Chiusura dopo le 18, Giani apre agli esercenti toscani

Il governatore: "Dipende dall’andamento epidemiologico"


"Occorre responsabilità e considerazione per i titolari di bar, ristoranti, taxi, palestre e quant’altro toccati dalle restrizioni del DPCM. Se l’andamento epidemiologico dovesse migliorare, nei prossimi giorni, sarò il primo a impegnarmi per modificare le misure che sospendono la ristorazione dopo le ore 18". Questa la promessa del governatore toscano Eugenio Giani. Ieri le categorie compatte gli avevano rivolto una esplicita richiesta in questo senso. 

"Chi manifesta ha diritto di lavorare e garantire un servizio sicuro ai consumatori con senso costruttivo e di civiltà, come hanno appena fatto davanti la sede della Regione: sono lavoratrici e lavoratori, professionisti e imprenditori a cui va il massimo rispetto e sostegno. Non condivido chi, in questi giorni, per esprimere la propria posizione ha manifestato con violenza e sfruttato le proteste per fini che niente hanno a che vedere con la tutela delle categorie colpite. Con l’obiettivo di evitare situazioni simili, il Governo assicuri subito un supporto economico immediato alle imprese colpite attuando il decreto ristoro di 5,6 miliardi approvato stanotte.E noi tutti continuiamo a impegnarci per arrestare la diffusione del contagio", ha concluso Giani. 

Redazione Nove da Firenze