Capodanno: la notte più lunga

Migliaia in piazza per la festa di San Silvestro. A Firenze impegnati 125 agenti della polizia municipale. Stamani testacoda di una Ferrari in viale Belfiore: due patenti ritirate


"Il mio primo pensiero per il nuovo anno va a tutti coloro che hanno partecipato alla festa in piazza a Firenze: mi ha dato orgoglio e gioia vedere così tanti fiorentini e turisti insieme per una bella serata di musica e divertimento: è così che si vincono l'inciviltà e la paura". Lo afferma il sindaco Dario Nardella all'indomani della festa di Capodanno. Nardella ha partecipato ieri sera al brindisi di mezzanotte in Piazza Pitti, dove per la prima volta si è svolto il 'concertone' di Capodanno con Irene Grandi, Mannarino e gli Street Clercks. Dopo Nardella ha passeggiato in centro toccando tra l'altro piazza San Lorenzo (altra novità di quest'anno, che ha ospitato lo spettacolo di Sarah Jane Morris e e il Tentet Swing di Nico Gori) e piazza Signoria, teatro della musica classica con il maestro Giuseppe Lanzetta. "Grazie soprattutto a coloro che hanno lavorato tutta la notte - ha continuato -, ai tanti vigili, forze dell'ordine, sanitari e protezione civile che si sono prodigati perchè la nottata non avesse contrattempi e agli addetti di Quadrifoglio che già da stanotte erano pronti a pulire la città dopo i festeggiamenti".

Due patenti ritirate perchè i conducenti avevano bevuto troppo e piccoli incidenti, ieri notte, durante i festeggiamenti di Capodanno. In strada, per i controlli, erano dispiegati 125 agenti di polizia municipale. Sedata anche una rissosa lite tra due coniugi. Stamani si è verificato uno spettacolare incidente in viale Belfiore che ha coinvolto una Ferrari. Gli incidenti complessivi della notte scorsa sono stati cinque. In un caso un'auto è finita da sola contro quattro vetture in sosta in via Baccio da Montelupo, in un'altro la macchina è andata contro la centralina semaforica a Porta al Prato (il conducente era ubriaco) mentre una macchina ha picchiato contro le paline della segnaletica al centro della carreggiata a Poggio Imperiale. La polizia municipale è intervenuta anche per sedare una rissa scoppiata tra due coniugi peruviani sotto al comando di Porta al Prato all'alba. In centro, gli agenti sono anche intervenuti contro alcuni venditori abusivi che vendevano merce falsa durante i festeggiamenti. Per quanto riguarda l'incidente che ha coinvolto una Ferrari, si è vericato intorno alle 11.30 in viale Belfiore. Il conducente della Ferrari era un fiorentino di 67 anni titolare di una concessionaria che la stava portando al piazzale Michelangelo per farla visionare da un cliente. L'uomo transitava verso Porta al Prato quando all'altezza dell'Inps ha perso il controllo, ha fatto testacolda e invaso l'altra corsia sbattendo contro un'Audi che proveniva dal senso opposto. La Ferrari ha terminato poi la marcia urtando sia un lampione che un albero e danneggiandoli entrambi. Sia il conducente della Ferrari che i due occupanti dell'Audi - residenti a Roma - sono rimasti feriti leggermente e sono stati trasportati a Careggi. Prima del ricovero in ospedale il conducente della Ferrari è stato sottoposto a pretest con risultato positivo. Ulteriori accertamenti sulla guida in stato di ebbrezza saranno effettuati presso l'ospedale.

Migliaia di persone in piazza del Comune ieri sera per aspettare la mezzanotte e festeggiare tutti insieme anche a Prato. Grande successo per l’ Orchestra di Piazza Vittorio e Ginevra di Marco che con le loro note multietniche hanno animato la piazza con il “Gran Concerto di Capodanno” curato da Nuovi Eventi Musicali e presentato da Giulia Gianassi di White Radio. Un’orchestra unica, composta da diciotto musicisti - autori e interpreti eccezionali - che provengono da dieci paesi e parlano nove lingue diverse. Sul palco con loro una delle voci più belle della nostra terra, quella di Ginevra Di Marco (oltre alla carriera solista, tra le collaborazioni si ricordano quelle con Csi e Pgr) accompagnata alle tastiere da Francesco Magnelli. Successo anche per il tradizionale concerto della Camerata Strumentale Città di Prato al Teatro Politeama: i maestri Daniele Iannaccone e Lorenzo Borneo hanno offerto al pubblico un programma musicale da loro adattato per Ensemble di Archi, composto da un medley di brani musicali famosi e celebri canzoni e arie d’opera che saranno intonate da Tre Tenori, ispirandosi alla formula del popolare concerto di Caracalla. Un concerto bellissimo chiuso sulle note del celebre brindisi dalla Traviata di Giuseppe Verdi "Libiamo ne’ lieti calici".

Una lunga maratona musicale ha dato il benvenuto al nuovo anno in Piazza del Campo a Siena. Il Capodanno dedicato alle 5 capitali italiane della cultura ha coinvolto i tanti cittadini e turisti che hanno affollato il centro storico e Piazza del Campo per brindare al nuovo anno in compagnia degli artisti e delle performance musicali dedicate a Perugia-Assisi, Ravenna, Cagliari, Lecce e Siena e insieme al ritmo della più grande “Silent disco d'Italia”, organizzata dal Consorzio “Il Campo” con quasi 7 mila cuffie e 4 deejay che in contemporanea hanno fatto ballare la Piazza sotto le stelle. Un mix di suoni e generi musicali che ha visto alternarsi sul palco le esibizioni della P. Funking Brass, la marching band di Perugia, che ha scaldato la Piazza con un repertorio condito da note funk, soul, jazz e blues. La serata, presentata dalla giornalista Katiuscia Vaselli e dal dj vocalist Roberto Rossi, è proseguita con le esibizioni della band ravennate Kisses From Mars, con l'omaggio a Cagliari di Giulia Galliani e Andrea Mucciarelli, con il sound della band senese Matteo Addabbo & the Funk Destroyers e con la musica dell’Orchestra Popolare La Notte della Taranta che ha fatto ballare la Piazza al ritmo della pizzica e della taranta. Il brindisi finale in compagnia delle 5 capitali, che ha visto sul palco anche il sindaco di Siena Bruno Valentini, ha accompagnato la Piazza fino allo scoccare della mezzanotte con gli auguri in musica. La festa è proseguita, sempre in Piazza del Campo, al ritmo della più grande “Silent disco d'Italia”, organizzata dal Consorzio “Il Campo”, il soggetto che riunisce i commercianti di Piazza del Campo, per un evento, coordinato dalla direzione artistica di Oliviero Vivarelli, che ha fatto ballare e divertire cittadini e turisti con la musica di Dj Oliver, Roberto Rossi, Alex Sundee e Marco Barbagli, che hanno suonato in contemporanea, con la possibilità di scegliere attraverso le cuffie, tra quattro diversi generi musicali: dalla house, alla musica commerciale, dal ritmo latino americano alla tech house, fino al revival 70/80/90.

Centinaia e centinaia di persone sono accorse al Gran Galà di Fine Anno organizzato a La Capannina di Franceschi di Forte dei Marmi, evento che a qualche giorno da San Silvestro registrava già il tutto esaurito, forte di un programma di alto livello e ospiti speciali. Una Capannina completamente tirata a lucido ha accolto, si dalla cena di gala (a cui erano presenti oltre cinquecento partecipanti) l'intervento di cabaret del comico Gabriele Pellegrini, in arte Dado, che ha fatto divertire con le sue gag tutti i presenti. L'animazione delle ballerine brasiliane provenienti dal famoso Carnevale di Rio ha fatto salire la temperatura in sala fino al fatidico conto alla rovescia scandito da Dado e la Dangerous Band. A seguire musica, trenini e tanto divertimento nel locale più antico al mondo in attività, che proprio quest'anno festeggerà i suoi 87 anni. All’evento non sono mancate telecamere, fotografi, numerosi giornalisti e ovviamente personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport. Tra questi spiccavano il bellissimo attore Roberto Farnesi (Foto Nizza), in compagnia di amici, e l'ex bomber amaranto Cristiano Lucarelli, presenti entrambi sin dalla cena. A fare capolino anche il comico Giorgio Panariello, grande amico della Capannina e del suo Patron Gherardo Guidi (nelle foto di Raffaele e Fabrizio Nizza).

Redazione Nove da Firenze