Guidava un ciclomotore senza patente, assicurazione e targa

Stangato un 51enne, cui un anno fa era stata revocata la patente. I vigili urbani hanno appurato che per le sue caratteristiche il mezzo non può essere considerato un velocipede elettrico


Circolava sulla sua bici elettrica senza però pedalare, per questo è stato notato da una pattuglia della Municipale che lo ha fermato e sanzionato: è successo mentre due agenti si trovavano sul viale Morgagni per alcuni controlli. Qui hanno fermato un veicolo a due ruote privo di targa il cui conducente affermava che fosse un velocipede elettrico. Da un’attenta analisi del mezzo, però, gli agenti hanno constatato che il veicolo non procedeva tramite pedalata assistita ma con una manopola che attivava la propulsione elettrica tramite acceleratore senza la necessità di pedalare.

La bicicletta quindi risultava di fatto un ciclomotore, con tutto quello che ne conseguiva a livello di mancanza di requisiti di sicurezza. Inoltre aveva un numero di telaio, caratteristica questa dei ciclomotori. Il proprietario e conducente, tra l’altro, risultava con patente di guida revocata circa un anno fa. Dato che il mezzo a due ruote costituiva un ciclomotore, l’uomo, un 51enne residente nella provincia di Firenze, è stato sanzionato per guida senza patente (verbale da 5.110 euro e fermo del veicolo per tre mesi), per mancanza di copertura assicurativa (868 euro, sanzione che prevede anche il sequestro del veicolo e il taglio di 5 punti patente), per guida di ciclomotore sprovvisto di targa (79 euro di sanzione e fermo di un mese) e per guida di ciclomotore per il quale non è stato rilasciato il certificato di circolazione (sanzione non pagabile sul momento e la cui entità da 154 euro a 616 euro sarà decisa dal Prefetto). 

Redazione Nove da Firenze