"Cascine terra di nessuno, serve un presidio fisso"

Le proposte di Torselli (Fdi)


“Ieri due fiorentini sono stati aggrediti da extracomunitari e poi rapinati, oggi apprendiamo che uno spacciatore arrestato sabato si è macchiato del medesimo reato ed è stato arrestato nel giro di 48 ore. La misura è colma, ormai, quello che doveva diventare il Central Park di Firenze - così come promesso dall'allora sindaco Matteo Renzi e rivendicato dall'attuale primo cittadino Dario Nardella - è diventato il parco dell'illegalità”. Così Francesco Torselli, capolista di Fratelli d'Italia a Firenze per le prossime elezioni regionali, ha commentato gli ultimi episodi di criminalità avvenuti nel Parco delle Cascine.

“E non solo. La domenica alcune zone del parco diventano teatro di festini illegali incuranti delle normative finalizzate al contrasto del Coronavirus. Serve un presidio militare fisso nella zona soprattutto nei pressi della fermata della tramvia. Proponiamo - conclude Torselli - di istituire un tavolo permanente tra Prefetture e enti locali per vigilare sulle zone più calde delle città toscane e di investire maggiormente nella formazione delle forze dell'ordine. La sicurezza dei nostri cittadini non ha prezzo”.

Redazione Nove da Firenze