Rubrica — In cucina

La III edizione di Vignaioli di Radda il 24 maggio

Alla manifestazione nel cuore del Chianti, sarà possibile degustare le annate in commercio, ed anche alcune vecchie annate dei 24 vignaioli che si sono riuniti per promuovere un'agricoltura buona per il palato e per la natura


L'Associazione Vignaioli di Radda, che promuove un'agricoltura sostenibile in tutte le sue forme, adottando programmi di coltivazione biologica e/o biodinamica ed utilizzando sostanze e tecniche a minimo impatto ambientale, annuncia la terza edizione dell'attesissimo evento Vignaioli di Radda che si terrà venerdì 24 maggio, dalle ore 14 fino alle ore 20. I wine lovers potranno così conoscere da vicino il territorio di Radda in Chianti ed assaggiare la produzione vinicola dei 24 soci che compongono l'Associazione.

Dalle ore 14 fino alle ore 19 alcune jeep porteranno i visitatori alla scoperta della generosa terra che qui dà vita a vini di altissima qualità, apprezzati in tutto il mondo. Si potrà entrare così nel vivo della produzione enologica che caratterizza questa rinomata area del Chianti Classico ed ammirare la bellezza paesaggistica di questo lembo di Toscana, tra boschi, colline e coltivazioni a marchio made in Italy. Il tour in jeep, della durata di un'ora circa, sarà rivolto ad un numero limitato di persone e solo per prenotazione. Costo 30 euro a persona.

Dalle ore 14 fino alle ore 20, a la Casa Chianti Classico a Radda, inizierà la degustazione delle etichette dei 24 soci dell'Associazione, che quest'anno vedrà, grazie alla collaborazione con Life of Wine on Tour - marchio a firma Studio Umami che promuove i vini dal lungo percorso - un'importante novità. Ai banchi di assaggio, infatti, oltre alle annate in commercio, sarà presentata da ogni produttore una vecchia annata, a dimostrazione che Radda è una zona vocata anche alla produzione di vini che non temono lo scorrere del tempo e che con il passare degli anni sono capaci di offrire nei calici emozioni uniche. Le etichette saranno abbinate a gustosi finger food che accompagneranno i calici per tutto il pomeriggio.

L'evento è però ormai sold out.

Vignaioli di Radda saranno anche i protagonisti della manifestazione promossa dalla Proloco di Radda Radda nel bicchiere”, alla sua 24^ edizione, che si svolgerà a Radda l'1 ed il 2 giugno 2019.

L'Associazione Vignaioli di Radda, costituitasi ufficialmente l'11 settembre 2018, è formata da 24 produttori che si sono uniti per promuovere le eccellenze vitivinicole di quest'area del Chianti Classico. Essi, al di là delle diverse dimensioni aziendali, origini e storie personali, condividono il comune amore per un territorio meraviglioso ed il desiderio di preservarlo e ‘comunicarlo’ in forma coordinata. Rispetto dell’ambiente e della biodiversità, conoscenza dell’area e delle sue tradizioni colturali ed enologiche, vini prodotti da uve del territorio e centralità del Sangiovese: questi sono alcuni dei punti fondamentali contenuti nello Statuto dell’AssociazioneI soci sono: Borgo La Stella, Borgo Salcetino, Brancaia, Cantina Castelvecchi, Caparsa, Castello di Albola, Castello di Monterinaldi, Castello di Radda, Castello di Volpaia, Castello di Monterinaldi, Colle Bereto, Fattoria di Montemaggio, Istine, L’Erta di Radda, Monteraponi, Montevertine, Podere Capaccia, Podere l’Aja, Podere Terreno alla Volpaia, Poggerino, Pruneto, Tenuta Carleone di Castiglioni, Terrabianca, Val delle Corti, VignavecchiaPresidente dell’Associazione è Roberto Bianchi di Val delle Corti, mentre Vice Presidente Martino Manetti di Montevertine.

Redazione Nove da Firenze