Rubrica — LifeStyle

L’eccellenza del tessile per la casa riparte da Firenze

Firenze Home Texstyle fino a lunedi alla Fortezza da Basso


Firenze, 2 febbraio 2019- Partita in grande stile alla Fortezza da Basso FIRENZE HOME TEXSTYLE, la nuova fiera sulle collezioni di biancheria per la casa e nautica. Presenti alla cerimonia inaugurale il presidente di Firenze Fiera, Leonardo Bassilichi il presidente della Camera di Commercio di Pistoia. Stefano Morandi, l’assessore regionale alle attività produttive, Stefano Ciuoffo ed altre autorità e istituzioni toscane.

“Firenze punta a diventare una piattaforma sempre più attrattiva in Italia per il lancio e lo sviluppo delle eccellenze del made in Italy, l’inaugurazione di Home TexStyle va in questa direzione”, ha commentato Leonardo Bassilichi. “Siamo riusciti a riportare a casa, grazie al lavoro comune con soggetti pubblici e privati, le imprese di altissimo profilo in un settore importantissimo che mancava da anni alla Fortezza da Basso. Ed è soltanto l’inizio, considerando che ad aprile sarà la volta di MIDA2019, la nuova mostra internazionale dell’artigianato e che abbiamo portato a Firenze la più importante manifestazione sulla scuola e l’educazione: Didacta".

“La Toscana oggi con queste due fiere in contemporanea si rappresenta come sistema integrato – ha dichiarato l’assessore regionale Stefano Ciuffo – Lo fa valorizzando le sue eccellenze, recuperando memoria, storia e tradizione. Produrre in Toscana – ha concluso – significa anche produrre un messaggio, un valore in più alla materialità delle nostre produzioni”.

Ampia la partecipazione di buyer, operatori, giornalisti, fotografi e infuencer che hanno affollato da subito l’area sfilate dove si è svolto il Glamour Show fermandosi poi in visita ai vari stand.

Nel filo della tradizione e dell’innovazione la ditta Busatti di Anghiari (antica tessitura nata ufficialmente nel 1842 ma operosa già nel Settecento quando le truppe napoleoniche invasero la Valtiberina, iscritta all’Unione delle Imprese Storiche Italiane), porta in fiera la sua ultimissima produzione. Filati di primissima qualità e rigorosamente in fibra naturale: cotone ritorto, lino a lungo tiglio e pura lana dell'Appennino, dell'Alta Umbria e del Casentino.Ci sono anche le nuove proposte di Stefano Sassolini, 32 anni, appartenente alla ottava generazione di tessitori di famiglia: tovagliati in azzurro pallido ottenuto dalla lavorazione del ‘guado’ o 'gualdo', una pianta speciale coltivata nella vallata aretina, con effetti cromatici particolarissimi, gli stessi che scelse Pier della Francesca per il caldo ed avvolgente manto della Madonna del Parto di Monterchi. Fra gli ultimi lavori anche una tovaglia lunga venti metri per la festa di una Rothschild a Siena.

“Partecipare a Home Texstyle rappresenta per me un ritorno graditissimo a Firenze dove in passato ho partecipato a varie edizioni di Pitti Casa – afferma Mario Arcangeli titolare di Mastro Raphael che a Spoleto produce, grazie ad un perfetto mix fra artigianalità e know how tecnologico all’avanguardia, prodotti di altissima qualità rivolti ad un mercato internazionale con a capo Francia, Svizzera, Germania, ma anche Stati Uniti, Paesi del Golfo e Cina. Crediamo molto in questa nuova fiera per lo scouting di nuovi clienti ed operatori. Essere presenti significa esserci e dimostrare che siamo una azienda diversa che realizza prodotti unici dando vita ad un’estetica raffinata ed a un sempre nuovo concetto di bellezza emozionale”.

Non potevano mancare gli Artigiani Tappezzieri, presenti in fiera con un ampio stand sotto la sigla CITA (Consociazione Italiana Tappezzieri Arredatori) per testimoniare – con lavorazioni in diretta – che il tappezziere è un mestiere ancora vivo che si fa con passione e che abbraccia molti settori: dalla sedie al sofà classico di design, dalla tenda d’interno alle tende solari, dai letti imbottiti all’auto fino alla nautica. Parola d’ordine: creatività, alta manualità e ricerca sopraffina dei tessili.

Redazione Nove da Firenze