Nuova luce a Firenze: sui viali arrivano i led

Prosegue il ricambio degli impianti illuminanti sulle strade urbane: cosa ne pensano i cittadini?


I nuovi lampioni a led arrivano anche in viale Belfiore. Aumentano così i punti luce in città attraverso l'uso della tecnologia led che consente un minore consumo ed una maggiore capacità illuminante.
"Sono stati raddoppiati i punti luce a led, che illuminano il doppio e consumano la metà. Piccoli passi avanti per una città più curata e vivibile" spiega il sindaco Dario Nardella nel pubblicare una nuova immagine "Prima - Dopo" come già avvenuto per viale Guidoni o viale dei Mille.

Esistono in Italia molti comuni che hanno investito nell'illuminazione pubblica cercando di far risaltare soprattutto il patrimonio architettonico, è ad esempio il caso dei comuni del sud, dove strade bianche e pareti di tufo risaltano nelle fotografie pubblicate sui social. Ma anche al centro ed al nord l'allestimento degli impianti illuminanti urbani segue oramai logiche simili a quelle dell'arredamento da interni.
Nel capoluogo, a fine 2018, un intervento mirato all'allestimento di San Miniato al Monte in occasione del Millenario della Basilica che affaccia sulla città, ha visto rimesso in discussione tutto il sistema delle luci, calibrando potenze ed inquadrature in modo da restituire una forma scenografica adatta al contesto storico, iconografico ed architettonico.  

 Cosa pensano i cittadini della luce di Firenze? Il capoluogo, città turistica per antonomasia, ha una buona distribuzione di punti luce? Qual è la risposta da parte dei residenti, dei turisti, degli utenti della strada?

Firenze, fatti salvi alcuni periodi dell'anno e festival dedicati all'illuminazione, che rapporto ha con gli impianti illuminanti dal centro storico alla periferia?

Redazione Nove da Firenze