Rubrica — Pugilato

Il 26 Aprile la Grande Boxe torna a Firenze, un approfondimento sui protagonisti della serata del Tuscany Hall

I tre match titolati di Turchi, Fiordigiglio e Riguccini ed un bentornato ad Obbadi


Grande serata: Il 26 Aprile si terrà la terza serata italiana del sodalizio composto da Opi since 82, Matchroom e Dazn e per la seconda volta la sede sarà Firenze. Gli organizzatori puntano sulla tradizione fiorentina del pugilato, sul talento e la visibilità di Fabio Turchi, che disputerà uno dei tre titoli in programma, ma anche sulla forza di Fiordigiglio e Riguccini, che si batteranno per gli altri due titoli previsti. Senza dimenticarsi di Mohammed Obbadi, che tornerà a combattere a Firenze, dopo la riconquista del titolo del titolo dell’Unione Europea del maggio del 2018; di Devis Boschiero, ed ovviamente di Emanuele Blandamura, Matteo Signani e Mirko Natalizi.

I tre Titoli:

Fabio Turchi: dopo aver difeso la cintura WBC International Silver a Novembre sconfiggendo per KO al settimo round Tony Conquest, avrà l’opportunità di combattere per il titolo assoluto internazionale, contro il francese Jan Jacques Olivier. Una cintura che lo porterebbe - come si legge sul suo profilo facebook - “ad entrare nei primi 15 del ranking ed essere finalmente un possibile sfidante per il titolo mondiale”. La scelta di puntare su Olivier fa pensare ad una strategia oculata ed improntata ai piccoli passi, da parte del sodalizio Opi since 82, Matchroom, per la carriera del loro assistito. Scelta agevolata dall’ancora giovane età di Fabio e dalla possibilità di inserirlo nel programma di altri appuntamenti. Al pugile fiorentino il compito di vincere e convincere contro Olivier, per poi continuare il percorso verso la vetta delle graduatorie internazionali.

Orlando Fiordigiglio: Sulla carriera del pugile aretino di adozione pesano le due sconfitte rimediate in occasione dei match per la corona continentale. Attualmente, dopo il secondo stop, Orlando ha ottenuto 3 vittorie consecutive che lo hanno riportato in alto nei ranking mondiali, consentendogli la possibilità di affrontare nuovamente un incontro titolato, l’IBF International dei pesi superwelter. Il suo avversario sarà l’olandese Stephen Danyo, n 6 della classifica IBF, ex Campione Europeo WBO, vanta un record di 15 vittorie, 2 sconfitte e 3 pareggi. In carriera il pugile olandese ha affrontato diversi incontri in Inghilterra, dove ha conquistato il titolo di Campione Europeo WBO. Per il 34enne Fiordigiglio, il match del 26 Aprile è una tappa importantissima, per continuare a scalare le classifiche ed avere altre chance per match di alto profilo.

Alessandro Riguccini: Suscita molta curiosità nell’ambiente il match del pugile toscano, che personalmente abbiamo assistito al suo esordio pugilistico, nel Gennaio del 2012 - sottoclou del titolo italiano Nicchi VS Salvemini. È passato molto tempo da quell’incontro e molta strada ha fatto Riguccini, che trasferitosi in Messico nello stesso anno, può contare su un palmares di 22 vittorie su 22 incontri di cui 18 per KO, che gli consentono di fregiarsi del titolo del WBC Silver interim dei pesi welter. Il 26 Aprile Alessandro metterà la sua cintura in palio contro il messicano Ivan Alvarez - 38 incontri, 28 vittorie 9 sconfitte ed 1 pareggio. Per una sfida che si annuncia all’insegna del mexican style.

Davvero importante l’operazione di riportare in Italia Riguccini, un regalo che l’Opi since 82 e Matchroom fanno agli appassionati.

Gli altri protagonisti: Al Tuscany Hall avremo anche l’occasione di rivedere la Boxe di “Maravilla” Obbadi, che non combatteva a Firenze dal maggio del 2018, da quando cioè riconquistò il titolo dell’Unione Europea a spese dello spagnolo Torres. Per Moha si tratta del primo match con la scuderia che fa capo alla famiglia Cherchi, è lecito attendersi per lui, dopo l’incontro del 26 Aprile, un match internazionale. Al momento è importante per gli appassionati rivederlo a Firenze e per di più in una serata con Fabio Turchi, come spesso succedeva all’inizio delle loro carriere professionistiche.

La kermesse pugilistica si completa con gli incontri di grandi protagonisti, fra cui l’ex Campione Europeo ed ex sfidante al titolo mondiale Devis Boschiero, negli occhi del pubblico ancora il match del novembre 2018, dove l'allievo di Gino Freo nonostante la sconfitta di misura, dette spettacolo per tutte le 12 riprese, e poi le performance di Emanuele Blandamura ex sfidante per il titolo mondiale ed ex Campione Europeo, Matteo Signani - sfidante ufficiale al titolo europeo dei pesi medi - e Mirko Natalizi.

Costo biglietti: Galleria 33 euro - Parterre 44 euro - Bordoring 55 euro - per info 3387769949 presto anche su www.ticketone.it

Pugilato — rubrica a cura di Massimo Capitani

Massimo Capitani

Massimo Capitani — Massimo Capitani, Fiorentino. Da ragazzo pratica molti sport, fra cui il pugilato. Nel mondo della Boxe rientra, molti anni dopo, come inviato di Nove da Firenze

E-mail: boxe@nove.firenze.it