Natale a Firenze: tutto in una settimana

Accesso l'albero di Natale nel Palazzo del Pegaso. Inaugurati i presepi artigianali. La Casa di Babbo Natale, Natale a Sonoria con festa di compleanno di BiblioteCanova Isolotto e infine Concerto natalizio dell’Associazione Musicale F. Landini. Concerto di Natale e piece teatrale per i più piccoli al Teatro del Borgo


Sono iniziati gli eventi del Natale di Firenze. Un albero di Natale come simbolo e auspicio di convivenza pacifica tra culture e religioni diverse. È quello che è stato inaugurato nel cortile del Palazzo del Pegaso in via Cavour 4, sede del Consiglio Regionale della Toscana. È alto oltre tre metri, interamente realizzato in legno e - come vuole ormai una tradizione iniziata nel 2015 - è stato costruito grazie al laboratorio di falegnameria organizzato dalla cooperativa Il Cenacolo a cui hanno partecipato gli ospiti del Centro Sistema Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati di Dicomano e del Centro di Accoglienza Straordinaria di Fiesole. All'inaugurazione hanno partecipato il presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani, la presidente dell'Istituto degli Innocenti Maria Grazia Giuffrida e la madre generale delle suore Serve di Maria di via Faentina a Firenze. Ad accompagnare l'accensione dell'albero il Coro Novecento di Fiesole, nel quale sono inseriti anche alcuni migranti. La cooperativa Il Cenacolo organizza laboratori esperienziali con i beneficiari dei propri progetti, con lo scopo di far acquisire ai migranti competenze professionali che serviranno loro in futuro per l'ingresso nel mondo per lavoro e con l'intento di collaborare con operatori e imprese nell'ottica di un'integrazione che parta dal centro di accoglienza con ritorni positivi su tutto il territorio.

Taglio del nastro, questa mattina 17 dicembre, per i cinque presepi artigianali messi a punto dal centro diurno per disabili Cui di Prato e allestiti al primo piano di palazzo del Pegaso. Il presidente dell’Assemblea toscana, Eugenio Giani, ha sottolineato che “il presepe fa parte della nostra tradizione ed è dunque giusto che in questo periodo trovi posto negli spazi pubblici”. L’attività dei presepi artigianali è, infatti, una delle particolarità del centro diurno di Prato. Iniziata da oltre 15 anni, ha coinvolto con il tempo tutti gli utenti del centro, che lavorano alla progettazione e alla realizzazione per buona parte dell’anno utilizzando, a seconda della tipologia scelta, ogni tipo di materiale.

Come ogni anno, la Comunità Agostiniana di Firenze è lieta di invitarvi al Concerto di Natale a favore dei bambini malati dell'Apurìmac (Perù). Il 19 dicembre alle ore 19 presso la Basilica di Santo Spirito si terrà il concerto del coro "Menura Vocal Ensemble" diretto dal Maestro Edoardo Materassi.Il ricavato del Concerto sarà interamente destinato ai bambini malati della Missione Agostiniana di Apurìmac in Perù.

Tre grandi eventi per grandi e piccini riempiono, fra 20 e 23 dicembre, il Natale al Quartiere 4. Tante le novità e le occasioni di divertimento e condivisione: La Casa di Babbo Natale dal 20 al 23, Natale a Sonoria e festa di compleanno di BiblioteCanova il 21, Concerto natalizio dell’Associazione Musicale F. Landini il 22.

Concerto di Natale alle ore 18 e piece teatrale, "Un Regalo per Babbo Natale", alle ore 21, sabato 22 dicembre 2018 al Teatro del Borgo a San Bartolo a Cintoia (via di San Bartolo a Cintoia, 97).Il Concerto sarà tenuto dall'Orchestra del Campus nazionale dei Licei musicali, diretta da Marco Papeschi, mentre "Un regalo per Babbo Natale" è un'opera teatrale dedicata i più piccoli scritta dallo stesso Papeschi per 15 bambini che ne saranno i protagonisti in veste di attori. Una piece teatrale, dunque, per bambini da bambini.

Cresce l’attesa per conoscere il suggestivo scenario del Presepe nella Chiesa di San Pietro a Lecore, nel comune di Signa (Fi). Ogni Santo Natale viene utilizzato un materiale inconsueto per allestire una struggente Natività: negli ultimi anni sono state usate radici di alberi, fette di pane secco, frammenti di vetro colorato e bende di stoffa, quest’anno il materiale viene dal mare e ricorda la vita che si svolgeva sul Lago di Tiberiade al tempo di Gesu’. Questo presepe si propone agli spettatori come una immedesimazione con chi ha incontrato il figlio di Dio e gli ha cambiato la vita, indicandogli dove guardare e di chi fidarsi per sopravvivere ai problemi quotidiani, ai turbamenti dell’anima, alle domande profonde ed esistenziali. Il personaggio che ci accompagnerà in questa catechesi sarà San Pietro, che ha dovuto vivere sulla sua pelle cosa vuol dire “Fidarsi di uno sguardo che cambia la vita”, titolo del Presepe2018, un uomo che dopo quell’incontro lascia tutto per seguirlo fino al martirio. Il Presepe di Lecore negli anni e’ atteso da oltre 15000 visitatori che da tutta la Toscana iniziano a chiedere e domandare informazioni del presepe gia’ dopo l’estate. La realizzazione e’ affidata ad un team affiatato di 10 persone che si destreggiano fra scatole di cartone, cavi elettrici, tavole di legno per la impalcature aeree e gli allestimenti luminosi e sonori. Ognuno porta la sua esperienza personale e le sue capacità artigianali, abilmente e sapientemente guidate da Sauro Mari che con le sue idee ogni anno sorprende e colpisce ogni persona che varca la porta della Chiesa, e permette di rimanere incantati dall’imponente scenario che coinvolge fino al Crocifisso ligneo, parte integrante del Presepe stesso.

In occasione delle festività natalizie la Comunità Parrocchiale di Santa Brigida, con il patrocinio del Comune di Pontassieve organizza la manifestazione “Natale a Santa Brigida”. L’evento principale della Festa sarà la realizzazione del PRESEPE VIVENTE, la cui prima edizione risale al 1984. La rappresentazione coinvolgerà più di 40 figuranti che si muoveranno in una scenografia molto suggestiva, con giochi di luce, costumi e musiche. Il Presepe Vivente si svolge all’aperto, a valle della Chiesa parrocchiale in una sorta di anfiteatro naturale, un saliscendi di terreni immersi nel verde, dove verrà ricostruito sia il villaggio di Betlemme che la capanna dove nascerà Gesù. Non mancheranno il bue e l’asinello, oltre a pecore ed agnelli che accompagneranno i pastori nel loro viaggio verso il Bambin Gesù. Il tutto accompagnato da musiche tradizionali e da una voce narrante fuori campo, ispirata al Vangelo di Luca. La rappresentazione si svolgerà la vigilia di Natale, il 24 dicembre alle ore 21,30 ed il 26 dicembre e 6 gennaio alle ore 18,00. Il 6 gennaio, oltre al Presepe Vivente, la comunità parrocchiale di Santa Brigida organizzerà anche la “Festa della Befana”, a partire dalle ore, 15,00= con animazioni e sorprese per tutti i bambini: la Befana in persona distribuirà dolci e chicche a tutti i bimbi presenti. La musica in strada allieterà la Festa. La Manifestazione sarà arricchita dai Mercatini di Natale, con vendita di dolciumi. Esposizione di più di trenta Presepi artigianali, esposti in speciali teche di legno lungo le strade del paese, in Chiesa e nei saloni parrocchiali.

Redazione Nove da Firenze