Rubrica — In cucina

A Chianciano Terme il 5 maggio 2018 Fiera del Pane

Nel centro storico va in scena il baratto del lievito madre e si potrà scegliere fra 80 ‘cuccioli’ di lievito madre: 40 maschi di nome Peppe e 40 femmine di nome Jolanda


Chianciano Terme si trasforma in fiera e diventa la capitale italiana del pane. Sabato 5 maggio torna l’appuntamento con la quarta edizione della Fiera del Pane, la rassegna che punta alla valorizzazione di uno dei prodotti principi della nostra alimentazione. Per le vie del centro storico (dalle ore 10 fino a sera) spazio al pane e i prodotti del territorio, laboratori per approfondire le tecniche di panificazione e quelle di degustazione. Con un ospite speciale: il lievito madre. Sarà infatti presente la prima Banca del lievito madre nata il 13 febbraio 2011 a Perugia grazie alle Residenze l’Alberata. Sarà possibile scegliere tra 80 ‘cuccioli’ di lievito madre 40 maschi di nome ‘Peppe’ e 40 femmine di nome ‘Jolanda’. La Banca del Lievito Madre è aperta a tutte le persone che hanno voglia di iniziare a panificare utilizzando il lievito naturale, a coloro che lo fanno già ma non stanno ottenendo il risultato sperato, a chi vuole regalare a qualcuno l'emozione di prendersi cura di un panetto di lievito madre e vederlo crescere a dismisura, a chi vuole rallentare e godersi tutti i piaceri di una vita slow. Oppure sarà possibile effettuare il baratto del pregiato lievito, semplicemente portando un vasetto sigillato del proprio e prelevando quello lasciato da altri amanti del lievito. Non mancherà un approfondimento sui ‘pici’ pasta tradizionale del sud della provincia di Siena fatta a mano. L’evento è organizzato dal Centro Commerciale Naturale in collaborazione con l'Istituto alberghiero P. Artusi, Amatori Pici Chianciano e il patrocinio del Comune di Chianciano Terme.

«Il pane – spiega Elena Intonti, presidente del CCN di Chianciano Terme – è l’emblema del rapporto uomo-cibo, ed è senza dubbio, nelle culture cerealicole europee, il prodotto più rappresentativo: alimento quotidiano e simbolo, un gradino appena sotto l’olio della Dieta Mediterranea. L’obiettivo di questa rassegna è quello di marcare lo stretto legame tra il nostro territorio che vanta una tradizione cerealicola unica e straordinaria e l’opera dell’uomo nella trasformazione del prodotto».

Il programma Dalle ore 10 e durante la giornata panificazione a cura dell’Istituto Alberghiero Pellegrino Artusi di Chianciano Terme in collaborazione con il panificio fratelli Ciardi di Arezzo. Alle ore 11 laboratorio di ‘Pici’ per i bambini delle scuole elementari De Amicis curato da Amatori Pici Chianciano. Alle 11.30 Concorso dell’Istituto Alberghiero Pellegrino Artusi sul tema ‘Panino da Chef’ e premiazione, mentre alle ore 12.45 e fino alle ore 14 ‘Ristorante aperto’ con menù a base di schiacciata, pizza, ciaccia fritta e companatico (a pagamento). Alle ore 15 laboratorio di ‘pici’ per i bambini delle scuole elementari Mencarelli curato da Amatori pici Chianciano e dalle ore 16 in poi laboratorio di cucina per bambini con Giulia Brandi concorrente Masterchef 6. Alle 16.30 merenda per bambini (gratuita) a cura del Panificio fratelli Ciardi di Arezzo e alle ore 17 laboratorio di pici con assaggio di Pici con le briciole a cura di Amatori pici Chianciano. Info +39 328 3645673.

Redazione Nove da Firenze