Firenze Marathon: ecco i top runners

Domani con partenza alle 9.15 dal lungarno della Zecca Vecchia e arrivo in piazza Santa Croce


PODISMO — Presso la sala stampa del Marathon Expo si è svolta oggi la presentazione dei top runners della Firenze Marathon 2013 che si correrà domani con partenza alle 9.15 dal lungarno della Zecca Vecchia e arrivo in piazza Santa Croce. La gara si dovrebbe correre con una temperatura tra i 6 e i 10 gradi e probabilmente assenza di pioggia. L’obiettivo – ha ribadito Fulvio Massini, direttore tecnico della Firenze Marathon è tentare di battere i record della gara maschile (2:08'40”) e femminile (2:28'15”) – ha spiegato Fulvio Massini, direttore tecnico e responsabile atleti élite della Firenze Marathon -. Fra gli uomini il favorito appare il keniano John Kiprotic atleta che vanta un personale di 2:07'08” ottenuto nel 2011 ad Amsterdam. Occhio anche all’esordiente sulla distanza Limo Kiprop, giovane keniota che si presenta con un primato personale di 59'56” fatto alla Roma-Ostia e già vincente alla Stramilano. L’ucraino Oleksandr Sitkovsky ha un personal best di 2:09' 56” e proverà a dare filo da torcere agli africani”. Geoffrey Gikuni Ndungu, keniota ha un personale di 2:08'33” ottenuto nella non facile maratona di Dublino. Dall'Etiopia arriveranno Tafery Wodajo Kuri e Negash Abebe Duks: il primo ha un primato personale di 2:07'45” fatto ad Amsterdam nel 2009 ed è dato dal suo manager Welley Amare in grande forma. Il passaggio alla mezza è previsto fra 1:03'50” o al massimo in 1:04’00”, ovvero ad un ritmo intorno ai 3'02”km che porta ad una proiezione finale di 2:07'59” finale. Fra gli italiani Francesco Bona, già settimo a Firenze nel 2009 in 2:17’02”, alla sua prima maratona dopo l'operazione al tendine di Achille e Massimo Leonardi primo degli italiani nel 2012 a Firenze, sesto in 2:19’56”.

LE DICHIARAZIONI
“Ho già corso a Firenze nel 2009 – ha detto Francesco Bona – settimo in 2h17’02”: ovvio che punto a migliorarmi e spero di riuscire a tagliare il traguardo in 2h15’-2h16’ al massimo. E’ la mia prima maratona dopo l’operazione al tendine d’Achille del febbraio 2012, quindi c’è anche un po’ di tensione. La preparazione è andata bene tranne le ultime settimane dove ho avuto qualche problema muscolare al gluteo e un po’ di influenza che mi ha debilitato. Quinjdi vorrei partire un po’ guardingo. Spero di non rimanere solo, di avere compagnia in gara che possa essere da stimolo per tenere il ritmo”.
“Punto ad essere ancora il primo italiano ad arrivare in Santa Croce – ha detto Massimo Leonardi - come l’anno scorso. Vorrei correre in 2h18’ e farò gara sul finlandese Manninen (pettorale 9) e sull’altro italiano Dario Rognoni (pettorale 50)”.

LA GARA FEMMINILE
Tra le donne Abeba Teklu Gebremskel, Lemelem Berhe Yachem e Nedi Tadelech Bekele sono i nomi delle tre atlete etiopi che saranno protagoniste. La marocchina Hanane Janat, per il terzo anno consecutivo a Firenze (seconda nelle due passate edizioni), punta dichiaratamente alla vittoria. Il pacer imposterà un ritmo di 3’30” km che prevede un passaggio alla mezza in 1:13'50” con una proiezione di 2:27'41”.

LE ITALIANE
Tra le italiane si segnalano Anna Spagnoli  e Barbara Cimmarusti dell’Atletica Futura Figline lo scorso anno campionessa italiana dei 50 km su strada, rispettivamente prima (in 2:58’36”) e terza (in 3’02”40”) all’ultima maratona del Mugello. La Spagnoli, allenata da Luca Panichi, vuole migliorarsi dopo il già positivo esordio nella suggestiva maratona mugellana.

LE DICHIARAZIONI DELLA HANANE: “PUNTO A VINCERE”
“Mi sono divertita molto qui a Firenze gli anni scorsi – ha detto la marocchina Janat Hanane – e dopo due secondi posti quest’anno voglio vincere nonostante ci siano davanti a me ragazze africane davvero fortissime. Sto bene, sono in forma mi sono preparata bene, non ho avuto problemi durante l’avvicinamento alla gara e voglio vincere”.

EXPO ED EVENTI
Intanto i maratoneti hanno affollato tra ieri e oggi il Marathon Expo è aperto per ritirare il proprio pettorale di gara e visitare gli stand della cittadella del running. Tra gli stand degli sponsor Asics, Conad, Enervit, Renault, Garmin, Sara Assicurazioni, Celadrin. Inoltre lo staff del progetto ecologico Esosport, legato al tema del riciclo delle suole di scarpe da running chre andranno a formare il tappeto di gioco di giardini per i bambini iniziativa “Esosport-I giardini di Betty”, presentata ieri dal vicesindaco e assessore allo sport Stefania Saccardi assieme alla collega all’ambiente Caterina Biti, dall’amministratore delegato di Quadrifoglio Livio Giannotti e da Nicolas Meletiou managing director di Eso (Ecological Services Outsourcing). L’iniziativa, fa seguito a un protocollo d’intesa sottoscritto da Comune di Firenze, Quadrifoglio e Eso, l’azienda che si occuperà dell’installazione dei box, del recupero e del riciclo delle scarpe dopo un apposito trattamento. Nelle scuole e negli impianti sportivi comunali saranno posizionati dei contenitori (Esobox) dove poter conferire le scarpe da ginnastica (e più in generale da sport) ormai inutilizzabili e che possono quindi avere una destinazione diversa dalla discarica. Il materiale granulare ottenuto dalla triturazione della gomma di riciclo delle vecchie scarpe, permette di produrre piastrelle per pavimentazioni anti trauma ad assorbimento di impatto, specifiche per la realizzazione di superfici ludiche e sportive che non conducono elettricità, oltre ad essere atossiche e resistenti alla corrosione di oli, luce e acqua. Una curiosità: la gomma contenuta in 10 paia di scarpe, ad esempio da running, produce circa un chilo di materiale granulare che equivale a un decimetro quadrato di pavimentazione. Si sono intanto svolti alcuni aventi collaterali.

LA POLITICA ALLA FIRENZE MARATHON
La 30° edizione della Maratona di Firenze che in questo 2013 vale anche come Campionato italiano di maratona dell'ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni d'Italia). Anche i volontari del gruppo locale di Firenze di Greenpeace correranno domani tra i 10.000 podisti della trentesima edizione della Firenze Marathon per chiedere che decadano tutte le imputazioni a carico di tutti e 30 gli attivisti di Greenpeace detenuti da oltre due mesi in Russia in seguito di una protesta pacifica contro le trivellazioni petrolifere nell’Artico. Il rilascio su cauzione per 29 di loro, tra cui l'italiano Cristian D'Alessandro, rappresenta solo il primo passo. Rimane ancora l'accusa di vandalismo che pootrebbe portare fino a 7 anni di carcere e resta in carcere fino al 24 febbraio 2014 il radioperatore australiano Colin Keith Russell. La nave "Arctic Sunrise" è tutt'ora sotto sequestro. "Non sappiamo ancora a quali condizioni i nostri amici verranno rilasciati, se dovranno rimanere ai domiciliari o se potranno lasciare il Paese. Quello che sappiamo con certezza è che sono ancora accusati di un crimine che non hanno commesso e per il quale possono ancora essere condannati, rischiando anni dietro le sbarre. Rimaniamo sconcertati inoltre per il fatto che il nostro collega australiano dovrà rimanere in carcere. Gli Arctic30 non saranno liberi fino a quando anche l’ultimo di loro non sarà tornato a casa dalle proprie famiglie» commenta Giuseppe Onufrio, direttore esecutivo di Greenpeace Italia.

LA PREMIAZIONE DEL TROFEO CONAD
Nel pomeriggio al palco centrale dell’Expo le premiazioni del Trofeo “I più veloci, forti e resistenti di Firenze, Terzo Trofeo Conad” che si è svolto venerdì sulla pista del Ridolfi, la manifestazione di atletica leggera riservata a bambini e ragazzi delle scuole fiorentine che si sono misurate in gare di sprint, mezzofondo e lanci con un’adesione di 1200 studenti, organizzato da Firenze Marathon e Atletica Firenze Marathon con la collaborazione dell’Assessorato all’Educazione e allo Sport del Comune ed al Coni. I ragazzi si sono cimentati in gare di velocità, lancio del peso e 1000 metri. Le scuole vincitrici del Trofeo Conad sono risultate: Milite Ignoto per le scuole elementari; la Balducci Fiesole e Compiobbi per le scuole medie; la scuola Machiavelli per le medie superiori. Sono stati premiati, oltre al primo classificato per ogni anno di nascita che si sono aggiudicati il titolo di più forte, veloce o resistente di Firenze, i primi sei di ogni singola gara e le prime cinque scuole di ogni categoria che avranno totalizzato il punteggio complessivo più alto.

I RISULTATI DELA STAFFETTA DEI TRENT’ANNI
Nonostante una fitta pioggerellina è stato un successo anche la staffetta dei Trent’anni per festeggiare i trent’anni di vita della Firenze Marathon, in pista allo stadio Ridolfi 30 x 1 km, ’evento aperto a tutti gli amatori e ai podisti più o meno abituali. Ogni staffettista doveva correre la frazione di 1 km.
La Toscana Atletica è risultata la squadra vincitrice. Al secondo posto una squadra mista chiamata “Corri per la Gloria” che aveva, non a caso, tra i componenti anche Gloria Marconi, terza classificata alla Firenze Marathon del 2011. Secondo posto per l’Atletica Firenze Marathon che correva sulla pista di casa e che ha preceduto l’Assi Giglio Rosso, quarta.

A FIRENZE ANCHE LA VICEIRIDATA VALERIA STRANEO
Anche Valeria Straneo, l’azzurra medaglia d’argento nella maratona dei Mondiali di atletica lo scorso agosto a Mosca, e due settimane fa quinta alla Maratona di New York è presente all’Expo, nello stand dell’Asd Maratonabili, l’associazione di Prato che continua a tingere di solidarietà le principali maratone sul territorio nazionale, spingendo sulle rispettive carrozzine atleti altrimenti impossibilitati a vivere questo tipo di emozioni. La Straneo domani sarà con loro per gli ultimi dieci chilometri del percorso.

LA MESSA DEL MARATONETA IN MEMORIA DI ANDREA CIAMPI
Alle 18 presso la Basilica di Santa Croce celebrata da Don Andrea Menestrina la messa in occasione del 30° anniversario della maratona di Firenze che per l’occasione è stata dedicata alla memoria di Andrea Ciampi, insegnante di Impruneta scomparso la settimana scorsa a 39 anni, proprio nel giorno del suo compleanno, mentre stava correndo in località Avane in provincia di Pisa mentre si stava allenando per la maratona di Firenze, a cui era già iscritto, investito da un’automobile.

LA MARATONA IN DIRETTA SU FACEBOOK, DIFFERITA SU RAI
Le emozioni della Firenze Marathon, compresa la gara, potranno essere vissute in tempo reale su Facebook sulla fan page di Firenze Marathon, che ha quasi raggiunto 6000 contatti. Tutte le news sulla maratona sono pubblicate anche via Twitter: @FirenzeMarathon. La Rai trasmetterà la corsa in differita su RaiSport: orario al momento previsto le 16.30 con la cronaca di Franco Bragagna e il commento tecnico di Attilio Monetti.

IL PERCORSO
Lungarno Pecori Giraldi / Lungarno della Zecca Vecchia – partenza, viale Giovine Italia, Piazza Beccaria, Viale Gramsci – km. 1, Piazzale Donatello, Viale Matteott i – km. 2, Piazza della Libertà, Viale Lavagnini, Viale Strozzi km. 3, Viale Fratelli Rosselli, Piazzale di Porta al Prato – km. 4, Via del Ponte alle Mosse, Via Paisello – km. 5, Via delle Cascine – km. 6, Piazzale delle Cascine, Viale dell’Aeronautica – km. 7, Viale dell’aeronautica - km. 8, Piazzale dell’Indiano, Viale Washington – km. 9, Piazzale Kennedy – km. 10, Viale Lincoln, Viale Shelley, Viale della Catena – km. 11, Piazzale Kennedy, Viale dell’indiano - km. 12, Viale del Pegaso - km. 13, Viale dell’Aeronautica, Piazzale delle Cascine, Viale degli Olmi – km. 14, Piazzale Jefferson, Via del Visarno - km. 15, Via del Fosso Macinante, Viale Fratelli Rosselli, Piazza Vittorio Veneto, Ponte alla Vittoria, Piazza Gaddi, Via della Fonderia – km. 16, Lungarno Santa Rosa, Lungarno Soderini – km. 17, Piazza Nazario Sauro, Via dei Serragli – km. 18, Piazza della Calza, Via Romana, Piazza Pitti – km. 19, Via Guicciardini, Via dei Bardi, Piazza S. Maria Soprarno, Lungarno Torrigiani, Lungarno Serristori - km. 20, Piazza Poggi, Lungarno Cellini, Ponte S. Niccolò, Lungarno del Tempio – km. 21, Lungarno del tempio - km. 21,097 riferimento di mezza maratona, Lungarno Colombo – km. 22, Lungarno Aldo Moro, Via della Casaccia – km. 23, Largo Monzani, Via Aretina – km. 24, Via di San Salvi, Via Chiarugi, Via di Credi, Via Mannelli - km. 25, Piazza Vasari – km. 26, Ponte del Pino, Via del Pratellino, Via Campo D’Arrigo, Largo Gennarelli – km. 27, Viale Malta, Viale Fanti, Viale Paoli – km. 28, Viale Maratona, Viale Fanti – km. 29, Largo Gennarelli, Via Frusa, Via San Gervasio - km. 30, Piazza Antonelli, Via Volturno, Viale Fanti, Viale Cialdini – km. 31, Viale de Amicis, Cavalcavia dell’Affrico, Piazza L.B. Alberti, Via Piagentina – km. 32, Via Frà Giovanni Angelico, Viale Duca degli Abruzzi – km. 33, Viale Giovine Italia, Via dell’Agnolo, Via Santa Verdiana, Piazza Ghiberti, Largo Annigoni, Via della Mattonaia, Via Niccolini, Piazza D’Azeglio, Via della Colonna – km. 34 Piazza SS. Annunziata, Via Battisti, Piazza San Marco, Via Ricasoli - km. 35, Via De’ Pucci, Via Martelli, Piazza S. Giovanni, Via Roma, Piazza Della Repubblica, Via Strozzi, Via della Vigna Nuova, Piazza Goldoni – km. 36, Borgo Ognissanti, Via il Prato, Piazzale di Porta al Prato – km. 37, Via Montebello, Via Curtatone, Lungarno Vespucci – km. 38, Lungarno Corsini, Ponte Santa Trinita, Piazza de’ Frescobaldi, Borgo San Jacopo, Ponte Vecchio – km. 39, Via Por Santa Maria, Via Vacchereccia, Piazza della Signoria, Via Calzaiuoli, Piazza Duomo (passaggio tra Duomo e Battistero, giro lato via Ricasoli – via dei Servi), Via del Proconsolo km. 40, Via Ghibellina, Viale Giovine Italia, Piazza Piave, Lungarno della Zecca Vecchia, Piazza cavalleggeri – km. 41, Corso dei Tintori, Via Magliabechi – km. 42, Piazza Santa Croce Arrivo.

Redazione Nove da Firenze