Rubrica — Agroalimentare

​Foresta di Rincine: bollino verde per i benefici ecologici

Un nuovo primato per la gestione forestale sostenibile dell’Unione Valdarno e Valdisieve


Foresta di Rincine: l’Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve ottiene il bollino verde per i benefici ecologici. La foresta di Rincine ed Ersaf Lombardia sono i due più recenti casi di verifica degli impatti positivi della gestione forestale responsabile sui servizi ecosistemici, come, ad esempio, il sequestro della CO2, i servizi ricreativi, turistici e di regolazione idrica.

Il complesso forestale è già in possesso della doppia certificazione PEFC-FSC dal 2013 in relazione alla gestione forestale sostenibile, ed ha ottenuto adesso anche questo specifico riconoscimento grazie alle attività di valorizzazione dei servizi ‘ecosistemici’. A dimostrarlo alcuni dati significativi: nella foresta di Rincine le tonnellate di CO2 assorbite ogni anno sono oltre 650.000, grazie alle attività di buona gestione che hanno consentito il corretto sviluppo dei boschi e hanno ridotto i rischi (es: incendio, danni da vento, ecc.). Inoltre sono state mantenute e conservate aree di importanza per attività turistico- ricreative come ad esempio aree e piazzole di sosta, strutture che sono parte del tessuto storico e tradizionale del territorio, la valorizzazione di punti panoramici, sentieri e aree di sosta mediante l'installazione di arredi, segnaletica, cartellonistica divulgativa, punti d'acqua a disposizione della collettività. La comunità in questo modo può beneficiare di aree e piazzole di sosta, che ospitano eventi e altre attività, in un'area corrispondente a circa 2.400 campi da calcio.

La valorizzazione dei servizi offerti dal bosco rappresenta uno strumento efficace per far comprendere a tutti i cittadini la molteplicità delle funzioni svolte dalle foreste, e un modo per dimostrare come la gestione forestale attiva possa esaltare tali funzioni a beneficio di tutta la comunità, locale e globale.

Esteso su 1.448 ettari, il complesso forestale di Rincine appartiene alla Regione Toscana ed è gestito dall’Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve. Il Complesso è, inoltre, la sede della “Foresta Modello delle Montagne Fiorentine", ed è la prima e per ora unica realtà italiana accreditata da questa rete internazionale (https://imfn.net/) il cui primo obiettivo è quello di adottare pratiche di gestione forestale sostenibile, promuovendo aspetti come la difesa e tutela del suolo e dell’assetto idrogeologico, dell’ambiente, del paesaggio e delle risorse di particolare interesse naturalistico, culturale e storico; della biodiversità e la protezione , della flora e della fauna. Inoltre il lavoro dell’Unione mira alla promozione economica e sociale dell’uso del bosco, favorendo attività ricreativo-culturali, insieme allo sviluppo delle attività di trasformazione del legno e valorizzazione dei prodotti non legnosi e secondari del bosco. 

Redazione Nove da Firenze