Rubrica — La tavola toscana

Il Vermouth del Mugello

Fotogallery Alessandro Rella - Photo Press

Alle molte specialità Mugellane da gustare, tortelli di patate al ragù, sugo d’anatra o sugo di cinghiale se ne aggiunge anche una nuovissima da bere


Il Mugello un piccolo ma ricchissimo angolo di Toscana, alle porte di Firenze noto a tutti per il suo autodromo internazionale, per le molteplici attrazioni storiche, per il Lago di Bilancino e per la gustosa cucina, ora ha un motivo in più per essere visitata!

Dal sogno di un gruppo di amici da sempre Francesco, Domenico, Lorenzo, Fabio, Tommaso e Benedetta giovani imprenditori della zona nasce un prodotto unico. 

Il Vermouth del Mugello è realizzato partendo dalla fortificazione di un Vermentino prodotto nella zona. A questo è stato aggiunto alcool purissimo e di raffinata distillazione con il quale arriva a 15°. Ma non basta! Il Vermouth del Mugello è costruito anche dall’infusione di una quindicina tra erbe aromatiche e officinali. Esse sono state sapientemente equilibrate così da ben sposarsi con lo zucchero.

All’occhio si presenta di colore giallo paglierino. Al naso identifichiamo subito gli aromi tropicali e l’assenzio, mentre il gusto amaricante rimbalza tra tonalità chinate e di liquirizia.

Tra gli ingredienti, sicuramente interessante la presenza di zafferano, coltivato direttamente in Mugello. Lo zafferano del Mugello contribuisce a render il gusto morbido, equilibrato e piacevole. Il finale lungo e deciso, si porta dietro una scia lievemente amarognola di genziana.


Nella versione classica viene servito in un bicchiere con cubetti di ghiaccio (da provare anche senza ghiaccio, però servito ghiacciato, NDR) completato con una scorza di arancia o pompelmo rosa. In miscelazione non perde le sue caratteristiche, perfetto in un Negroni bianco, Hanky Panky e Martinez.Perfetto a fine pasto in abbinamento con dolci, biscotti e cioccolato amaro.

La tavola toscana — rubrica a cura di Alessandro Rella

Alessandro Rella

Alessandro Rella — Fiorentino. Coltiva fin da ragazzo un autentico interesse per la fotografia. Ad oggi, per lavoro, fotografa pietre, perle e gioielli. Per Nove da Firenze segue gli eventi che animano il territorio

E-mail: spettacolo@nove.firenze.it