Rubrica — Spettacolo

Florence Guitar Festival: appassionati di musica tra workshop e concerti

Firenze si trasforma nella capitale della chitarra


Da domani e per tutto il fine settimana. Classica, Moderna e Blues questa la proposta che la prima edizione del Florence Guitar Festival farà questo fine settimana, sabato 19 maggio e domenica 20, al grande pubblico fiorentino.

Una due giorni che vedrà protagonista due location importanti per la cultura musicale del capoluogo toscano: la Sala Vanni in Piazza del Carmine nel cuore dell’Oltrarno e il Teatro Puccini alle Cascine.Una delle prime volte che i tre stili musicali si trovano insieme in un Festival. Un fine settimana di assoluta contaminazione musicale.

La manifestazione è stata inserita nell’edizione 2018 dell’Estate Fiorentina ed ha avuto il patrocinio del Comune di Firenze e della Città Metropolitana.

Workshop, masterclass e concerti si susseguiranno in un calendario serrato, che avrà il suo culmine nei concerti di chiusura delle due giornate Il 19 maggio, dedicato al la Chitarra Classica, sarà un omaggio ad Alvaro Company,fondatore illustre della Scuola chitarristica fiorentina nota a livello nazionale ed internazionale.I principali allievi storici del Maestro Company saranno protagonisti della giornata a luidedicata: Alfonso Borghese, Ganesh Del Vescovo, Vincenzo Saldarelli e Nuccio D'Angelo che terranno masterclasses e concerti. Questi insigni maestri hanno continuato non solol’attiva didattica, ma anche quella compositiva nota in tutto il mondo.La seconda giornata, il 20 maggio, sarà dedicata alla chitarra moderna, elettrica, jazz e rock con un concerto finale al Teatro Puccini con nomi di spicco del mondo della musica moderna.
Finaz, Mirco Dimitrio, Daniele Gottardo, Bruno Monello, Claudio Pietronik.Ma non finisce qui perché pochi giorni fa è arrivata la notizia di una new entry, Massimo Kyo di Nocera con il suo progetto Gebo.
Si tratta un progetto che vede uniti la chitarra ed il blues. Una nuova contaminazione che sta avendo molto successo fra gli addetti ai lavori.

Redazione Nove da Firenze