Coronavirus: preghiera comune di cristiani, ebrei e musulmani

Oggi a Firenze alle 18,15 sull'Arengario di Palazzo Vecchio, in diretta su Rtv 38, Radio Toscana e sul profilo Facebook del primo cittadino Nardella, In città terreno fertile anche per l'eredità spirituale lasciata dal "sindaco santo" Giorgio La Pira


Cristiani, ebrei, musulmani in preghiera insieme per le vittime del Coronavirus e per una luce di speranza. Succederà oggi alle alle 18.15 sull'Arengario di Palazzo Vecchio con diretta su Rtv38, Radio Toscana e sul profilo Facebook del sindaco di Firenze Dario Nardella che ha organizzato questa iniziativa. 

A rappresentare le comunità religiose l’Arcivescovo Cardinale Giuseppe Betori, il Rabbino Gad Fernando Piperno, e l’Imam Izzedin Elzir. Oltre a Nardella sarà presente l’assessore ai rapporti con le confessioni religiose Alessandro Martini.

Una iniziativa che a Firenze trova terreno più che mai fertile perché uno dei più grandi primi cittadini, Giorgio La Pira, il "sindaco santo", puntava molto sul dialogo tra le tre religioni monoteiste per la Pace nel mondo e fu ispiratore di molte iniziative e pubblicazioni al riguardo.

Dato che, per le misure relative all’emergenza sanitaria Covid-19, non è possibile la partecipazione diretta dei cittadini, la cerimonia sarà trasmessa in diretta su Rtv38 (canale 15 digitale terrestre) e Radio Toscana (fm 104.7).

Tutte le emittenti televisive, radiofoniche e le varie testate giornalistiche potranno riprendere e trasmettere liberamente l’evento. "Invito tutti i fiorentini e non a collegarsi attraverso i canali social e le emittenti televisive e radiofoniche che trasmetteranno in diretta, per un gesto corale e collettivo, nel segno della storia e della vocazione di Firenze al dialogo interreligioso", ha aggiunto il sindaco Nardella.

Redazione Nove da Firenze