Rubrica — Editoria Toscana

Lucca: “Pro-Fumo” a Olio Su Tavola

Il 15 novembre la presentazione del libro di Giorgio Terruzzi e Giancarlo Vitali


Pro-Fumo. È venerdì 15 novembre alle 18,30 alla galleria d’arte contemporanea “Olio Su Tavola” (via del Battistero 38 a Lucca), la presentazione del libro di Giorgio Terruzzi e Giancarlo Vitali. Insieme a Giorgio Terruzzi, che è la voce televisiva della Formula 1, ha lavorato con nomi come Claudio Bisio e Diego Abantuono ed è scrittore di prosa e teatro, per Mondadori ed Einaudi tra gli altri, ci sono gli editori Sara Vitali e Leonardo Castellucci.

“Fumo. Perché? Fumo. Fumo perché è il momento. Fumo perché mi piace. Fumo perché mi spetta. Fumo perché le dita son fatte apposta. Fumo. Fumo perché fa figo. Fumo perché fa scemo. Fumo per ansia. Per disperazione. Fumo perché non ho un Dio. Fumo per rendere perfetto un caffè. Fumo per il gusto, il sapore, l’odore. Fumo perché godo. Perché sto meglio. Perché chi fuma mi piace. Fumo perché tanto morirò. Fumo perché vivere senza non mi conviene. Fumo. Fumo perché il fumo è azzurro. (…)”

Il progetto di “Pro-Fumo” ha preso corpo quando Giorgio Terruzzi e Giancarlo Vitali si sono conosciuti entrando in immediata sintonia. Entrambi fumavano in bella continuità. Alla fine di una lunga e piacevole conversazione pensarono di realizzare un libro insieme. Il tema? Dopo un attimo d’esitazione i due spensero nello stesso istante la propria sigaretta e si guardarono con un sorriso complice. Sarebbe stato quello il tema, ovviamente. Un tema preso a pretesto per raccontare di loro e anche per riflettere sul potere disintossicante e intossicante del fumo. Ma se in principio il pensiero è stato quello di un libro di raffinata confezione destinato alla distribuzione libraria, l’incontro con Campi 1898, prestigiosa tipografia d’arte in monotype con sede a Rozzano, ha allargato l’idea a un’altra edizione in tiratura limitata per il sofisticato universo del collezionismo di libri d’artista. Ogni sovracoperta è stata appositamente bruciata con una sigaretta. Legatura di Ruggero Rigoldi.

Giorgio Terruzzi collabora con Mediaset, Corriere della Sera, Gq e Città. Come scrittore ha pubblicato, tra gli altri, una biografia del pilota AchilleVarzi, Una curva cieca (Giorgio Nada Editore, 1991), vincitore del Bancarella Sport nel 1992; Fondocorsa. Mille Miglia, una vita e un gatto (Gallucci, 2004); Ho dato l’anima (Sperling & Kupfer, 2005); Il mio dio è ateo (Sperling & Kupfer, 2008); Milanismi e Ladri di cotolette, scritti con Diego Abatantuono (Mondadori, 2005 e 2013); Suite 200. L’ultima notte di Ayrton Senna (66thand2nd, 2014), vincitore del Bancarella Sport nel 2015. Come autore teatrale: Tersa Repubblica (scritto con RoccoTanica e Claudio Bisio nel 1994) e I bambini sono di sinistra scritto con Michele Serra e Claudio Bisio (Einaudi Stile libero, 2005). Dal 2015 diventa autore Rizzoli con cui pubblica: Grazie Valentino, 2015; Semplice, 2017; Quando ridi, 2018.

Giancarlo Vitali (Bellano 1929 - 2018), a diciotto anni partecipa alla Biennale d’Arte Sacra all’Angelicum di Milano, dove espone, tra gli altri, insieme a Carlo Carrà, il quale, nell’edizione successiva, gli dedicherà parole di caloroso apprezzamento. Nel 1983 sarà definitivamente valorizzato da Giovanni Testori: la stima del grande critico lo porterà alla sua prima importante personale del febbraio del 1985. Nei successivi trent’anni il suo lavoro sarà divulgato e conosciuto attraverso esposizioni in spazi pubblici e gallerie private. Negli stessi anni molti altri intellettuali e scrittori italiani si interessano appassionatamente alla sua arte, tra questi, Carlo Bertelli, Mario Botta, Giancarlo Consonni, Tonino Guerra, Franco Loi, Vittorio Sgarbi, Antonio Tabucchi, Marco Vallora, AndreaVitali. La grande esposizione antologica del 2017 a Palazzo Reale di Milano rappresenterà il coronamento di settant’anni di pittura.

Ingresso libero, segue drink. Per info: +390583491104, www.oliosutavola.com.

Redazione Nove da Firenze