Morta la Badessa delle Clarisse Maria Fernanda Dima: lutto a S. Casciano

Padre Bernardo Artusi (Certosa del Galluzzo): "Lascia un vuoto enorme, era una nostra grande amica da più di 30 anni". Recente il dono di un crocifisso. Autrice di numerosi scritti e riflessioni, dal 2013 la monaca di clausura ha collaborato anche con Radio Maria dove teneva la rubrica "Monastero, cittadella della Luce". Nel 2010 aprì il sito web del convento, tra i primi del genere


Lutto a San Casciano Val di Pesa: è morta Maria Fernanda Dima, Badessa delle Clarisse e personaggio molto noto anche fuori della Toscana, avendo tenuto a lungo dal novembre 2013 su Radio Maria la rubrica "Monastero, cittadella della luce". 

“Per noi è importante riconoscere il ruolo della comunicazione nel mondo di oggi che la cultura contemporanea ci offre e che la stessa Chiesa incoraggia ad usare ovviamente nel rispetto dei ruoli e della missione che ogni istituto religioso compie”, disse la Badessa (autrice nel tempo di numerosi scritti e pubblicazioni) nel 2010, quando il suo Monastero di clausura, tra i primi al mondo, aprì un proprio sito web.

La Chiesa fiorentina e toscana in generale è in lutto per questa scomparsa. Padre Bernardo Artusi, della Comunità di San Leolino, stamani durante l'omelia della Messa delle 11 alla Certosa del Galluzzo ha ricordato con grande affetto e commozione Maria Fernanda Dima, dicendo tra l'altro: "La Badessa lascia un grande vuoto, lei tra l'altro era una nostra grande amica da più di 30 anni, una persona speciale. Preghiamo Dio per lei e per tutti noi".

Recentemente, nell'ottobre 2019, le Clarisse di San Casciano avevano regalato alla Certosa del Galluzzo uno splendido crocifisso che si staglia davanti all'altare della chiesa di san Lorenzo e che proponiamo ai nostri lettori.

Antonio Patruno