Chiostrino dei Voti: manutenzione ordinaria a Friends of Florence

Santissima Annunziata: firmata la convenzione con il Comune. Bettini: "Coinvolgimento importante". Simonetta Brandolini d'Adda: "Ringrazio Ellen e James Morton, i nostri donatori che hanno reso possibile questo intervento per il prossimo triennio"


E’ stata firmata la Convenzione fra il Comune di Firenze e la Fondazione Friends of Florence per la manutenzione ordinaria del Chiostrino dei Voti.

“Dopo la stagione di coinvolgimento dei privati negli interventi di restauro che hanno riguardato quasi l’80% del nostro patrimonio – ha detto l’assessore ai Lavori pubblici Alessia Bettini -, andiamo avanti coinvolgendo questi soggetti anche nella cura preventiva e manutenzione costante del patrimonio restaurato, che è poi il fine ultimo del restauro. Lo facciamo partendo proprio dai soggetti che, come Friends of Florence, hanno avuto un ruolo importante già nella fase di restauro e con i quali abbiamo un rapporto già avviato e consolidato. La convenzione che abbiamo firmato va in questa direzione, prevedendo l’impegno di Friends of Florence a realizzare la manutenzione ordinaria del chiostrino dei voti in Santissima Annunziata ”.

La convenzione

Un accordo che arriva a tre anni dalla conclusione dei lavori di restauri e che prevede a puro titolo di mecenatismo, l’impegno da parte di Friends of Florence di effettuare e coprire integralmente il costo dei lavori di manutenzione degli affreschi e quindi con esclusione di tutti gli altri elementi architettonici e monumentali e di servizio del Chiostrino. L’impegno della Fondazione ha durata triennale: comincia nel novembre 2019 e terminerà nel novembre 2022.

“Dopo tre anni dalla conclusione dei restauri siamo felici di sostenere la manutenzione ordinaria del sito – sottolinea Simonetta Brandolini d’Adda Presidente di Friends of Florence – E’ importante continuare a tutelare il Chiostrino dei Voti per far sì che sempre più persone possano visitarlo o attraversarlo per accedere alla Basilica della Santissima Annunziata. Ringrazio Ellen e James Morton, i nostri donatori che hanno reso possibile questo intervento per il prossimo triennio, il Comune di Firenze, la Soprintendenza ABAP per la Città Metropolitana di Firenze e le Province di Pistoia e Prato, i Padri Serviti e le restauratrici Gioia Germani, Alessandra Popple e Cristiana Conti che si occuperanno della manutenzione nei prossimi tre anni”

Il Chiostrino dei Voti

Il Chiostrino dei Voti si trova all’interno della Basilica della Santissima Annunziata: il santuario mariano, di proprietà Fondo Edifici di culto del Ministero dell’Interno, è concesso in uso al Comune di Firenze sulla base del Rogito Guerri che lo gestisce, in accordo e collaborazione con gli enti preposti alla tutela e alla conservazione.

Luogo ricco di capolavori e di storia, il Chiostrino dei Voti, è stato realizzato su disegno di Michelozzo a partire dal 1447, ed è considerato la culla della maniera fiorentina: il nome deriva dagli ex-voto alla Vergine Annunziata che un tempo erano donati ed esposti proprio qui. Il ciclo pittorico, è costituito da dodici lunette affrescate realizzate da alcuni dei più importanti artisti attivi a Firenze fra Quattro e Cinquecento: in particolare, oltre ad Alessio Baldovinetti che realizzò nel 1460 l’Adorazione dei Pastori, vi lavorarono Pontormo, Rosso Fiorentino e il loro maestro Andrea del Sarto. A caratterizzare inoltre l’ambiente concorrono anche una decorazione costituita da un fondo a stemmi, griglie e grottesche eseguita tra il 1510 e il 1514 da Andrea Feltrino, e svariati elementi lapidei, quali colonne, portali, stemmi, il bassorilievo della Madonna della Neve (attribuito a Luca della Robbia) e il busto di Andrea del Sarto.

Redazione Nove da Firenze