Rubrica — Spettacolo

Maggio Fiorentino: Cardillac ha inaugurato il Festival

La Lectio magistralis di Bernardo Valli ha aperto la giornata inaugurale. Domenica 6 maggio l'Orchestra Giovanile Italiana sul palcoscenico del Teatro


LE FOTOGRAFIE DEL PRIMO ATTO — Firenze, 5 maggio 2018– La lectio magistralis del giornalista e scrittore Bernardo Valli ha aperto questa mattina, nell’Aula magna dell’Ateneo fiorentino, l’ottantunesima edizione del Festival del Maggio Musicale. Valli ha sviluppato una riflessione su "Tragedie e progressi del Novecento", tema che si intreccia con la presenza nel cartellone del Festival - dedicato a "Dialoghi ai confini della libertà" - di autori e opere simbolo delle tensioni e contraddizioni del XX secolo. L’incontro è stato introdotto dal rettore Luigi Dei e dal sovrintendente del Maggio musicale fiorentino Cristiano Chiarot. Ha coordinato gli interventi il prorettore alla comunicazione e al public engagement Laura Solito.

Alle 19:00, ha avuto inizio la prima di Cardillac di Paul Hindemith, l'opera inaugurale del'81° Festival del Maggio Fiorentino. Sul podio il maestro Fabio Luisi con l'Orchestra e il Coro del Maggio e la regia di Valerio Binasco.

Appuntamento con l'Orchestra Giovanile Italiana domenica 6 maggio alle 20 al Teatro del Maggio per il primo concerto dell'LXXXI Maggio Musicale. Lo spettacolo, organizzato in collaborazione con Amici della Musica Firenze, vede sul podio e al violino solista Kolja Blacher. In programma brani di Béla Bartók, Johannes Brahms e Ludwig van Beethoven.

Redazione Nove da Firenze