Incidente in viale Matteotti: muore una donna di 78 anni

Stamani anche tre feriti. Episodio di sciacallaggio ai danni di una donna che si era fermata per i soccorsi: i vigili bloccano una scippatore. In un mese 15 sanzioni grazie allo scout speed: sui Viali dei Colli multata una Ferrari. Risanamenti stradali: il programma di interventi su carreggiate e marciapiedi. L’assessore Giorgetti: “In due mesi e mezzo la Sas ha coperto 2.800 buche”. La Polizia Municipale in sciopero il 5 giugno


Incidente mortale, stamani poco prima delle 10, sul viale Matteotti angolo via La Marmora in direzione Piazzale Donatello: una donna di 78 anni è morta e tre persone sono rimaste ferite, tra cui la figlia di lei di 53 anni. La signora che pedalava sulla ciclabile di viale Matteotti è stata investita e uccisa a seguito dello scontro. Il traffico è stato notevolmente penalizzato anche perché è stato necessario chiudere la zona per alcune ore per i rilievi, deviando le auto da piazza Libertà in via Isidoro del Lungo. Sul posto anche la polizia municipale. Secondo quanto stabilito, due auto, una Toyota condotta da un uomo e una Dacia Duster guidata da una donna, si sono scontrate sul viale per cause ancora ignote e la Dacia è andata a finire contro il palo di un semaforo abbattendolo. Il semaforo è finito addosso ai pedoni uccidendo la 78enne sul colpo. I due conducenti delle auto saranno sottoposti al pretest dell’alcol.

Ancora una volta un drammatico incidente stradale vede una ciclista uccisa da un'automobile. Nell'arco di due anni, due persone hanno perso la vita mentre pedalavano su percorsi protetti, a causa di violenti incidenti automobilistici. Il 5 gennaio 2014, un uomo mentre pedalava sull'attraversamento ciclabile in viale Strozzi fu investito e ucciso; oggi, 21 maggio 2016, la sciagura si è ripetuta.

Episodio di sciacallaggio, sul luogo dell'incidente mortale. Una donna che stava assistendo ai soccorsi è stata scippata da un giovane colombiano. La scena è stata però notata da altre persone ferme sul luogo dell'incidente che hanno dato l'allarme. Il colombiano è stato subito fermato dalla polizia municipale, presente sul posto per i rilievi dell'incidente, e affidato alla polizia.

I ciclisti non sono al sicuro nemmeno sulle piste ciclabili, se non si interviene anche sul traffico veicolare ed in particolare sulla riduzione della velocità dei veicoli. "Spesso FirenzeInBici si è sentita ripetere che i ciclisti rappresentano un "pericolo" - riflette Luca Polverini, vicepresidente di FIAB FirenzeInBici - sta di fatto che gli incidenti mortali sono in ambedue i casi stati provocati da auto, e non il contrario. La mobilità nuova avanza ovunque, a grandi passi: l'Amministrazione deve prenderne atto e agire di conseguenza, con azioni mitigatrici sul traffico automobilistico, aumentando le Zone 30, installando dissuasori per la velocità, aumentando le corsi protette per chi sceglie di spostarsi con la bicicletta." Secondo FIAB FirenzeInBici non c'e' tempo da perdere: quello che rende veramente Green una città come Firenze, non è il numero delle colonnine per la ricarica per auto elettriche, ma la tutela che offre alle decine di migliaia di pedoni e ciclisti che già oggi si spostano nel rispetto dell'ambiente.

Viali dei Colli trasformati in una pista da corsa per una Ferrari, sorpresa stamani dalla polizia municipale grazie allo scout speed. La macchina sportiva è stata colta in flagrante mentre percorreva il viale Galilei a 70 chilometri all’ora, superando il limite di velocità di oltre 20 chilometri orari, ed appartiene a una società che effettua il noleggio con conducente al piazzale Michelangelo. A carico del conducente della Ferrari, un dipendente dalla società stessa, è stata quindi comminata una multa di 169 euro e sono stati tolti tre punti dalla patente. Il controllo di stamani si inserisce in blitz articolati nella zona che solo nell’ultimo mese hanno rilevato una quindicina di sanzioni.
Gli interventi della polizia municipale nascono dopo i reclami dei residenti al reparto territoriale di Porta Romana per superamento dei limiti di velocità da parte dei veicoli sul viale Michelangelo e sul Viale Galilei. I controlli sono stati effettuati dal personale del reparto Tecnologie di Supporto e dal reparto Territoriale di Porta Romana, che ha operato attraverso l'utilizzo e la costante consultazione dell'apparecchio scout speed.
Le multe sono state varie: 5 per mancata revisione del veicolo; una per conducente residente in Italia da più di un anno ma con patente estera; 5 per mancata esibizione dei documenti; 3 violazioni per superamento dei limiti di velocità di non oltre 10 km/h e una violazione per superamento dei limiti di velocità di oltre 10 km/h.

“L’attenzione dell’Amministrazione per lo stato di salute di strade, marciapiedi e piazze è massima. Basta scorrere l’elenco degli interventi effettuati nelle ultime settimane e soprattutto quello dei prossimi mesi. Si tratta di una quantità davvero notevole di lavori di rifacimento che interesseranno tutta la città, dal centro alle periferie. In sede di bilancio avevamo annunciato investimenti mirati per rifare strade e piazze, un impegno che stiamo rispettando”. È quanto sottolinea l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti facendo il punto dei ripristini puntuali della Sas, dei rifacimenti delle carreggiata a seguito di interventi sui sottoservizi e lavori programmati e finanziati dall’Amministrazione comunale.

Per quanto riguarda le buche, da marzo a metà maggio gli addetti della Sas hanno coperto circa 2.800 buche, effettuato 135 riprese a caldo e rifatto circa 1.800 metri quadrati di asfaltatura. In dettaglio a marzo sono state coperte circa mille buche, una cinquantina riprese a caldo (per un totale di 425 metri quadrati di pavimentazione ripristinata) mentre le asfaltature hanno interessato 685 metri quadrati. In aprile le buche coperte sono state circa 1.200 mentre riprese a caldo sono state sempre una cinquantina (450 metri quadrati circa di carreggiata riparata). Per quanto riguarda maggio, nei primi quindici giorni sono state coperte circa 600 buche cui si aggiungono 35 riprese a caldo (corrispondenti a 330 metri quadrati di pavimentazione risistemata) e i 685 metri quadrati di asfaltatura. Nel prossimo mese la Sas ha in programma un’ulteriore trentina di interventi con il ripristino di un migliaio di buche e il rifacimento di circa 2.500 metri quadrati di asfalto. Tra i lavori già previsti quelli in piazza Indipendenza (carreggiata), piazza della Libertà, viale Matteotti, via La Marmora, via degli Orti Oricellari, via Toselli (anche marciapiedi), via Maragliano, viale del Galoppo e via del Visarno, via Valfonda e viale Strozzi, piazzale Donatello, via Marsilio Ficino, viale Lavagnini, via Leone X, viale Lorenzo il Magnifico. Gli interventi puntuali della Sas si aggiungono ai ripristini effettuati dalle società come Toscana Energia e Publiacqua a seguito di cantieri sui sottoservizi e ai lavori programmati dell’Amministrazione. Rientrano nella prima categoria, per esempio, i lavori di rifacimento che inizieranno lunedì in Borgo San Jacopo e a giugno in via La Farina e via Masaccio) e quelli effettuate nei giorni e settimane scorsi in via di San Domenico, via delle Cinque Vie, via Magenta e lungarno Vespucci, via Pisana. Per quanto riguarda gli interventi predisposti dall’Amministrazione, sono terminati da poco i rifacimenti del lastrico in piazza San Martino, via Dante, via del Parioncino, mentre sono ancora in corso quelli in via dei Leoni e via dei Coverelli. Molto ricco poi il programma di interventi che prenderanno il via tra la fine di maggio e i mesi estivi. Stanno infatti per partire lavori per 300mila euro nel Quartiere 1 (per esempio in via Ridolfi, via dei Gori, via Guicciardini), saranno invece 550mila euro i fondi destinati complessivamente agli interventi nei Quartieri 2 e 3 (tra cui via Aretina Nuova, viale Fanti, viale Milton e ancora il viadotto Marco Polo, via Chiantigiana, piazza Francia, via delle Lame, via Coluccio Salutati, via Giovanni delle Bande Nere), e altrettanti nei Quartiere 4 e 5 (per esempio via Lunga, viale Etruria, via Foggini, via Andrea da Pontedera e poi via di Serpiolle, via Zoroastro da Peretola). E se allunghiamo l’orizzonte, per quanto riguarda il Quartiere 1 stanno per andare in gara i lavori di via dei Serragli, il rifacimento dei lastrici in via Orsanmichele, via San Giuseppe, via dei Mozzi, il ripristino temporaneo di piazza del Carmine (in attesa del rifacimento totale e definitivo in programma per l’inizio dell’anno prossimo), via della Colonna, via Venezia, via Micheli, via Modena, via Cherubini. In autunno sarà bandita la gara anche per piazza della Repubblica mentre saranno effettuati i lavori in piazza San Marco e piazza dei Nerli. Già programmati per il 2016 anche ulteriori interventi negli altri quartieri. Solo per citarne alcuni: nel Quartiere 2 via Faentina, via Lungo Il Mugnone, via del Andrea del Sarto e via del Mezzetta; nel Quartiere 3 via Benedetto Croce, lungarno Ferrucci, via delle Romite, via di Villamagna; nel Quartiere 4 lungarno dei Pioppi, viale Canova, via Pisana e strade limitrofe; nel Quartiere 5 via Circondaria, viale XI Agosto, via Vasco de Gama, via San Piero a Quaracchi e strade limitrofe.

E' fissato per il prossimo 5 giugno il primo di una serie di scioperi della Polizia Municipale del Comune di Firenze. Fallito il tentativo di conciliazione tra le parti in Prefettura, così come prevede la legge, la Rsu del Comune ha dato seguito a quanto già annunciato nell'assemblea del 4 maggio scorso: l'astensione al lavoro durerà per l'intera giornata. "Non c'è stata nessuna risposta da pare del Comune di Firenze alle nostre richieste - è la posizione della Rsu - Gli operatori della polizia municipale non sono in grado di sostenere una situazione in cui da una parte manca il personale e dall'altra si taglia parte del salario. Adesso è arrivato il momento di far sentire la nostra voce per denunciare con forza la totale inefficienza e inadeguatezza del Comando dei Vigili Urbani.".

Redazione Nove da Firenze