Maggio: domenica di gusto, arte e natura

Svuota la Soffitta domani in piazza a San Casciano. Barberino in Fiore: il castello si inonda di profumi e sapori di stagione. Ad Asciano gli stand del tradizionale Mercatino delle Crete e in mattinata l’arrivo delle littorine d’epoca


Vuoi disfarti di un oggetto che non serve più? Non lo gettare nel cassonetto, potrebbe rinascere in un'altra casa, acquisire nuovi aspetti di utilità e avere una seconda vita. Svuota la soffitta torna a San Casciano domani, domenica 13 maggio per l'intera giornata, per mostrare in piazza della Repubblica le molteplici possibilità del riuso e del riciclo. Una pratica virtuosa che il Comune ancora una volta allestisce all'aperto grazie alla partecipazione dei cittadini che con i loro banchi ‘fai da te’ espongono e vendono oggetti nei settori più vari: abiti per adulti e bambini, casalinghi, giocattoli, libri, scarpe, accessori moda e complementi di arredo. L'iniziativa è una delle azioni del progetto Chianti Wast Less che da anni promuove una rete pubblico-privata sui temi della sostenibilità. L'obiettivo è quello di ridurre i rifiuti, in particolare gli imballaggi di plastica, promuovere una cultura del rispetto del patrimonio ambientale e uno stile di vita sostenibile condiviso nei territori del Chianti. La partecipazione al mercatino di libero scambio dell’usato, aperto dalle ore 9 alle ore 19, è gratuita. All’iniziativa parteciperanno cittadini residenti nei comuni di San Casciano Val di Pesa, Barberino Val d’Elsa, Greve in Chianti e Tavarnelle Val di Pesa. L’apertura del centro del riuso, accanto al nuovo Centro di raccolta in località Canciulle è uno degli esempi più concreti dell’adesione del Comune di San Casciano al progetto. 

Un mare verde e profumato, espressione dell’anima floreale e tipica della Toscana, è pronto a distendersi tra le colline di Barberino Val d’Elsa. Nell’antico castello di origine medievale piazze, vie e terrazze si preparano ad accogliere il giardino profumato di “Barberino in fiore”, la manifestazione che lancia un nuovo ponte tra passato e presente e fa dialogare la natura con la storia. I colori delle rose e i fiori di stagione si fondono al gusto del vino e i sapori delle migliori produzioni locali, il talento creativo dei maestri artigiani si mescola al genio degli artisti del passato e contemporanei. Il comune valdelsano, che da anni si fregia del marchio di qualità turistico-ambientale Bandiera Arancione, ospita la dodicesima edizione di “Barberino in fiore”, promossa dagli operatori economici con il contributo del Comune ed il sostegno di numerosi partner. A caratterizzare la kermesse un’ampia esposizione di rose, fiori e piante del territorio, prodotti dell’enogastronomia locale, manufatti artigianali e opere pittoriche e scultoree. Domenica la festa nel segno dei profumi e dei colori del mondo vegetale per l’intera giornata dalle ore 10 alle ore 20. Il programma degli eventi si anima il pomeriggio con la Brass Band Itinerante e Large Street Band alle ore 16 e la presentazione del libro I luoghi del gallo nero - in viaggio con un chiantigiano di Danilo Papi alle ore 17. Presso la Fattoria Pasolini dall’Onda si potranno visitare le cantine storiche sotterranee di Barberino e degustare i prodotti vinicoli. Il segno della grande arte è visibile nello Spedale dei Pellegrini con la mostra dello scultore Leto Fratini “Anima e materia” a cura di Federica Chezzi. Sono state organizzate visite guidate la mattina e il pomeriggio. Nei giorni della rassegna una mostra di pittura di Fiorella Lisi sarà allestita per le vie del centro. Durante la manifestazione le porte storiche del castello, fiorentina e senese, e la facciata della chiesa saranno illuminate con fasci di luce multicolore a cura della Watt Studio Firenze.

Tante le iniziative che anche per questa edizione, la nona, vedono animare la frazione pratese di Santa Lucia per la ormai tradizionale festa di primavera. Un mercatino, Santa Lucia In Fiore, che coinvolge tutta la frazione organizzato dalla locale Pro Loco. Lungo la via Bologna, dalle 9 alle 21, stand gastronomici ed artigianali, visite guidate oltre che tante attività per “grandi e piccini”. Si comincia alle 10 con l’apertura del mercatino e la” passeggiata nella storia di Santa Lucia”. Una facile passeggiata, per cui sono però necessarie idonee calzature, che toccherà alcuni dei luoghi simbolo del territorio. La sede estiva del Collegio Cicognini, l’Antico Complesso di Santa Lucia In Monte e il Cavalciotto. Ritrovo dei partecipanti alle ore 10 davanti alla chiesa Regina Pacis, in via Poli. Al termine della visita un piatto di pasta, offerto dalla locanda il Cavalciotto, attende i partecipanti. Lungo il percorso della festa sarà possibile incontrare “la casina degli gnomi del bosco” dove dalle 15 sarà presente l’animatrice per bambini Pulcinella con i suoi giochi di magia, palloncini figurati, bolle giganti e il trucca bimbi. Le animatrici dell’asilo “la Cittadella”daranno vita ad un laboratorio grafico su i temi: primavera e la festa della mamma. Non mancherà Samuel con i suoi gonfiabili. NEI i locali del circolo ARCI, in via del Guado, alle ore 16,00, replica alle 18, con ingresso gratuito, la compagnia de ” Il meraviglioso teatro dei burattini” darà vita allo spettacolo “ i superpigiamini”. Sempre per i bambini è previsto uno spazio dove poter gestire le proprie bancarelle. Per chi fosse interessato è necessario contattare, entro sabato 12, la Proloco al 3667483482. Nel pomeriggio assisteremo, inoltre, al passaggio della “S. Lucia Big Band” accompagnata da piccole danzatrici. Tante occasioni, adatte a tutte le età, per trascorrere una piacevole giornata nella frazione di Santa Lucia. Frazione che di anno in anno, da ormai nove anni, si mobilita per la sua festa di primavera.

Una giornata all’aria aperta alla scoperta dei profumi, dei sapori e della storia e dell’arte di Asciano. E’ quella in programma domenica 13 maggio organizzata dal Comune in collaborazione con la Pro Loco. A partire dalla mattina ad accogliere cittadini e turisti sarà, in Corso Matteotti, lo stand “Cacio e Baccelli” dove farsi inebriare dai profumi autentici e degustare il vero sapore delle Crete Senesi. Ma non solo. Il corso centrale di Asciano ospiterà per tutta la giornata anche i banchi del tradizionale Mercatino delle Crete con esposizione e vendita di prodotti agroalimentari biologici e oggetti nati dall’ingegno e dalla maestria degli artigiani locali.

Il Treno Natura

 Ad impreziosire la giornata l’arrivo dello storico Treno Natura a vapore. Le littorine d’epoca partiranno alle 8.55 da Siena per arrivare a Buonconvento e poi a Monte Antico e di qui ripartiranno alle 10,30 alla volta di Asciano Scalo con arrivo alle ore 11,50 e trasferimento in minibus verso Asciano. I viaggiatori del Treno avranno così la possibilità di girovagare tra i banchi del Mercato e visitare i Musei di arte sacra, il Museo Etrusco e il Museo Cassioli dove è in corso la mostra “Amos Cassioli e gli amici puristi. Opere dell’800 senese da una collezione privata” Un’occasione imperdibile per ammirare da vicino le opere di una collezione privata esposta per la prima volta e composta da circa 40 opere tra dipinti, disegni, acquarelli.

La Bottega di Jean-Paul Philippe

 Per gli amanti dell’arte contemporanea, poi, la giornata ad Asciano offrirà anche l’occasione di visitare e scoprire i segreti della Bottega di Jean-Paul Philippe, il creatore del Site Transitoire nel cuore di Asciano (ritrovo ore 16 all'ufficio turistico). A far da guida Alessandra Rey, direttrice artistica degli eventi teatrali al Site Transitoire. La visita guidata alla Bottega si articolerà in una breve presentazione della storia del Site Transitoire, dalla sua ispirazione, alla realizzazione e installazione a Leonina nel 1993 fino al momento in cui l'opera si trasforma in crocevia di incontri tra artisti di discipline diverse. A seguire visita al tramonto alla scultura.

Redazione Nove da Firenze