Rubrica — Editoria Toscana

Libri: la saggezza dei proverbi in 'Ogni stizza faci funtana'

Presentazione del libro di Nicola Marra giovedì 5 marzo, alle ore 17, nella Sala Pistelli della Città Metropolitana di Firenze


Giovedì 5 marzo 2020, alle ore 17, nella Sala Nicola Pistelli di Palazzo Medici Riccardi (con ingresso da via dei Ginori 8), verrà presentato il volume di Nicola Marra 'Ogni stizza, faci funtana... Proverbi, detti. filastrocche e canti della tradizione popolare moliternese', edito da Giuliano Ladolfi Editore. Il libro, sul quale interverranno Nicola Armentano, consigliere delegato della Città Metropolitana e rappresentante dell'Associazione culturale lucana, Michele Brancale e Domenico Palladino, nasce dall'esigenza di salvaguardare un così vasto "patrimonio culturale", da una voglia di riscatto, che restituisca voce e soprattutto dignità al "sentire comune" della gente, e da uno sconfinato amore per un luogo, la sua storia, le sue tradizioni, gli usi, i costumi.

Riscoprire le radici, rivendicarne l'importanza con dignità, consapevolezza, salvaguardare, salvare una tradizione non potrà, a nostro parere, che consolidare l'identità di un territorio. Le piccole comunità hanno non solo il dovere di conservare, valorizzare tradizioni, usi, costumi, "linguaggio" (dialetto), ma anche l'obbligo. Il contrario è la perdita della propria identità.


'''Nicola Marra''' è nato a Moliterno, in Basilicata. Laureatosi a Napoli in Architettura, da tempo vive e lavora a Firenze, dove ha svolto il ruolo di Ordinario di Progettazione e Costruzione presso l'Itcg e di professore a contratto di Tecnologia dei materiali alla Facoltà di Ingegneria Civile dell'Università di Firenze.

Ha coltivato da sempre la passione per la poesia e la letteratura e ha partecipato a numerosi premi letterari di poesia, con vari riconoscimenti. Sue poesie sono apparse di recente su "Gradiva", rivista internazionale di poesia, Leo S. Olschki editore, Firenze. Per i tipi di Di Buono edizioni, nel 2015 ha pubblicato la raccolta di poesie "L'anima e il tempo".

Redazione Nove da Firenze