Cracking Cancer: il 9 e 10 maggio il Forum sulle prospettive della lotta al cancro

Solamente 10 anni fa nessuno avrebbe immaginato di arrivare dove siamo giunti oggi, con risultati confortanti in aree di patologia che non lasciavano speranze di guarigione


FIRENZE - Due giorni per fare il punto sulla lotta al cancro, le nuove cure, le tecnologie e le conoscenze che ogni giorno aprono nuove prospettive per la progressiva sconfitta del tumore come male incurabile. L'occasione sarà il primo evento del progetto "Cracking cancer", il forum che si tiene il 9 e 10 maggio alla Fortezza da Basso, promosso dall'Istituto per lo studio, la prevenzione e la rete oncologica assieme ad altri soggetti istituzionali e del mondo della ricerca medica. L'evento, al quale parteciperanno studiosi e ricercatori, coinvolgerà anche la società civile, le rappresentanze dei cittadini e dei malati. "Cracking cancer" (in italiano frammentare il cancro) si propone di creare un think tank nazionale e internazionale che ragioni sulle direttrici della lotta al cancro, e sulle sue implicazioni economiche, organizzative e sociali, permettendo così di anticipare il futuro e fare oggi le migliori scelte per i cittadini e per i malati, sia in termini di prevenzione che di cura. Il Cracking Cancer Forum del 9 e 10 maggio sarà il punto di partenza di questo progetto, con il coinvolgimento delle Reti oncologiche, ematologiche e di tutto il sistema dei servizi e della ricerca nell'ambito dell'oncologia. Una vera e propria "chiamata alle armi", rivolta a clinici, ricercatori, scienziati, esperti di farmaci, terapie, tecnologie, intelligenza artificiale, big data, robot, imprese e professionisti che operano nell'ambito del settore della salute. Le sessioni di apertura delle due mattine saranno dedicate a "Male oscuro, male incurabile: facciamo luce e decliniamo la speranza" (giovedì 9) e "Quali tecnologie e innovazioni saranno disponibili tra 2, 5 o 10 anni?" (venerdì 10). Introdurrà Gianni Amunni, direttore generale dell'Ispro. Tra i temi affrontati nelle due giornate, i dati epidemiologici del cancro, il linguaggio giusto, l'organizzazione per l'equità e la qualità, i tumori evitabili, le buone pratiche, le terapie vincenti, il futuro dell'immunoterapia. Per la Regione Toscana sarà presente Carlo Rinaldo Tomassini, nuovo direttore della Direzione diritti di cittadinanza e coesione sociale.

“Sta finendo un’epoca per la quale il termine cancro si identificava nella sconfitta delle cure e nella impossibilità di azioni forti”, sottolinea Gianni Amunni, Direttore Generale Istituto per lo studio, la prevenzione e la rete oncologica e ideatore del Progetto, “Oggi si guarisce da alcuni tumori, la prevenzione consente di trattare tumori in tempi precoci, abbiamo nuovi farmaci a disposizione, il rapporto con la malattia si cronicizza, si convive con la patologia. Dobbiamo cogliere questo momento per lavorare al meglio, per sgretolare il cancro. Da qui la scelta del termine cracking-sgretolare, un tema su cui giochiamo il futuro delle cure, ma anche della nostra visione culturale e sociale: possiamo iniziare a riscrivere il paradigma della lotta contro il cancro in una sinergia concreta di tanti attori che possono portare all’obiettivo di vivere in maniera dignitosa durante la malattia, ed avere una vita normale dopo la malattia. Siamo anche convinti che questo passaggio così importante non debba rimanere nell’ambito della discussione dei curanti, dei malati o delle loro associazioni, e che debba quindi coinvolgere non solo chi lavora nel settore, ma tutti i cittadini”.

Guarda il Programma del Forum

La partecipazione alle due giornate è libera e gratuita, previa iscrizione e fino ad esaurimento dei posti. Per informazioni: Koncept srl: tel. 055/357223 email.segreteria@koncept.itPer iscriversi

A latere del programma principale sono proposti anche un Corso per Giornalisti accreditato sulla piattaforma SIGEF, un Design Thinking sulle alternative all'attuale rappresentazione dei temi dell'oncologia ed un Hackathon (disegnatori, vignettisti, videomaker all'opera sul tema: come raccontare il cancro, come parlarne, anche in un contesto scolastico).

Al termine del Cracking Cancer Forum sarà lanciato il Manifesto Per un Patto Nazionale contro il cancro, che conterrà dieci punti qualificanti per avviare una nuova unità di intenti tra tutti coloro che sono coinvolti nella sfida rappresentata dalla malattia oncologica.

Redazione Nove da Firenze