senza conservanti e trattato esternamente con prodotti interamente toscani: il doppio concentrato di pomodoro toscano fornito da Gruppo Petti e l’olio extravergine di oliva toscano IGP messo a disposizione daOL.MA. Collegio Toscano degli Olivicoltori. Ringrazio il Gruppo Petti e OL.MA. per la disponibilità e la collaborazione mostrata fin dalla prima presentazione di questa idea, che vuole dare al nostro formaggio il valore aggiunto di un legame ancora più forte con la Toscana e con le sue eccellenze agroalimentari e garantire al consumatore qualità, trasparenza e continua attenzione per la qualità del nostro marchio DOP”.

“Siamo lieti - ha aggiunto Pasquale Petti, amministratore delegato del Gruppo Petti - Italian Food S.p.A. - di aver preso parte al progetto del Pecorino Toscano DOP ‘Petti Rosso di Manciano’, i cui valori si sposano con quelli del nostro brand Petti e della nostra azienda. Con la nostra linea di conserve di pomodoro 100 per cento toscane prodotte nel nostro stabilimento di Venturina Terme, in provincia di Livorno, abbiamo raggiunto i consumatori di tutta Italia e di vari Paesi nel mondo anche grazie al forte legame con la nostra terra. Costruire sinergie di valore con partner locali, oltre che doveroso, è importante per accrescere la notorietà e il prestigio del nostro territorio di eccellenza”.

“Chiamati in causa per dare vita a questo interessantissimo prodotto - ha aggiunto Bruno Tuccio, vicepresidente OL.MA. Collegio Toscano degli Olivicoltori - siamo stati onorati di far parte del progetto mettendo a disposizione un ambasciatore della toscanità agroalimentare nel mondo, quale è l’olio extravergine d’oliva IGP Toscano. Da molti anni siamo in prima linea per valorizzare questo grande prodotto sui mercati mondiali in cui operiamo e abbiamo accolto con grande entusiasmo un progetto che unisce tre eccellenze del nostro splendido territorio dando vita a un Pecorino Toscano DOP dalle caratteristiche uniche sia sotto il profilo organolettico che per la sua origine, tipicità e tracciabilità”.

Redazione Nove da Firenze