Rubrica — Spettacolo

Benjamin, un Festival di sound Art in tramvia

Coinvolti 30 artisti da tutto il mondo, 4 tram e 12 fermate in cui si potrà essere trasportati da questa iniziativa culturale


SCANDICCI, 1 OTTOBRE 2019 – Arte sonora dentro i tram e alle fermate della tramvia. Dal 3 al 6 ottobre i passeggeri della tramvia di Firenze saranno sorpresi e accompagnati da suoni capaci di far vivere l’esperienza di luoghi lontani, veri o immaginari.

Per quattro giorni, aspettando o prendendo il tram, tra un annuncio e l’altro, si potranno sentire suoni in grado di trasportare, anche per pochi secondi, in Giappone, lungo fiumi o a bordo lago, oppure sotto la pioggia, tra la folla di un mercato mediorientale, sui pascoli in alta montagna, in Sicilia, su bus immaginari o addirittura in Zimbabwe o in Islanda.

Questo l’intento di Benjamin, progetto culturale e Festival di Sound Art promosso Radio Papesse, associazione culturale fiorentina, con il supporto del Comune di Firenze e dell’assessorato alla cultura, collaborazione di GEST Spa, gestore della tramvia di Firenze, 60 Sec Radio e Biodiversità Records, darà vita ad un festival che si snoderà sulle linee tramviarie e coinvolgerà 12 fermate e 4 tram, dove saranno diffusi suoni prodotti da oltre 30 artisti. Le opere sono state selezionate attraverso un bando che ha raccolto i lavori di oltre 80 artisti da tutto il mondo.

Lo scopo del progetto – affermano Ilaria Gadenz e Carola Haupt di Radio Papesse - è quello di trasportare i viaggiatori in un altrove spiazzante, far loro vivere, attraverso il suono, l’esperienza di luoghi lontani, reali o immaginari, e contrastanti con i paesaggi urbani di Firenze”.

Benjamin è una nuova iniziativa culturale che coinvolge la tramvia di Firenze. Dalla nascita, oltre a trasportare i passeggeri nei luoghi della cultura fiorentina, si è affermata anche come mezzo per diffondere la cultura. La mobilità pubblica urbana diventa un’esperienza sociale piacevole, trasformando il tempo dell’attesa in un viaggio immaginario.

L’idea di trasportare i passeggeri in mondi immaginari ci ha affascinato – afferma Jean-Luc Laugaa, Ad di GEST – Ogni giorno sui tram fiorentini salgono oltre 100mila persone e, per qualche giorno, potranno vivere una esperienza diversa, particolare e stimolante”.

Le fermate interessate saranno quelle di Peretola, Careggi, Villa Costanza, Unità, Cascine, Resistenza, Guidoni, San Donato, Batoni, Leopoldo, Strozzi Fallaci e De André. I tram su cui si potrà vivere questa esperienza invece saranno quelli con numero 1005, 1006, 1009, 1011.

Degli adesivi posti a terra, davanti agli altoparlanti delle fermate, e dentro i tram, ricorderanno di porre attenzione e ascoltare quei suoni che, per qualche giorno, accompagneranno i passeggeri della tramvia.

Su www.radiopapesse.org, dal 3 ottobre, sarà possibile scoprire e sentire cosa si potrà ascoltare alle fermate e sui tram.

Dal 4 al 6 ottobre infine, Benjamin collabora con Sonic Somatic, un festival dedicato alle interazioni tra suono e arti visive, che quest'anno si svolgerà nel Parco delle Cascine. La notte del 5 ottobre il PARC_Performing Arts Research Centre ospiterà uno sleep concert organizzato da Radio Papesse e Sonic Somatic. Per info radiopapesse.org e sonicsomatic.org

Redazione Nove da Firenze