Osmannoro: smaltimento di rifiuti speciali scoperto dai Carabinieri

Il materiale smaltito mediante combustione a terra era costituito in prevalenza da infissi/mobilia di legno trattati


Militari della Stazione CC Forestale di Ceppeto (FI), nel corso di un servizio di pattugliamento del territorio, in transito nel Comune di Firenze nell’area dell’Osmannoro, individuavano all’interno di un’area recintata, adibita a deposito materiali edili, la presenza di due persone intente ad alimentare ed accudire un abbruciamento a terra a cielo aperto di materiali. La combustione degli stessi sprigionava fiamme e fumo acre.

I militari avuto accesso ai luoghi, identificavano in due cittadini di origine albanese, le persone che stavano accudendo nonché alimentando il fuoco gettandovi degli scarti. I due dichiaravano di essere dipendenti di una ditta edile e che stavano eseguendo lavori di ripulitura/sistemazione dell’area adibita a deposito.

Il materiale smaltito mediante combustione a terra era costituito in prevalenza da infissi/mobilia di legno trattati in quanto verniciati e altri materiali prevalentemente lignei.

Rilevato quanto sopra, considerando che era in corso uno smaltimento di rifiuti speciali da parte dei due, i militari intimavano agli stessi di non proseguire con tale attività e di provvedere a spegnere il cumulo in combustione ancora attivo, procedendo alla contestazione del reato di smaltimento abusivo di rifiuti a mezzo abbruciamento.

Si fa presente che sul posto erano presenti altri scarti (rifiuti) della stessa tipologia di quelli smaltiti a mezzo abbruciamento, nonché la presenza di resti di precedenti roghi di rifiuti, a testimonianza che tale prassi, ovvero quella di smaltire illecitamente rifiuti a mezzo combustione sia abituale. Le due persone sono state deferite all’Autorità Giudiziaria.

Redazione Nove da Firenze