Natale in città: gli appuntamenti dei giorni di festa

A Londa nella notte della vigilia torna la Festa del Fusigno. Le Fiaccole accendono i borghi di Abbadia San Salvatore e Radicofani, una pira a Contignano. Vigilia di Natale con le Vocal Sisters a Casal di Pari


La vigilia di Natale si avvicina e con essa due appuntamenti divenuti ormai una piacevole tradizione: il “Presepe Vivente” e la Festa del “Fusigno”. La serata di lunedì 24 dicembre prenderà il via alle 21 con la nona edizione del “Presepe Vivente”, una delle rappresentazioni più belle della Toscana, organizzato dall’omonimo comitato, dalla Pro Loco di Londa con il patrocinio del Comune di Londa ed il sostegno delle associazioni locali. In piazza della Repubblica e sul greto del fiume Rincine, nel parco fluviale, saranno riproposte scene tipiche con circa 100 figuranti. Subito dopo la rappresentazione e la Messa di Natale alle 23, prenderà il via la Festa del Fusigno che da oltre 50 anni caratterizza a Londa la “vigilia”. L’iniziativa è organizzata dal Comune di Londa in collaborazione con le aziende del territorio, la sezione Vab Valdisieve e la Pro Loco di Londa. Saranno allestiti due grandi falò dove sarà arrostito il “Bardiccio”, la salsiccia tipica londese speziata e aromatizzata con finocchietto selvatico che sarà servita con pane e vino sempre e rigorosamente locali. La storia orale tramanda che il termine "fusigno", deriva da “smangiucchiare”, “fare uno spuntino insieme dopocena intorno al focolare”. L’Amministrazione Comunale tutti gli anni rinnova questa importante tradizione come momento di socializzazione e di divertimento, oltre che per cogliere l’occasione per farsi, tutti insieme, gli auguri di Buon Natale.

Giovedì 27 dicembre alle ore 21.15, il Toscana Gospel Festival fa nuovamente tappa al Teatro Pacini di Fucecchio con uno spettacolo della corale Nate Brown & One Voice. Il concerto è realizzato in collaborazione con il Teatrino dei Fondi, con il sostegno del Comune di Fucecchio, Regione Toscana e Consolato Generale degli Stati Uniti d’America e con il contributo di Unicoop Firenze e Caffè River.

Il Baule dei sogni ha in serbo una bella sorpresa: mercoledì 26 dicembre alle 17.00 al Teato Verdi di Santa Croce sull’Arno in scena Pierino e il lupo della compagnia Baule volante. Lo spettacolo è adatto a bambini dai 3 ai 10 anni. La celebre fiaba di "Pierino e il lupo", musicata da Sergej Prokofiev narra la storia di un ragazzo che, con l'aiuto dei suoi inseparabili amici animali, riesce a catturare un ferocissimo lupo. Ogni personaggio della storia è contraddistinto da uno specifico strumento musicale, che ne facilita l'identificazione e che ha reso giustamente notissima questa fiaba musicale che Prokofiev aveva composto con lo scopo di educare alla musica i ragazzi delle scuole elementari russe. L'allestimento vede in scena un direttore d'orchestra-narratore, che presenterà e condurrà i bambini attraverso la storia, messa in scena da una serie di pupazzi animati a vista. Ultimo appuntamento domenica 6 gennaio gran finale con I Musicanti di Brema di Teatro Glug. Il programma del Baule dei sogni al Teatro comunale di Santa Maria a Monte riprende sabato 12 gennaio con Burambò che presenta Secondo Pinocchio; sabato 19 gennaio Buono come il lupo di Giallo Mare Minimal Teatro e per finire sabato 26 gennaio Cilindro e la spada nella roccia, produzione Gli alcuni. Biglietto per bambini 3 euro, per adulti 4,50 euro. Per informazioni ci si può rivolgere a Giallo Mare Minimal Teatro 0571 81629 – info@giallomare.it.

Nel giorno di Natale il Comune di Castellina in Chianti rinnova il regalo del cinema a ingresso gratuito prepagato per tutti i residenti. Martedì 25 dicembre, alle ore 17, il Cinema Italia proporrà la proiezione del film “Il ritorno di Mary Poppins”, genere fantasy uscito nelle scorse settimane, diretto da Rob Marshall e interpretato, fra gli altri, da Emily Blunt e Meryl Streep.

Nei giorni di Natale, Capodanno e domenica 6 gennaio a Pistoia l´ingresso ai tre musei e alla mostra dedicata a Umberto Buscioni gratuito. Sabato 29 dicembre, dalle ore 11 alle 12.00, è prevista una visita guidata alla Casa-studio Fernando Melani, un percorso intenso e ricco di suggestione lungo le tracce del pensiero dell´artista pistoiese. La visita, a cura dell´associazione culturale Artemisia, è per un massimo di 8 persone, su prenotazione da effettuare - entro le ore 13.00 di venerdì 28 dicembre - al numero verde di PistoiaInforma 800 012146. Punto di ritrovo: ingresso della casa-studio Fernando Melani (corso Gramsci 159) dieci minuti prima dell’inizio della visita. Visita e ingresso gratuiti. In occasione della mostra Umberto Buscioni L´ANIMA SEGRETA DELLE COSE è stato predisposto un programma di attività, realizzato in collaborazione con l´associazione culturale Artemisia. Giovedì 3 e venerdì 4 gennaio, dalle 10 alle 13, a Palazzo Fabroni si terranno i Campus di Natale. Ogni stagione è un ponte: le ´stagioni´ della pittura di Umberto Buscioni. Una mattinata alla scoperta della mostra di Umberto Buscioni, degli oggetti che popolano le sue opere, dei colori e dei segni prediletti dall’artista. A ciascun campus possono partecipare ragazzi dai 6 agli 11 anni. La partecipazione è gratuita, ma è obbligatoria la prenotazione al numero verde di PistoiaInforma 800 012146 fino a esaurimento dei posti disponibili. Punto di ritrovo: biglietteria di Palazzo Fabroni. Sabato 5 gennaio, alle ore 16, da Palazzo Fabroni prenderà avvio la visita guidata per adulti Le vetrate di Umberto Buscioni e le opere della “Scuola di Pistoia” in città, un itinerario cittadino alla scoperta delle opere dell’artista e degli altri esponenti della “Scuola di Pistoia” (Roberto Barni e Gianni Ruffi). La visita è su prenotazione da effettuare – entro le ore 13 di venerdì 4 gennaio – al numero verde di PistoiaInforma 800 012146. Punto di ritrovo: biglietteria di Palazzo Fabroni, dieci minuti prima dell’inizio della visita. La partecipazione prevede il solo costo del biglietto d’ingresso. Domenica 6 gennaio (Epifania) alle ore 16 a Palazzo Fabroni, si terrà la visita guidata per adulti all´opera Aiuto! Le bottiglie (1968) nella collezione permanente e alla mostra Umberto Buscioni | L´ANIMA SEGRETA DELLE COSE. Allestita nelle sale del secondo piano del Palazzo, la rassegna riunisce opere afferenti a diverse serie e momenti della produzione di Buscioni, dagli inizi legati alla “Scuola di Pistoia” fino alle sperimentazioni più recenti. La visita è su prenotazione da effettuare – entro le ore 13 di venerdì 4 gennaio – al numero verde di PistoiaInforma all´800 012146. Punto di ritrovo: biglietteria di Palazzo Fabroni, dieci minuti prima dell’inizio della visita. La partecipazione è gratuita in occasione dell´iniziativa #DOMENICALMUSEO.

Mercoledì 26 dicembre, alle ore 21.15, il Toscana Gospel Festival torna a Marciano della Chiana con uno spettacolo nella storica ambientazione della Torre Medievale. Un’atmosfera unica dove si esibirà la corale Duke Fisher Heritage Singers. Ingresso libero.

La magia del Natale invade Rapolano Terme e Serre di Rapolano. Lunedì 24 dicembre, alle ore 15, la Piazza Centrale ospiterà i “Canti di Natale sotto l'albero” con i bambini della scuola primaria di Serre di Rapolano, prima di accogliere Babbo Natale e di gustare la cioccolata calda preparata dalla Pro Loco Serremaggio in collaborazione con il gruppo Fratres. Dalle ore 19, poi, la Pro Loco Serremaggio accompagnerà “Babbo Natale per le case” per consegnare i regali ai bambini, mentre dalle ore 20 partirà anche “Babbo Natale a casa tua”, iniziativa di Real Calcetto Rapolano con ricavato a favore delle scuole dell'infanzia e primaria di Rapolano Terme. Alle ore 22.30 inizierà la Santa Messa nella Chiesa di San Bartolomeo al Castellare, dove a mezzanotte sarà aperto anche il presepe monumentale realizzato dal Centro culturale La Piana – G. Battagli di Rapolano Terme. Gli appuntamenti natalizi del cartellone promosso da Comune e associazioni del territorio riprenderanno venerdì 28 dicembre a Serre di Rapolano, alle ore 20 nel salone del Teatro “G. Verdi”, con “Pasta&Pizza”, musica e tombola organizzate dalla Pro Loco Serremaggio, mentre sabato 29 dicembre la biblioteca comunale ospiterà “Storie per fuggire dal freddo”, laboratorio gratuito di scrittura rivolto a bambini da 7 a 12 anni e curato da Elisabetta Casagli. L'iniziativa è organizzata dall’associazione culturale TV Spenta in collaborazione con il Comune di Rapolano Terme e sarà ripetuto venerdì 4 gennaio. La partecipazione è gratuita ed è gradita la prenotazione contattando i numeri 338-3191323 oppure 340-6890215. Lunedì 31 dicembre sarà possibile salutare il 2018 e accogliere il 2019 con il “Capodanno al Teatro” organizzato dall'Associazione Filarmonico Drammatica di Rapolano Terme al Teatro del Popolo con cenone e musica, oppure con la “Cena di fine anno” allo stadio “U. Passalacqua” organizzata dall'Associazione Settembre RapolaneseFino al 6 gennaio, inoltre, è possibile visitare la mostra collettiva al Museo dell’Antica Grancia e dell’Olio di Serre di Rapolano, che riunisce le opere di quattro giovani artisti contemporanei - Adriana Amoruso, Giammarco Cugusi, Gabriele Dini e Claudia Ponzi - coinvolti nel progetto “Go to App - Digital Renaissance”, promosso da Siena School for Liberal Arts con la Fondazione Musei Senesi e la partecipazione pro-bono di Siena Art Institute. L’esposizione è visitabile negli orari di apertura del Museo dell’Antica Grancia e dell’Olio di Serre di Rapolano, disponibili sul sito della Fondazione Musei Senesi.

Ad Abbadia San Salvatore il Natale profuma ancora di tradizione, di magia, di riti ancestrali grazie alle Fiaccole, una delle più antiche feste del fuoco italiane che nasce da una singolare tradizione millenaria intimamente sentita e molto partecipata che la città del Monte Amiata rinnova ogni 24 dicembre. Un appuntamento che viene a lungo preparato, già dall’autunno, quando i “fiaccolai” iniziano a cercare la materia con cui costruire le “fiaccole”, tipiche cataste di legna a forma piramidale alte fino a sette metri che, innalzate in ogni terziere del piccolo borgo medioevale, si levano al cielo in attesa della vigilia quando poi verranno incendiate. Una lavorazione impegnativa che coinvolge tutta la comunità impegnandola nella costruzione di questi monumenti rurali unici. Si intrecciano tronchi sfidando la gravità grazie a tecniche segrete che qui si tramandano di generazione in generazione, per celebrare un rito del fuoco che coinvolge tutti, sposando simbolici significati pagani e religiosi. Sono “figli del fuoco” infatti gli abitanti dell’Amiata, una montagna vulcanica che nelle sue viscere nascondeva lava incandescente, una terra che da sempre offre cibo e benessere per la collettività. Si estraeva cinabro da cui si ricavava mercurio nella grande miniera che oggi è diventata Museo. Una storia complessa che qui vede legati indissolubilmente uomo e natura, in un dialogo talvolta difficile ma sempre pieno d’amore. E’ infatti quella montagna amata e sentita come madre, come presenza sacra che i badenghi celebrano anche attraverso la tradizione delle Fiaccole. E dopo tanto lavoro, arriva il giorno più atteso: il 24 dicembre con il suo rituale consolidato. Alle ore 18, in un momento intimo e spettacolare capace di radunare centinaia di persone, si dà il via alla cerimonia di accensione con la “Benedizione del Fuoco” che segna l’inizio della festa. La filarmonica suona canti natalizi e la fiaccola davanti al municipio viene accesa con il fuoco sacro. Questo è il segnale convenuto: da qui i capi fiaccola, con le loro torce divampanti, portano il fuoco che accenderà le altre decine di Fiaccole disseminate nel centro storico e in tutto il resto della cittadina del Monte Amiata. Uno spettacolo carico di magnetismo e suggestione. E la comunità, che durante tutto l’anno vive e attende questa notte, celebra per un intero mese le Fiaccole con un ricco calendario di spettacoli, intrattenimenti, mercatini e moltissime altre iniziative che trasformano Abbadia in un autentico villaggio natalizio. Un Natale unico, vero, autentico, che non si trova in nessun altro luogo al mondo.

Radicofani, per la vigilia di Natale, ci sarà un’atmosfera magica (24 dicembre, ore 20,30) grazie all’accensione delle fiaccole nelle piazze. Quindi (ore 21,30) Babbo Natale consegnerà i regali in piazza San Pietro (a cura della Proloco). Nella frazione di Contignano, invece, Babbo Natale arriva alle ore 18. Qui, intorno alle 20, verrà accesa una grande pira di fuoco, nella zona del Poggetto. Nel giorno di Natale, ecco il tradizionale gioco del panforte nella sala comunale di Piazza Garibaldi, a cura della Proloco. Il 26 dicembre, nella sala della Proloco di Contignano, Alessandro Calonaci e la compagnia teatrale Mald’Estro presentano “La Mandragola” (ore 17,30). Intorno alle 21, invece, il Magistrato delle Contrade ripropone la briscola nella sala comunale di Radicofani. Giovedì 27 dicembre (dalle ore 22), musica al circolo Acli con “Charlie Lab Trio”. Il 28, a Contignano (ore 21) si svolge il gioco del panforte nella sala della proloco, mentre a Radicofani la proloco propone un altro torneo di briscola, sempre nella sala comunale. Sabato 29 dicembre (ore 16,30), l’associazione Pyramid ha organizzato la presentazione del libro “Se tu potessi vedermi ora”, con l’autrice Carolina Orlandi (ore 16,30), al teatro comunale Costantini. In serata (ore 21) Alessandro Calonaci della Compagnia teatrale Mald’Estro è il protagonista dello spettacolo “Maledetti Toscani”, al teatro comunale Costantini. Domenica 30 dicembre ci sarà uno spettacolo di animazione per bambini (ore 20,30) a cura di “Ciccialsugo”, nella sala comunale di piazza Garibaldi. Il gioco del panforte torna (ore 21) alla proloco di Contignano come il torneo di Briscola, a Radicofani, allo stesso orario. Giovedì 3 gennaio (ore 21) “La buona novella di Fabrizio De André”, concerto della corale Giuseppe verdi di Arcidosso e con Cartacanta, al teatro comunale Costantini. Venerdì 4 (ore 21) ancora il gioco del panforte nella sala della Proloco di Contignano e a Radicofani il torneo di briscola (ore 21, sala comunale). Sabato 5 gennaio la Befana arriva nelle case dei bambini di Contignano (ore 17), più tardi in quelle di Radicofani (ore 21). Domenica 6 gennaio (ore 18) una tombola con cesti alimentari al teatro comunale Costantini e la premiazione del concorso dei presepi delle Contrade, a cura della Proloco. A seguire, l’ultimo appuntamento con il gioco del panforte (ore 21) che il Magistrato delle Contrade organizza nella sala comunale.

Nella bella chiesa quattrocentesca di San Donato, a Casal di Pari (Gr), le Vocal Sisters presenteranno domani 24 dicembre il loro "Christmas Gospel".Le voci delle "Sorelle" guidate da Carla Baldini prendono per mano l'ascoltatore per condurlo in un fantastico viaggio nella musica Gospel e Spiritual. Le Sisters interpretano con un sound unico i classici del genere (Oh, Happy Day, Amazing Grace, Down by the Riverside, When the Saints go marchin' in …) dando vita ad uno spettacolo coinvolgente, ricco di suggestioni sonore e coreografiche, che riesce a trasmettere tutta la spiritualità, la gioia e l'energia della musica religiosa afro-americana. Il programma del Christmas Gospel comprende anche alcuni tradizionali motivi natalizi (White Christmas, Silent night, Jingle Bell Rock) reinterpretati negli arrangiamenti originali di Carla Baldini.

Redazione Nove da Firenze