Chiusura Ponte Vespucci: valanga di multe per il transito alternativo

Un lettore plurimultato scrive alla Redazione inviando una mail a nove@nove.firenze.it


 Alla chiusura del Ponte Vespucci è stato attivato un percorso alternativo che, solo inizialmente, ha previsto la chiusura dell'occhio telematico e l'apertura del transito verso il successivo ponte alla Carraia. 
Le porte telematiche sono state poi riattivate: ne abbiamo parlato sottolineando la sorpresa di alcuni automobilisti che credevano si trattasse di una concessione legata all'intera durata dei lavori.

Chi invece non si è accorto della riattivazione della porta telematica ed ha proseguito a transitare sulla corsia protetta si è visto recapitare a casa numerosi verbali.
Questo è quanto accaduto ad un lettore che, dopo essersi ritrovato in mano due mesi di contravvenzioni, ha scritto alla redazione di Nove da Firenze.

"Sono profondamente affranto e non so bene che pensare. Mi sono visto recapitare per posta una caterva di multe da parte della Polizia Municipale di Firenze che non mi sarei mai immaginato di ricevere e forse non basterà la vendita della mia modesta utilitaria con la quale le ho causate per poterle pagare" scrive il nostro lettore.

"Ho la patente da ben 43 anni e non ho mai fatto grosse infrazioni e mai nessun incidente nel quale avessi avuto torto. Sono ormai prossimo alla pensione ed è da più di 25 anni che, tutti i giorni, recandomi a lavoro in centro a Firenze, faccio la stessa strada passando dal Lungarno Vespucci e girando poi a destra per il ponte Amerigo Vespucci.
Ebbene da novembre 2018 il ponte è stato chiuso per test, prove tecniche di tenuta, restauri, lavori di consolidamento ecc. e la porta telematica che c’è sul Lungarno Vespucci è stata aperta per sopperire alla chiusura del ponte, in modo da poter girare al ponte seguente, il Ponte alla Carraia, per poter andare di là d’Arno. Il tutto ben riportato sulla stampa, su internet, segnalato da cartelli e dai Vigili Urbani che, in quei giorni, indicavano il nuovo percorso. Ingenuamente, pensando che questo nuovo percorso durasse, come era stato fatto capire, fino alla fine dei succitati lavori del ponte Vespucci che credo si concluderanno in primavera, ho continuato a fare tranquillamente questo nuovo percorso".

Due mesi di transiti vietati. "Adesso, mio malgrado, ho capito che dal 5 dicembre il percorso è stato cambiato e la porta telematica, di nuovo chiusa. Così mi sono ritrovato sulla schiena, oltre ad un percorso più lungo ed intricato per recarmi al lavoro, una multa di circa 70 euro per ogni giorno di lavoro che va dal 5 Dicembre al 29 gennaio".

Le contravvenzioni da pagare. "Non so proprio cosa fare per pagare tutte queste multe che non ritengo giuste in quanto se avessi saputo la cosa avrei subito cambiato percorso ed evitato tutte queste multe. Non sarebbe stato giusto, da parte dell’Amministrazione, mettere, almeno per i primi giorni, un vigile 24 ore su 24 a controllare l’accesso e fermare tutti coloro che, come me, ingenuamente continuavano ad entrare in questo varco che era stato precedentemente consentito? Vi pare giusto dopo tutti i disagi che i fiorentini affrontano per la chiusura di un ponte cosi importante per la circolazione della città che si debbano anche sobbarcare caterve di multe? Purtroppo, in questo caso, il vecchio detto Fiorentino “becchi e bastonati” lo riterrei più che valido" conclude l'automobilsta.

Redazione Nove da Firenze