Rubrica — In cucina

In corso in Toscana la settimana della celiachia

A Prato menù speciale servito in 22 scuole primarie, come nelle mense scolastiche di Bagno a Ripoli e Lastra a Signa


E' in corso sino al 20 maggio la settimana della celiachia. Saranno 46 i Comuni toscani che parteciperanno quest'anno, coinvolgendo un totale di oltre 70.000 bambini ed adulti, con l’intento di sensibilizzare tutti gli utenti sul tema della celiachia.

Risotto agli asparagi di filiera corta, hamburger e sfoglie di mais. Nelle scuole di Bagno a Ripoli si festeggerà così il “Celiachia Day” in programma il prossimo 17 maggio: con un menù completamente “gluten free” preparato appositamente da Siaf, la società di refezione del Comune, e portato in tavola per tutti i 1800 alunni del territorio tra nidi, materne, scuole primarie e medie. A Bagno a Ripoli viene proposta per il secondo anno di fila. Solo un tassello, in realtà, di un più ampio percorso di educazione alimentare nelle scuole che già da tempo coinvolge attivamente insegnanti, studenti, famiglie, istituzioni, operatori del settore e associazioni, con tante iniziative, tra laboratori, incontri e attività benefiche contro gli sprechi alimentari. Giovedì prossimo, dopo il risotto e i medaglioni di tacchino (preparati con un impasto di carne e pane senza glutine), saranno messi in tavola carote baby crude, sfoglie preparate con mais di produzione locale e frutta. Oltre al menù “gluten free” per tutti i bambini, saranno attivate una serie di procedure che consentiranno anche ai bambini celiaci di consumare il pranzo senza avere contenitori sigillati a loro dedicati, come invece accade solitamente. Recentemente inoltre il Comune ha acquistato nuove attrezzature dedicate esclusivamente alla preparazione e somministrazione di pasti “gluten free”. Per i bimbi celiaci, dal mese di aprile, viene preparato il pane quotidianamente dalle cucine scolastiche, vengono consegnati i pasti direttamente in contenitori termici dedicati che consentono di mantenere la temperatura adeguata anche a queste pietanze e sono stati inseriti forni a microonde per le monoporzioni in tutte le scuole e nidi con bimbi intolleranti al glutine. Lo scorso marzo, inoltre, Siaf ha organizzato una formazione specifica sulla celiachia, sull’uso del microonde e sulle tutele necessarie per evitare contaminazioni, a cui hanno partecipato il personale di sporzionamento Siaf, il personale della scuola Santa Maria all’Antella e quello della cooperativa Arca.

Il Comune di Lastra a Signa aderisce alla Giornata senza glutine nelle mense scolastiche promossa dall'Associazione Italiana Celiachia, che prevede un menù gluten free per tutti i bambini che usufruiscono del servizio di ristorazione scolastica. E' stato individuato il giorno venerdì 18 maggio per proporre a tutti i bambini che frequentano le scuole dell'infanzia e primarie un menù a base di alimenti che per loro natura sono senza glutine: risotto alle zucchine, coscia di pollo al forno (per le primarie) o bocconcini di pollo al forno (per le scuole d'infanzia), bieta e/o spinaci saltati, patate all'olio, frutta. L'iniziativa ha lo scopo di proporre un'esperienza di totale condivisione fra i bambini, in modo da sensibilizzarli sul tema della celiachia e della dieta senza glutine, proprio in un momento importante della loro giornata come è quello dello stare a tavola. Agli alunni delle scuole primarie verrà consegnato un segnalibro a tema.

Domani, mercoledì 16 maggio, il Comune di Prato aderirà alla giornata "Tutti a tavola, tutti insieme: un menù senza glutine", promossa dalla sezione regionale dell'Associazione Italiana Celiachia. Saranno coinvolte 22 scuole primarie, per un totale di circa 6.685 persone fra bambini ed adulti, fra cui 54 soggetti celiaci. Il menù del giorno sarà composto da cibi naturalmente privi di glutine, e comprenderà crema estiva con riso, prosciutto cotto, patate arrosto, gallette di riso e succo di frutta all’arancia 100% biologico.

Redazione Nove da Firenze