Rubrica — Mostre

Chiesanuova, la magia del giocattolo d'epoca

Veri e propri pezzi amarcord esposti fino al 23 giugno. All'inaugurazione Luciano Dreoni e Silvia Jacovitti, figlia del grandissimo disegnatore di fumetti satirici


Con il Patrocinio di Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Unicef e Comune di San Casciano è stata inaugurata domenica scorsa, presso la sala del Circolo Culturale di Chiesanuova, la Mostra del Giocattolo d'Epoca. Fino al 23 giugno il paese rinomato per la sua “sagra di' pinolo” giunta quest'anno alla 43 esima edizione, diviene come per incanto paese dei balocchi portati da collezionisti di tutta Italia dell'Associazione "Il Paese dei Balocchi" di Sesto Fiorentino. 

Con l'alza Bandiera dell'Unicef sulle note dell'inno alla Gioia la cerimonia del taglio del nastro è stata effettuate dal Sindaco di San Casciano Roberto Ciappi, dalla Presidentessa dell'Unicef della Toscana Maria Valeria Acquaro e della sezione di Firenze Rosella Di Bella, alla presenza di storiche figure come quella di Luciano Dreoni gran patron del più antico negozio di giocattoli della Toscana che ha regalato sorrisi a tante generazioni. Presente anche Silvia Jacovitti figlia del padre di tutti i disegnatori di fumetti satirici che ha concesso per la scenografia della mostra i suoi disegni più cari ispirati a Pinocchio del padre Benito. Ma ogni settore avrà il suo protagonista, per il West per esempio tanti disegni inediti di Renzo Calegari definito da tutti il grande Maestro di questo settore. Per l'occasione presente anche l'emergente disegnatore pratese Niccolò Storai che ha "regalato" la sua opera all'Unicef per beneficenza.
L'evento è stato realizzato grazie al sostegno di Chianti Banca, UniCoop Firenze, Unipol Chianti Valdelsa, Il Gazzettino del Chianti, Lory Copy Store Dreoni Giocattoli.

Redazione Nove da Firenze