Rubrica — Spettacolo

Emidio Clementi e Milo De Angelis ospiti di “In Flore”, festival in cui cantautori italiani incontrano i propri scrittori di riferimento

In Flore

Venerdì 24 maggio ore 18, al Parc - Parc Performing Arts Research Centre, Ex Scuderie Granducali nel Parco delle Cascine di Firenze. Ingresso libero


Saranno Emidio Clementi, leader della storica band Massimo Volume, e il poeta Milo De Angelis, i protagonisti del secondo appuntamento di In Flore, il festival in cui i cantautori italiani incontrano i propri scrittori di riferimento, in programma venerdì 24 maggio alle ore 18 al PARC- Performing Arts Research Centre (Ex Scuderie Gran Ducaliin Piazza delle Cascine).

Il progetto a cura dell’Associazione Arci SassiScritti, in collaborazione con Fondazione Fabbrica Europa, si inserisce nell’ambito dell’Estate Fiorentina 2019, sostenuta dal Comune di Firenze. Quattro appuntamenti di incontro e ascolto tra assaggi musicali e letture, in cui il pubblico sarà accompagnato in imprevedibili “fioriture” per entrare nelle atmosfere di brani, romanzi, racconti e versi.

Venerdì 24 maggio alle ore 18 Emidio Clementi, dialogherà con Milo De Angelis. La particolarità di questo incontro sta proprio nella scelta del cantautore stesso di interfacciarsi con un autore capitale per il proprio lavoro sul linguaggio. Dal canto suo, De Angelis ha apprezzato il lavoro di scrittura di Clementi già dalla raccolta ‘La ragione delle mani’ del 2012. Entrambi appassionati e profondi lettori, oltre che autori, sono accumunati da una ricerca sulla parola declinata, visti i loro diversi talenti, in più arti: dalla musica, alla letteratura, alla recitazione.

Il festival proseguirà a settembre con un incontro tra la cantautrice Cristina Donà, dagli anni Novanta tra le voci più originali della scena musicale italiana e Anna Toscano, poetessa, giornalista e conduttrice radiofonica. Gran finale con un quarto ed ultimo appuntamento che sarà svelato prossimamente.

A moderare i dialoghi Azzurra d’Agostino, poetessa, scrittrice e presidente dell’Associazione SassiScritti. “Da sempre musica e letteratura, incontrandosi e riconoscendosi polline l’una dell’altra, hanno dato vita a importanti creazioni e fioriture nel segno della parola. – dichiara la d’Agostino - E proprio su questo tema si incentrano i quattro appuntamenti tra cantautori e scrittori, artisti tra i più attenti e accorti nella scelta delle parole. Sarà l’occasione di vedere un cantautore alle prese con le domande più inaspettate nei confronti di un autore che lo ha influenzato, raccontando la nascita di un testo letterario e di come questo sia diventato fonte di ispirazione per la composizione di una canzone, o come l’atmosfera di un romanzo si sia depositata in un album”.

L'associazione SassiScritti da 10 anni organizza “L'importanza di essere piccoli”, festival che riabita i borghi e i boschi dell'Appennino tosco-emiliano con musica e poesia. L’associazione ha ideato il festival “In Flore” come un percorso che da maggio, momento culmine della fioritura, si conclude a settembre, con il dischiudersi degli ultimi boccioli.

La sede scelta, PARC - Performing Arts Research Centre presso le Ex Scuderie Granducali nel piazzale delle Cascine, è uno dei nuovi luoghi della cultura a Firenze una “piazza fuori dalla città” (accessibile a piedi, con tranvia, bicicletta, auto) il posto migliore per vivere ascoltare queste conversazioni inedite immersi nella natura.

Redazione Nove da Firenze