Rubrica — La tavola toscana

La Doc Maremma Toscana alla Milano Wine Week

Tre degustazioni guidate


Sarà l’unico Consorzio di una delle Regioni simbolo del mondo del vino italiano presente alla Milano Wine Week. Una piazza prestigiosa di incontro e confronto, di business e relazione, quest’anno ancor di più ampio respiro internazionale. Il Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana si fa portavoce di una “Toscana alternativa” del vino che attrae sempre più l’interesse del mercato e della critica.


Il digital è stato d’aiuto per continuare a lavorare a distanza in questi mesi ma è tempo anche di ripartire nel rispetto delle attuali norme”, afferma Francesco Mazzei, presidente del Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana. “Il confrontarsi quotidianamente con il proprio mercato, i propri competitor e il proprio target è per il nostro settore fondamentale. Abbiamo deciso di essere alla Milano Wine Week - primo evento di settore del 2020 - per dare l’opportunità alle nostre Aziende di sfruttare uno strumento che mette a disposizione un contesto reale, in presenza, e un’amplificazione virtuale attraverso una piattaforma che ci consente di rivolgerci anche a un pubblico internazionale”.

Il Consorzio sarà così protagonista di tre degustazioni guidate che si terranno presso Palazzo Bovara. Gli appuntamenti sono in agenda il 5 Ottobre e tratteranno focus differenti: si va dal Viaggio tra i Rossi autoctoni della Maremma Toscana, un vero e proprio itinerario per conoscere i vini rossi da vitigni autoctoni (ore 14:00). Si scoprirà così che la Toscana oltre che un territorio ricco di storia, vanta anche un’antica tradizione viticola dalla notevole biodiversità, dove non esiste solo il Sangiovese. Degustazione perfetta per palati curiosi. Segue alle 16 l’appuntamento dal titolo: Otto motivi per apprezzare i grandi vitigni rossi internazionali della Maremma Toscana, terra di tradizione certamente, ma dove un terzo della superficie vitata è impiantata con varietà rosse da vitigni internazionali, utilizzate poi in purezza o in blend per dare vita ai super Tuscan! Ideale per i metodici che vogliono argomentare le scelte. Infine l’ultima masterclass è dedicata a uno dei protagonisti dell’estate 2020. Il fenomeno Vermentino: alla scoperta della TOP 10 del Vermentino Grand Prix 2020. Un vitigno che è diventato l’emblema dei vini bianchi della Maremma Toscana. A Luglio si è tenuta la prima edizione del Vermentino Grand Prix e questa è l’occasione per scoprire la fantastica Top Ten dei Vermentini DOC Maremma. Appuntamento alle ore 20:45 per consentire anche il collegamento con New York dove siederanno buyer, importatori, esperti di settore e giornalisti.

Oltre agli eventi su invito per la stampa e gli addetti ai lavori, la Maremma Toscana si racconta anche ai wine lovers con un banco d’assaggio il 7 Ottobre dalle 16 alle 20, al Babila Building – in Corso Venezia 2 – per degustazioni in piena sicurezza, dove sarà possibile assaggiare i vini raccontati durante le masterclass.

Il Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana – nato nel 2014 – conta oggi 313 aziende associate che vinificano le proprie uve e imbottigliano i propri vini - per un totale di circa 6 milioni di bottiglie prodotte all’anno. E tra i suoi obiettivi ha anche quello di promuovere la qualità dei suoi vini. Nel calendario 2020 la Milano Wine Week è indubbiamente uno strumento funzionale: alla sua terza edizione torna trasformandosi in una Digital Wine Fair con un incremento di contenuti e con l’obiettivo di connettere professionisti e buyers di tutto il mondo. Ancora più significativa è la partecipazione in veste di unico rappresentante consortile della Toscana del vino.

Redazione Nove da Firenze