Mugello, Figline, Gambassi e Fiesole: arrivano i nuovi pediatri

I quattro vincitori del bando straordinario chiesto a seguito di dimissioni di pediatri storici o di trasferimenti in altri ambiti territoriali, sono dirigenti medici dipendenti ospedalieri


Firenze – Si è concluso in questi giorni l’affidamento degli incarichi definitivi ai nuovi pediatri di famiglia titolari dei quattro ambiti del Mugello (Dicomano - San Godenzo -Vicchio - Londa - Borgo S. Lorenzo - Barberino di Mugello - Scarperia e S. Piero), di Figline-Incisa-Reggello, di Gambassi Terme-Montaione-Certaldo e di Fiesole-Vaglia. I quattro vincitori del bando straordinario chiesto a seguito di dimissioni di pediatri storici o di trasferimenti in altri ambiti territoriali, sono dirigenti medici dipendenti ospedalieri.

Prima dell’ingresso in servizio devono intercorrere i giorni di obbligo di preavviso nei confronti delle aziende sanitarie e ospedaliere presso le quali i pediatri stanno attualmente lavorando.

Pertanto i quattro medici non potranno prendere servizio prima di 90 giorni nei rispettivi ambiti territoriali dove comunque, come nei mesi scorsi, continuerà ad essere garantito alle famiglie il mantenimento dell’assistenza ai propri figli.

L’Azienda infatti nei mesi scorsi si è subito attivata per la continuità dell’assistenza pediatrica nei quattro ambiti del Mugello, di Figline-Incisa-Reggello, di Gambassi-Montaione-Certaldo e di Fiesole-Vaglia.

Ai pediatri del Mugello e a quelli del territorio di Figline-Incisa-Reggello è stata comunicata la necessità di acquisire i nuovi assistiti anche in deroga al massimale.

Oltre alla possibilità di scegliere altri pediatri dell’ambito territoriale, sul territorio dei Comuni di Montaione e Gambassi Terme, per offrire un servizio più prossimo, è stata attivata la presenza del pediatra, individuato a seguito di un pubblico avviso, negli ambulatori delle Case della Salute di Montaione e Gambassi Terme.

E’ del dicembre scorso a Fiesole-Vaglia il potenziamento della disponibilità dell’ambulatorio pediatrico presso il presidio di Camerata per le visite dei bambini dell’ambito territoriale Vaglia Fiesole ed è stata data la possibilità di accedere ai consultori pediatrici del presidio d’Annunzio di Firenze, del presidio di Pontassieve e del presidio di Borgo San Lorenzo.

Tutte queste soluzioni sono state decise dall’azienda sanitaria con l’obiettivo di garantire la continuità dell’assistenza e minimizzare i disagi per le famiglie.

Redazione Nove da Firenze