International Chocolate Awards 2014: medaglia d'oro a Firenze

Nell'International Chocolate Awards 2014, sessione Europea, prestigioso successo della famiglia Pistocchi, produttori dell'omonima torta. Premio vinto con una pralina al pistacchio, cioccolato bianco ed arancia


FIRENZE — Una dolce eccellenza toscana. Una medaglia che, per una volta, non prende in considerazione lo sport ma qualcosa di estremamente diverso.  Benvenuti nel mondo del cioccolato e benvenuti in riva all'Arno.

A festeggiare è l’azienda di Claudio e Claudia Pistocchi, fratello e sorella, che grazie ad un Dragée al Pistacchio si portano a casa un risultato che fa sorridere i golosi. Inorgoglisce gli altri.

Lo scorso anno i Pistocchi avevano vinto un Oro Italiano con la loro Torta Classica, che per chi non la conoscesse è nata oltre 25 anni or sono e non contiene ne burro, ne uova, ne farine. Un goloso abbraccio fatto di cinque cioccolati fondenti diversi, polvere di cacao ed un goccio di crema di latte.

Nata dall'idea di Claudio Pistocchi, allora uno dei più giovani Chefs fiorentini degli anni '80, che volle creare una torta non "con" ma bensì "di" cioccolato. In attesa della finale mondiale di ottobre prossimo a Londra, Nove da Firenze ha voluto incontrare i due fratelli.

Spiegateci come viene assegnato il riconoscimento.

La partecipazione al premio si attua tramite un'iscrizione e l'invio di campioni anonimi (cui viene assegnato un codice alfanumerico) e giudicato da una giuria internazionale di degustatori di cioccolato (palati di grande sensibilità che vengono calibrati prima di ogni sessione). Dopo una prima scrematura dei prodotti, vengono assegnati punteggi e fatte le classifiche. Per il 2014, appunto, abbiamo vinto la Medaglia d’Oro Europea con un Dragee al Pistacchio pralinato con cioccolato bianco, polvere di arancia e sale marino. Una pralina golosa che non è affatto dolce come ci si aspetterebbe dal cioccolato bianco, grazie al sale con il quale riusciamo ad equilibrare la dolcezza e grazie alla polvere di arancio ad arrotondare il tutto.

Qual è il vero senso di un lavoro che si coniuga con una passione?

Il senso di questo lavoro, importante per noi, è la soddisfazione di poter dimostrare al pubblico ed ai colleghi che non sappiamo fare solo le torte per cui siamo famosi; con la Torta Classica (selezione di 5 cioccolati fondenti diversi, un goccio di crema di latte e cacao amaro in polvere – senza uova ne burro ne farina) abbiamo vinto la medaglia d’Oro nella Sessione Italiana dell’International Chocolate Awards nel 2013, ma amiamo il cioccolato a tutto tondo, incluso il "meno nobile" cioccolato bianco.

Dedica speciale a?

Questa vittoria non può non essere che dedicata ad Elisa (figlia di Claudio), la più giovane della famiglia Pistocchi (3 anni compiuti a maggio), già grande estimatrice di cioccolato alla quale è stata dedicata l’ultima torta nata in casa Pistocchi, TortaElisa appunto, fatta di cioccolato bianco, spezie e frutta esotica che coniuga l’unione dei due paesi di origine di Elisa (Italia e Tahilandia).

Prodotti artigianali  e  nati dopo lunga e attenta sperimentazione fatta di selezione di materie prime di assoluta eccellenza: ecco il segreto di un successo che promette, ancora, soddisfazioni.

Intanto, Firenze si gode la sua medaglia. Il cioccolato, oggi, ha vinto.

TortaPistocchi® Via Ponte di Mezzo, 20 50127 Firenze www.tortapistocchi.it

Nella foto un momento della premiazione (Foto di Patrizia Minelli)


Redazione Nove da Firenze